Vai al contenuto

Cambiare per amore, è la scelta giusta?

Da subito ti dico che cambiare per amore, inteso come modificare tutto sé stessi per sperare che l’altra persona ti desideri, o per mettere a posto un rapporto, è sbagliato.

C’è da dire che molti, quando conoscono una persona, esagerano a dare il meglio di sé arrivando, spesso, a mentire. Si mostra una persona diversa da come si è realmente.

Tale atteggiamento deriva da tanti fattori come:

  • inesperienza,
  • paura del rifiuto,
  • insicurezze varie,
  • narcisismo patologico,
  • timidezza incontrollata,
  • bassa autostima.

Si teme di non piacere all’altro e così l’unica strada che si trova è mentire. In realtà è solo la scelta più facile. Nel breve periodo potrebbe anche andare bene, ma dopo mesi (o anni), non si avrà più la voglia e la forza di mentire e chi si è verrà fuori.

E così lei/lui avrà accanto qualcun altro e lo lascerà: semplice. Come riconquistare una ragazza delusa da questo tuo repentino cambiamento? E da qui in poi la faccenda si complica perché tu non sei cambiato, hai solo ricominciato a essere te stesso, in realtà le hai mentito fino adesso!

Un gran casino, vero?

Si deve cambiare?

Cambiare è giusto? No, migliorare è giusto poiché in noi ci sono tutti i pregi e difetti. Mi spiego meglio: in te c’è la timidezza, come anche in me e in ogni persona.

La differenza sta nel riuscire a gestire la timidezza, non nell’eliminarla, perché è impossibile. Quindi tu non devi – nel caso – cambiare, ma eventualmente imparare a gestire certi tuoi comportamenti che potrebbero non piacere all’altra persona.

Un consulenza telefonica

In una consulenza telefonica che ho fatto, un uomo sopra i 40 anni stava con una donna di 25, lei lo ha lasciato dopo 5 anni di convivenza.

Mi è bastato capire insieme a lui cosa a lei facesse male dei suoi comportamenti (es. era troppo autoritario), e aiutarlo a migliorare.

Lui rimarrà per tutta la vita una persona con determinate caratteristiche positive e negative, ma ora le conosce, sa come gestirle e l’ha riconquistata.

Qual è il limite tra migliorare e cambiare?

Quando l’amore arriva sono dolori, su questo siamo tutti d’accordo, ma cambiare per amore è la cosa giusta da fare o c’è un limite oltre il quale non ci si deve spingere?

Esistono 3 correnti di pensiero (almeno le principali):

  1. Cambiare.
  2. Rimanere se stessi in tutto e per tutto.
  3. Migliorare.

Di certo le donne, almeno nella maggior parte dei casi, essendo più dinamiche ed esigenti, spingeranno verso il punto 1 (cambiare). Questa è a mio avviso una visione un po’ miope che deriva da un sistema che ci obbliga a desiderare ciò che non abbiamo.

Ma è davvero giusto cambiare per una donna/uomo, quando si pensa di amarla davvero?

Secondo la teoria della tv americana, dei film o libretti romance di qualche mediocre casa editrice, noi siamo obbligati moralmente a diventare altro per far sì che lei/lui si innamori di noi.

migliorare per amore Si tratta solo di una strumentalizzazione di un bisogno: te lo spiego in modo ancora più semplice. Vogliono che tu ti senta sbagliato e inadeguato verso quella persona così che tu sia costretto a comprare cose e roba per sembrare diverso.

Cambiare per una donna? O migliorare per sé stessi?

In piccola parte è anche vero, ma il cambiamento, quello potente va fatto dentro di te attraverso un lavoro che costa mesi di fatica, non un pomeriggio di shopping in centro!

Così anche molti uomini crederanno che per conquistare le ragazze, o tenersi una donna, sia giusto questo cambiamento sia dal punto di vista dell’aspetto fisico che mentale.

Credo che per prima cosa dovremmo amarci, e accettarci con tutte le nostre caratteristiche. Vogliono, ad esempio, che il tuo primo appuntamento sia una cosa perfetta neanche foste Cenerentola e il Principe Azzurro!

Quindi il punto 2. è il migliore?

Lo sarebbe, ma solo se una persona fosse perfetta o almeno avesse dei difetti così lievi da non risultare insopportabile agli altri. L’unica eccezione è quando si trova il giusto equilibrio con l’altra/o, che accetta i nostri limiti per amore – come è giusto che sia -.

Il terzo punto è, a mio avviso, quello che va sempre bene. Noi non possiamo cambiare, siamo ciò che siamo. Lo so suona strano ma ormai ne sono convinto, credo però che possiamo evolverci ogni giorno in qualcosa di migliore.

La differenza c’è. Perché cambiare significa eliminare da se stessi (anzi, provare a farlo) qualcosa che di noi non ci piace o non piace alla persona che ci interessa. Come la timidezza, così la combattiamo come fosse una nemica.

Non lo è. Essa è parte di tutti noi e non accettarla significa non riuscire mai a conviverci.

Migliorare serve a imparare a controllare alcuni nostri lati caratteriali che disturbano gli altri. Se sei pigro, lo sarai per sempre, è una tua caratteristica che però non deve condizionarti: sforzati per andare incontro alle esigenze di chi ami.

Che allo stesso tempo dovrà accettare questa tua indole.

Sii te stesso

Spesso capita che quando ci si innamora si desidera a tal punto stare bene con l’altra persona da provare ad essere “quasi perfetti“, si mostra il meglio di sé.

Cambiare per amore o no E non solo gli uomini, ma anche le donne, si ha la naturale tendenza a sfoggiare le proprie qualità in primis, per poi, magari con il giusto tatto, far vedere anche limiti e difetti ma sempre in modo leggero.

Questo non è né giusto né sbagliato, è solo naturale, come accade nel mondo animale in cui il maschio mostra le sue doti per conquistare la femmina.

La spinta emotiva dell’amore è una forza veramente potente che tutti noi dovremmo vivere, sfruttare e valorizzare per crescere e migliorare.

Ad esempio un vero Reset è fattibile solo ed esclusivamente se nel periodo di “pausa” si cambia e si migliora per offrire all’eventuale preda una versione deluxe di se stessi! Magari si può migliorare laspetto fisico

Cambiare per amore o migliorare per se stessi

Che tu sia una donna o un uomo ti starai chiedendo se sia giusto cambiare per amore e, in caso, come farlo.

Tu sei quello che sei. Lo so che possa sembrare ovvio ma è necessario averlo bene a mente prima di modificarsi perché si è innamorati di una persona.

Molti penseranno di non andare bene, di essere inadeguati perché insicuri o poco brillanti, perché bassi o senza stile, e ci sta anche questo. Ma se ci rifletti, in questo caso, il problema non sta nel come sei ma nel come ti vedi.

Forse non dovresti snaturarti per piacere agli altri, in questo caso a una persona specifica, ma solo a te stesso. Una volta ottenuto dei miglioramenti, cambierai atteggiamento e riuscirai a sedurre con molta più facilità e disinvoltura.

Devi prima di tutto conquistare una persona: te stesso!

Il punto è capire se ci si sta snaturando per soddisfare delle puerili esigenze oppure se quei cambiamenti sono in realtà dei miglioramenti diciamo “oggettivi”.

Ovviamente questo vale per uomini e donne, per cui dobbiamo fare una distinzione iniziale su due macro aree che possono essere oggetto più o meno esteso di modifiche.

Cambiare le abitudini

Se hai abitato, ad esempio, sempre da solo sarà molto difficile (ma non impossibile) imparare piccole meccaniche di convivenza.

Stessa cosa se hai uno stile di vita ultra dinamico rallentare, per amore, sarà altrettanto complicato.

Ma le abitudini sono ciò che si deve e si può smussare per andare incontro all’altra persona. Non si tratta di cambiare per amore ma di trovare un punto di contatto che vi permetta di stare bene insieme.

L’amore, infatti, non è un dovere ma una scelta che si può tranquillamente non accettare, in caso contrario, però, serve tanta abnegazione. L’amore da solo non basta se non c’è la volontà di far funzionare un rapporto.

Andare incontro all’altro

Per cui se il tuo partner ti chiedi dei piccoli cambiamenti, di venirvi incontro (anche l’altra persona dovrà farne), allora può essere una scelta accettabile fino al punto che ti senti.

Ma in generale puoi cambiare abitudini, non chi sei ed eliminare dalla tua vita ciò che ti rende felice. Se ti piace andare la mattina presto a correre, è qualcosa che ti riempie e ti ricarica per tutta la giornata, non sarebbe giusto smettere per un’altra persona.

Una cosa equilibrata potrebbe essere diminuire un po’ la frequenza degli allenamenti: tu ci vai anziché 5 volte 3, ma lei/lui, accetta che tu ci vada senza metterti pressioni o fare storie.

Cambiare il carattere

Il carattere indica chi sei, come sei fatto e cosa pensi, è la tua identità alla quale non devi rinunciare.

I difetti caratteriali puoi senza dubbio smussarli, modificarli fino anche ad eliminarli.

Ma la spinta al cambiamento non può dipendere da un’altra persona, deve essere dentro di te, qualcosa che desideri per il tuo personale bene.

In una coppia, poi, il supporto del partner è spesso fondamentale per trasformare il carattere ma solo se questo è spunto verso un miglioramento oggettivo.

Capire il limite tra cambiare per sé stessi o per la persona amata non è assolutamente semplice. L’unica cosa che si può fare, prima di gettarsi in una storia, è capire chi si è, amarsi e capirsi.

Se tu hai una vita, con i tuoi ritmi, hobby, amici e se sai come sei fatto non accetterai mai che una persona ti voglia diverso da quello che sei. Il peggior tradimento è quello che si fa verso se stessi.

Ma io l’amo e farei di tutto per lei

Questa è una frase a metà tra l’amore romantico e un fantoccio senza carattere!

La maggior parte delle persone ti diranno che:

  • le devi piacere per quello che sei,
  • che se ti vuole diverso allora non ti apprezza
  • e così continuando.

Però queste affermazioni non tengono conto di una cosa fondamentale: lei.

E se ne valesse la pena?

E se lei è veramente una persona che vale la pena amare, una ragazza (o ragazzo) sensibile e gentile, con le sue paure e debolezze che ti vorrebbe al suo fianco solo un po’ migliore (in termini reali, non per il suo gusto personale)?

Ad esempio se questa persona vorrebbe che fossi:

  • meno permaloso (e tu lo sei molto), è un difetto molto fastidioso che non vi permette di scherzare ed essere leggeri,
  • o più praticato e attento,
  • meno geloso perché questo ti rende insicuro e pesante?
  • oppure che capisce che in te c’è il potenziale di un Maschio Alfa e lo vorrebbe liberare per il tuo bene?

Di certo questa persona ti dovrebbe volere per quello che sei e non per il tuo potenziale.

Non ci si innamora solo del presente di una persona, ma del suo passato e anche del suo futuro e questo non è superficiale, ma è normale.

E’ complicato pensare di mettere su famiglia se sei uno scavezzacollo che non pensa a mettere un minimo la testa a posto. Alla fine “due cuori e una capanna è molto romantico”, ma irrealizzabile.

La coerenza non è la risposta a tutti i quesiti

Non esistono leggi o regole per capire fino a che punto sia giusto cambiare per amore, però di sicuro capire chi si è e quali sono i propri solidi principi è un punto di partenza senza dimenticare una frase di Oscar Wilde:

La coerenza è la virtù degli sciocchi.

Il cambiamento è la base, se fatto con raziocinio e amor proprio, visto nella sua accezione più positiva e propositiva e se lo si fa (anche) per amore non c’è nulla di male.

Noi siamo esseri in evoluzione e lo saremo per tutta quanta la nostra esistenza e farlo con coscienza è un atto di grande maturità e forza di spirito.

Trova il tuo equilibrio

Trovare il proprio equilibrio significa anche:

  • mettersi in discussione,
  • cadere,
  • soffrire,
  • stare male

per poi però rialzarsi e l’ottica di un’altra persona ci può aiutare a crescere e maturare ma solo se si è sufficientemente critici con se stessi e anche con lei.

Non cambiare solo perché lei ha un bel culetto sodo, ma non negarti l’opportunità di farlo solo perché la gente dice la stupida frase:

ti deve volere per quello che sei

Noi siamo quello che in ogni momento decidiamo di essere.

Cambiamo ogni momento

Tieniti stretti i tuoi valori ma con l’umiltà di cambiarli se si mostrano sbagliati. Cambiare idea è, se fatto con equilibrio e sincerità, un sintomo di forza e sicurezza. Serve giudizio critico!

Ascolta i consigli altrui ma non li accettare solo perché ti conviene.

Se la persona che hai accanto ti ama veramente ed è una persona sana e matura non ti chiederà di cambiare per un suo capriccio, ma di crescere per voi due insieme e sarà lei stessa a cambiare per la coppia.

Se invece vuoi conquistare la ragazza che ti piace accetta le critiche, comprendi cosa c’è di te di sbagliato che ti allontana da lei e falla tua.

Ma anche qui ricorda chi sei realmente, nei film ti fanno sempre vedere che lui riesce a cambiare per amore.

Però poi si ritrova comunque solo e triste, quello che non fanno vedere è che quei cambiamenti portano sempre, dopo, a qualcosa di buono.

Puoi migliorare, ma prima di farlo accettati, amati e comprendi chi sei e cosa vuoi. Non avere fretta, è un percorso che puoi fare e con l’aiuto delle persone che hai accanto non sarà così difficile.

Il dialogo come strumento di crescita

Si parla poco, sembra strano in un mondo in cui tutti hanno mille modi per sentirsi ogni minuto eppure si comunica poco.

Nelle coppie non ci si prende mai qualche minuto per parlarsi nel silenzio di una stanza, capirsi e aprirsi senza sentirsi giudicati. Non serve solo per un discorso emotivo/psicologico, ma anche ad esempio nel sesso.

Dirsi cosa si vuole, in camera da letto, aiuta a migliorare e scoprire fantasie che l’altro ha imbarazzo ad ammettere per paura di sentirsi giudicato.

Cambiare per amore non è la soluzione

Se ti piace una persona (non solo fisicamente), parlaci più che puoi e ascoltala con la massima attenzione e piano piano prova a utilizzarla come una sorta di specchio per vedere chi sei. O almeno per scorgere come lei ti vede.

Ma ricorda che una persona che ti vuole bene, ama di te non solo i pregi ma anche i difetti. Non possiamo pretendere la perfezione e non possiamo accettare di stare con qualcuno che la pretende da noi.

La “perfezione” è anche molto noiosa e non genera mai un’evoluzione o un cambiamento. Per questo alle ragazze piacciono i “bad boys”, proprio perché non sono perfetti. Avere accanto qualcuno che non ha (o più spesso fa in modo di non mostrare), difetti o limiti, fa sentire una donna inutile.

Invece le persone vogliono sentirsi utili, e se tu sei una sorta di superman senza limiti, a cosa ti serve avere una persona accanto? Se hai avuto una relazione, quanto ti faceva piacere se lei ti chiedeva un favore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *