L'ebook: Il Contatto Fisico per Sedurre!

Come chiedere un secondo appuntamento

Chiedere un secondo appuntamento non è, per molti, così scontato come potrebbe sembrare.

In questo articolo ti spiegherò alcuni elementi necessari per non commettere errori. Ma ricorda sempre che lei/lui potrebbe dirti di no, per ragioni che non riguardano te.

Oppure il rifiuto potrebbe dipendere dal fatto che non c’è stata seduzione, che è forse l’errore che in troppi fanno. Si pensa che il modo con cui si chiede l’appuntamento sia importante (in parte lo è), ma non tanto quanto la seduzione.

Ecco perché, prima di chiederle il secondo appuntamento, è opportuno che tu ragioni, che rifletti e provi a capire se nel primo l’hai sedotta oppure sei stato solo socievole come un labrador.

Vediamo cosa avresti dovuto fare:

Senza questi 5 elementi base, le tue possibilità che ne accetti un altro si assottigliano, di certo il suo interesse è diminuito, quindi nel secondo (se lo accetta) dovrai metterti in gioco e osare.

Il caso di un lettore

Gentile Sensei ti racconto cosa mi succede sempre. Ho quasi trentanni, credo di essere abbastanza piacente, mi curo e faccio sport. Al primo incontro con una ragazza riesco ad essere spigliato e simpatico a tal punto che invitarla ad uscire mi viene naturale.

Di solito le serate sono abbastanza piacevoli, anche se devo dire che manca quel qualcosa in più, la scintilla.

Mi sembra chiaro che non riesco mai a neanche  a baciarle al primo appuntamento, anche perché in me sono dell’idea che non sia la cosa giusta da fare. Però va a finire che poi la rinvito ed è assai probabile, se non certo, un rifiuto.

Ne ho sentiti di tutti i tipi, ma il più classico è che la donna non vuole che io abbia travisato, che siamo in sintonia e che potremmo essere ottimi amici. Va ormai così da sempre, c’è un modo per chiedere un secondo appuntamento? Grazie in anticipo della risposta.

Chiedere un secondo appuntamento, e il primo?

Che differenza c’è tra il chiedere un primo appuntamento ed il secondo? Apparentemente nessuna, l’unica cosa che veramente intercorre tra questi due periodi è, appunto, un’uscita a due.

Molti ragazzi, quando si lasciano andare e danno retta all’animale che è in loro, all’istinto, sanno essere incredibilmente seducenti e conturbanti.  Però poi sembrano perdere il loro charme, la loro sicurezza, senza un’apparente ragione.

Per quanto si cerchi, come al solito direi, una formula magica per risolvere questa situazione, mi dispiace dire che non c’è.

Gli errori che si commettono in seduzione sono per lo più sempre gli stessi. Il ripeterli non dipende né dall’intelligenza né dall’incapacità di comprenderli, dipendono dalla PAURA.

Di sicuro potrebbe aiutarti come capire se piaci a una ragazza, leggerne il linguaggio del corpo e le basi del suo modo di fare è un piccolo stratagemma utile, anche per essere più sicuri.

La paura, il vero nemico

Manca sempre un po’ di faccia tosta, di coraggio e voglia di mettersi in discussione. Tante volte mi scrivono dicendomi che non l’hanno baciata/accarezzata/toccata perché non era il momento giusto, perché era presto, perché c’era gente che guardava e così via.

Le scuse sono spesso quasi valide e logiche, ma sono solo scuse per ammettere la realtà: che non si ha agito per paura di un rifiuto, di fare qualcosa che non piacesse alla ragazza.

Così si trascorre una serata piacevole, tranquilla, senza scosse. Per concludersi con un bacetto sulla guancia ed una promessa assai debole di rivedersi.

La soluzione è nel primo

Nel caso specifico è palese la totale paura di sedurre, palesato a fine serata o il giorno seguente da una richiesta di lei ad essere amici. Quindi per chiedere un secondo appuntamento, basta, nel primo, sedurla!

Prima di tutto fregarsene di commettere qualche gaffe, anche perché sono i difetti a caratterizzarci più dei nostri pregi. Meglio palesarli senza nasconderli piuttosto che voler essere a tutti i cosi il bravo ragazzo.

Se lei dovesse dimostrarsi insofferente a certi tuoi comportamenti non cambiare per lei. Magari evita alcune cose che sono fuori luogo ma non lasciarti intimidire da qualche sguardo storto.

Le donne mettono il broncio per mille ragioni, il più delle volte insensate, quindi perché tu UOMO ti devi far condizionare dai suoi umori.

Tra il primo appuntamento e il secondo c’è la zona amicizia

Per evitare di finire in friend zone hai un’arma di una potenza inaudita: il contatto fisico. Non mi stancherò mai di ripeterlo che la devi TOCCARE TOCCARE e TOCCARE.

Ma soprattutto devi focalizzare nella tua mente l’obiettivo, che la vuoi sedurre e più chiaramente che ci vuoi fare del sesso. Perché se pensi che la vuoi solo conoscere, capire com’è etc etc… non ascolterai il tuo istinto e i messaggi del tuo corpo saranno incoerenti rispetto a quello che dirai di volere.

Diventa un Maschio Alfa, non avere più paura del Mondo e soprattutto delle donne.

Ricorda sempre che un vero uomo, un Maschio Alfa, affronta la paura piuttosto che nascondersi dietro a migliaia di scuse:

  • non sono bello,
  • sono basso,
  • lei è troppo per me,
  • non ho la macchina costosa,
  • sono timido
  • … ecc ecc ecc.

Invece di piangerti addosso prova a leggere l’ebook Diventa un Maschio Alfa!

Il primo appuntamento come base per chiedere il secondo

Andiamo per gradi così che tu possa saper chiedere un secondo appuntamento minimizzando i rischi.

Dobbiamo partire dall’inizio:

  • L’hai conosciuta.
  • Avete parlato.
  • L’hai un po’ sedotta.
  • Chiesto di uscire.
  • Vi vedete per il primo appuntamento.

Qui di solito ci sono i primi problemi. Se hai già fatto il primo appuntamento, e commesso gli errori che ti dirò a breve non ti spaventare, si può sempre avere una seconda chance per sedurla.

Se nel primo l’hai sedotta, allora chiedere il secondo sarà una passeggiata, basterà contattarla qualche volta per fare due chiacchiere, nulla di più. Poi appena si presenta qualcosa di interessante da fare la inviti “a voce”, quindi con una normale telefonata.

Se puoi evita sms e simili, non fare il cretino ma semplicemente invitala per fare qualcosa che sai che le potrebbe piacere: tutto qui? Se l’hai sedotta al primo, sì.

Se invece hai commesso qualche errore o sei stato un po’ impacciato?

Allora la cosa è più complicata perché è probabile che lei ti abbia messo nella sala d’attesa della zona amicizia: non sa come porsi con te.

Ti do una “brutta” notizia: arrivato a questo punto, in cui non l’hai sedotta durante l’appuntamento non hai più molte carte da giocarti se non, forse la curiosità.

Spero che almeno tu l’abbia un minimo ascoltata e sappia cosa le piace fare o ancora meglio cosa vorrebbe provare di nuovo.

Perché non sarà tanto il nodo con cui le farai il secondo invito a uscire quanto l’oggetto dell’appuntamento. Proponile qualcosa di forte, divertente che sai le possa interessare e generare curiosità.

In pratica metti un po’ da parte il tuo ego, il tuo essere al centro dell’appuntamento e mettici solo ed esclusivamente lei e cosa andrete a fare. Dovrebbe essere qualcosa che le piace così tanto che ci andrebbe anche con la sua peggiore amica!

E’ un “trucchetto” innocuo che ti permetterà di superare l’ostacolo di un primo incontro non molto seducente. Non è detto che accetti, purtroppo se hai commesso troppi errori non ci sono tante possibilità.

Se però vi vedete è il momento di mettere da parte la paura e agire: seducila!

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *