Vai al contenuto

Come farsi desiderare da una ragazza: la guida definitiva

Come farsi desiderare da una ragazza che vuoi conquistare? Per rispondere a questa domanda ho chiesto il parere a una psicologa esperta in relazione per conoscere il punto di vista delle donne.

Alla fine di questo articolo troverai anche quello che penso io come farsi desiderare da una ragazza, in base all’esperienza accumulata in tutti questi anni di consulenza sulla seduzione.

Volevo, però, farvi conoscere anche il punto di vista femminile e volevo farlo sentendo il parere di una donna esperta in corteggiamento.

Ecco di seguito la risposta della dott.ssa Sonia riguardo alla domanda “Come farsi desiderare da una ragazza?”.

Come farsi desiderare da una ragazza. Il punto di vista di una donna

Prima di gonfiare il petto e sorridere sornioni pensando di sapere già tutto quel che c’è da sapere sul farsi desiderare da una ragazza. Sfatiamo subito il mito del “bello ed egocentrico ed anche un po’ arrogante”.

La vecchia tecnica del fare i preziosi è ormai passata fuori moda dai tempi dei vichinghi. Eh già, più che falsa credenza è quella che le donne siano disposte a tutto, che muoiano di agonia cuocendosi in un brodo di desiderio per secoli pur di ottenere l’affetto altrui.

Mai e poi mai un essere ragionevole e pragmatico come una ragazza perderebbe il suo tempo cercando di conquistare una persona non interessata.

Men che meno se la ragazza in questione non fa che ricevere segnali depistanti o confusi.

Quella che abbiamo appena descritto non è il meglio su come farsi desiderare da una ragazza è, al contrario, la ricetta ideale per un totale fallimento amoroso corredato di risate di scherno e cattive recensioni.

Quindi smettiamo subito di scrivere messaggi evasivi e smettere di mostrare le nostre reazioni, nascondendo dietro un sorriso da schiaffi di chi è più sicuro di sé di un vero e proprio pallone gonfiato le nostre vere emozioni e sentimenti.

Attenzione a non mascherare troppo le nostre intenzioni!

Detto ciò, e ribadito il fatto che è sempre necessaria la sincerità per quanto riguarda i fatti ed i sentimenti.

Questo non ci vieta di stuzzicare la curiosità della ragazza che stiamo cercando di conquistare o che abbiamo già conquistato, ma dalla quale vogliamo ottenere magari un po’ di attenzioni in più.

Consigli pratici per farsi desiderare da una ragazza

Lanciare sguardi un po’ ambigui e misteriosi senza dare spiegazioni, sorridere a sorpresa o mandare segnali con il corpo sono certamente alcune tra le “tecniche” più efficaci e immediate.

Servono per suscitare curiosità, magari e spesso e volentieri anche un po’ scherzosa, nella donna la cui attenzione vogliamo gradualmente ottenere.

L’idea è quella di ottenere l’effetto dei tre puntini di sospensione…

…come quando concludiamo un messaggio di invito senza però essere troppo chiari sulle nostre intenzioni a livello concreto.

Per capirci, non come quando programmiamo un appuntamento o un’uscita che stiamo aspettando da tempo. Lasciamo in sospeso alcune informazioni chiave che lasceranno il dubbio nel soggetto a cui sono rivolti gli inviti velati.

Se la ragazza in questione finirà per arrovellarsi sul vostro messaggio e non potrà più contenere la curiosità, lo noterete certamente, e saprete a quel punto di aver centrato l’obiettivo.

Mai essere spudorati o palesemente interessati ad una sola, scontatissima cosa; in tal caso si passerebbe soltanto per persone monotone e senza fantasia, siamo sinceri.

I giusti messaggi

Ma se lanciamo i messaggi giusti al momento giusto, il primo dardo è tratto: ora è solo questione di mantenere il gioco interessante per entrambe le parti e non cadere nell’essere scontati.

Far sì che la nostra controparte riceva i nostri inviti in tempi molto ravvicinati, farà in modo che la suspense cali, e che il gioco diventi noioso, insistente o irritante.

Al contrario, inviare segnali molto lontani temporalmente fra di loro farà dubitare l’altra persona della vostra serietà e del vostro interesse. Addirittura che stiate intrattenendo lo stesso tipo di relazione con un’altra persona, o più.

Quindi, ricapitolando, mai e poi mai dare per scontato l’interesse di una persona nei nostri confronti, né tanto meno approfittare di un interesse appena nato per soli scopi personali.

Se i vostri sentimenti sono buoni e siete convinti di ciò che vi apprestate a fare, non dimenticate di rendere il tutto piacevole sia che per voi che per l’altro.

6 commenti su “Come farsi desiderare da una ragazza: la guida definitiva”

  1. Tempismo sbagliato?
    Ho provato a chiamarla oggi, sapendola tornata tra domenica e lunedì. Nessuna risposta. Noto poi, dalle sue storie, che qualche ora prima aveva fatto un tamponamento in macchina, con una sua amica ed era in ospedale. Foto simpatica, quindi sicuramente non è successo nulla di eclatante. Per il resto lei non si è fatta sentire.
    Ora, le cose sono due: si è dimenticata, vista la giornata, o non ha interesse. Penderei per la prima, ma francamente sono già stufo: mi ha già stufato il fatto che, per quanto ci possa stare vista la sua giornata, lei non si sia fatta sentire e questo mi porta a pensare che in questo momento conto ad un valore prossimo allo zero. Perché ok la giornata, ma dei passi verso di lei gli avevo fatti, 3 settimane è vero e già in quella occasione, quando avevo deciso di non fare nulla, lei non si fece sentire. Mi sa tanto di pezzo di legno nei miei confronti. Non ho voglia di lanciarmi in una “conquista” che sa già essere tutta follemente in salita. Ho voglia di scopare, quello sicuro, ma non ho voglia di lanciarmi in nulla di impegnativo. Sbaglio io ad essere “esasperato” per così poco o è giusto limitarsi ad una possibilità del tipo “se capisci l’antifona bene, altrimenti tanti saluti”? Io ho voglia di trovare una che sento apprezzi il mio sentirla, il mio corteggiarla, non una che se la chiami, per quanto la giornata sia stata incasinata, si dimentica. Esagero io?

    1. Se ti sei stufato di starle dietro, ignorala. Se vuoi solo portartela a letto, puoi anche investire 10 secondi ogni 4-5 giorni per scriverle qualcosa.

    2. Ho deciso di farmi sotto, scrivendole: tutto si è fatto chiarissimo sin da subito. Ancora una volta il mio “istinto” mi aveva suggerito bene.
      Le scrivo, dicendole, dopo un simpatico pro-forma in spagnolo, che l’avevo chiamata e che avevo visto del tamponamento. Mi risponde che per tamponamento intendeva che era andata fare il tampone dal rientro della vacanza e che si fosse divertita e stava bene. Quindi, non solo non aveva richiamato pur non avendo altro per la testa, ma è stata anche non partecipativa nelle risposte. Ho risposto con una geniale battuta sul fatto che mi fossi confuso, aggiungendo che avevo visto le foto da lei caricate “ho visto delle foto spettacolari, del panorama intendo” + la faccina con l’occhiolino e la lingua di fuori. Risposta telegrafica dopo 3 ore “moooolto bello davvero”.
      Comincio ad essere infastidito dal fatto che non riesco ad essere attraente come vorrei e come potrei. Adesso voglio veramente cambiare registro. A 27 anni voglio cominciare io ad essere quello inseguito. Mi sono rotto veramente di queste situazioni dove vengo rifiutato. Che poi, per evitare queste situazioni, basta seguire l’istinto: senti che c’è qualcosa che non va? Molla subito la presa e via. Che poi non è una rondine a fare primavera sono d’accordo, ma sono anche bello stufo di queste situazioni.

  2. Buongiorno e buon ferragosto caro Sensei!
    Credo tu ricordi della ragazza che a fine luglio avevo (re)incontrato dopo un anno, quella che era andata a fare il fine settimana in un agriturismo e che tu mi avevi suggerito di mandarle il (geniale) messaggio prima della partenza, a cui lei aveva risposto con la faccina coi cuoricini. Ricorderai anche che, nonostante comunque una sua risposta positiva al messaggio, non avevo continuato perché credevo stesse ancora con il tipo.
    Ora, con qualche indagine ulteriore, dato che non mi tornava la faccenda, ho scoperto che non stanno davvero insieme e ho deciso di provarci. Sapendola in vacanza ad Ibiza e non sapendo bene quando torna, (presumibilmente su settimana prossima), per ora mi sono limitato ad aggiungerla su instagram, a cui lei ha risposto quasi istantaneamente con la controaggiunta e a lanciarle un paio di abboccamenti sotto forma di like: uno martedì scorso, con l’emoticon della fiamma ad una sua storia (dove lei era veramente una figa) e a cui lei ha risposto con il like alla mia reazione e uno ieri, con un like ad una sua foto in un post. In genere queste menate non mi piacciono, ma in questo momento e contesto è l’unica arma che ho per farmi sentire. Questa mattina ha messo una storia in cui lei è in costume ed è abbronzatissima e volevo quasi commentarla con un “abbronzatissima” e l’emoticon del tipo malandrino, quella con lo sguardo che guarda di lato. Però poi mi sono fermato e mi sono detto che, oltre ad averle già messo il like ieri, forse è un po’ da morto in culo. Io a questo punto temporeggerei fino a quando non ritorna, per poi fare una bella telefonata per farmi risentire e stop, no inviti e altro, solo per farla parlare e farmi sentire.
    Dato il super suggerimento dell’altra, tu hai qualche arma da suggerire?

    1. Di fare quanto hai pianificato, inutile fare di più, daresti – come dici tu – l’idea del morto di figa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *