conoscere ragazze parco

Conoscere ragazze al parco, il metodo infallibile

Conoscere ragazze al parco adesso che arriva la bella (forse) stagione diventa quasi una vera e propria necessità. In più con il clima più mite aumenta la voglia di stare all’aria aperta, di fare sport e magari rimettersi in forma, se già non lo si è.

Correre al parco è sicuramente più piacevole che farlo su un asettico e noioso tapis-roulant in palestra (leggi anche l’articolo su come rimorchiare in palestra) con davanti il mega schermo di una tv che ci bombarda di programmi idioti e pubblicità.

Invece conoscere ragazze al parco può diventare un piacevole diversivo durante il work-out giornaliero.

Ed anche se il tuo scopo non è conoscere ragazze al parco, ma semplicemente perdere qualche chilo in eccesso per la prova costume è molto più rilassante correre nel verde e vedere qualche bella ragazzetta.

Spesso sfrecciano con indosso qualche tutina attillata, piuttosto che trovarti davanti l’energumeno di turno che fa 150 kg di panca piana!

Esistono metodi per conoscere ragazze al parco?

Conoscere ragazze al parco non è un’impresa semplicissima, per cui armata di tantissima pazienza e fregatene se ti becchi qualche bel due di picche: capita a tutti.

Vediamo quali sono le difficoltà maggiori ed in seguito proveremo ad ovviare a questi inconvenienti:

  1. La difficoltà principale è che le ragazze corrono! Hai capito bene, corrono sul serio e la maggior parte delle ragazze che fanno jogging sono serie e fanno quello per scaricarsi e tenersi in forma.
  2. Spesso non sono neanche truccate, al massimo possono indossare qualche capo sportivo un minimo più carino, ma di sicuro non si sentono a loro agio e fighe come se uscissero a cena il sabato sera.
  3. Hanno, giustamente, paura degli estranei. Per capire anche la loro ottica ti consiglio di leggere l’articolo sul Femminicidio. Infatti il parco, seppur un luogo di svago, è spesso teatro di crimini e ancora più di frequente le vittime sono proprio le donne. Per cui una ragazza tende a non fermarsi con tanta facilità per correre è per lei una sicurezza “fisica”.
    Allo stesso tempo non avrà una grande tendenza a dare confidenza agli estranei (giustamente direi).
  4. Se non corre è probabile che stia lì per studiare, rompere le scatole ad una tipa che magari a breve ha un esame importante (le ragazze sono secchione e pure l’esame delle urine è per loro importante), è rischiosissimo.
  5. È in gruppo con amici.

Vedendo i punti sopra elencati potrai capire come conoscere ragazze al parco abbia molte difficoltà tecniche e logistiche non indifferenti.

Parlo di conoscere ragazze al parco, non di sedurre ragazze al parco, questo perché la vera seduzione andrà fatta DOPO che l’hai conosciuta e magari portata in un altro contesto.

Potrebbe essere anche il bar del parco dove le offri qualcosa da bere dopo la corsa, ma non provare a sedurla li su due piedi o verrai identificato come una specie di maniaco.

Cosa fare per conoscerla superando le varie difficoltà

Ti sconsiglio il primo giorno che vai al parco a correre di lanciarti per rimorchiarle tutte, invece preditela con calma.

Per i timidi uno degli esercizi base quando vanno in un nuovo contesto è il “prendersi del tempo per stare a proprio agio”. Ed è quello che devi fare anche tu.

Corri nel parco, lo osservi, te lo godi senza pensare alle ragazze. Magari ne adocchi qualcuna ma solo per vederla un attimo, non la fissare!

Inizia ad andare al parco per correre in vari orari, per capire quelli in cui ci sono più ragazze o se ne trovi una che vuoi conquistare a tutti i costi. Così potrai farti un’idea ben precisa di chi trovare nei vari momenti della giornata.

In più otterrai altri due vantaggi da non sottovalutare:

  1. Ti rimetti in forma! Ricorda che il primo punto del Percorso della Seduzione del Sensei è proprio migliorare l’aspetto fisico per piacere di più agli altri ma soprattutto a te stesso.
  2. Recenti studi hanno dimostrato che tendiamo a trovare più attraenti facce per così dire “familiari”. E’ come il primo giorno di scuola, non so se te lo ricordi ma probabilmente le tue nuove compagne di classe non ti sono sembrate un granché, alcune neanche le avrai notate. Con il passare del tempo invece hai iniziato a notarle, a trovarle addirittura carine fino a quando ti sei innamorato della tua compagna di banco che per i primi mesi avevi pensato che fosse un ragazzo! In pratica la nostra mente tende a trovare piacevole ciò che è “abituale”, che vede con una certa frequenza e che quindi pensa, spesso erroneamente, di conoscere.

Nel punto 2. precedente abbiamo quindi visto come il farti vedere più volte dalla stessa ragazza, o varie ragazze, al parco, è un primo passo avanti verso la conquista.

La mente di lei funzionerà allo stesso modo, magari vedendoti la prima volta neanche ti noterà, ma dopo varie volte ti inizierà ad inquadrare fin quando non sarai per lei, per certi versi, familiare.

1. Metodo per conoscere ragazze al parco (che fanno jogging)

Hai fin qui compreso come in teoria dovresti agire, vediamolo più nello specifico.

Vai al parco pronto per la tua corsetta giornaliera (una a settimana non basta, diciamo almeno 3 se non 4 sono necessarie sia per la forma fisica che per conoscere ragazze al parco), ti riscaldi con calma e poi inizi il tuo workout.

Gira in senso opposto rispetto alle ragazze che vorresti conoscere, infatti devi sfruttare quell’attimo in cui vi incrociate per guardarla e sperare (non sempre succede al primo giro) che i vostri sguardi si incrocino.

Non fissarla ad ogni giro, sembreresti il classico maniaco

I giorni seguenti fai la stessa cosa e dopo un po’ azzarda un sorriso, un saluto o un cenno con la testa.

In fin dei conti state condividendo lo stesso spazio e sport, ci sta fraternizzare in modo cortese.

A questo punto devi avere tanta pazienza e continuare un po’ su questa falsa riga e devi anche osare, magari una volta puoi farle una battuta (mi raccomando tono alto della voce, ti deve sentire bene).

Esempi di battute da dire (sono orientativi, conta molto di più il tono scherzoso che quello che effettivamente le dici):

  • Ma quanto corri?
  • Poi ti faccio l’antidoping.
  • Ma che hai preso una scorciatoia?
  • Prima o poi ti raggiungo!

Basta una frase semplice ed anche un po’ banale. Non devi “fare colpo” su di lei ma il tuo obiettivo è di diventare per lei f-a-m-i-l-i-a-r-e.

Diciamo che si qui è andata bene, ormai sono un paio di settimane e con questo metodo hai “conosciuto” un paio di ragazze, ora è arrivato il momento di fare un’azione più decisa.

Non ti posso dire di preciso cosa fare visto che non ho la minima idea di dove diavolo vai a correre, di solito nei parchi ci sono chioschi, zone con fontanelle o per lo stretching. Quando ci si ferma agisci, ci vai a parlare.

Ricorda che non siete estranei, non serve impressionarla o dire chissà che. In fondo siete lì per un piacere comune, per cui hai già un’eventuale argomento di conversazione che va benissimo.

A questo punto ti presenti usando tutte le armi di seduzione a tua disposizione:

  • Ironia
  • Leggerezza
  • Linguaggio del corpo
  • Aperto e spigliato.
  • Contatto Fisico.

Quest’ultimo va dosato con molta attenzione perché lei ha sempre il timore del solito maniaco. Per cui leggerissimo, giusto una stretta di mano o una spintarella scherzosa se ti prende in giro.

Ricorda che non deve essere una seduzione aggressiva volta al conquistarla subito, ma leggera, appunto, che la intrighi quel tanto che basta.

E poi la saluti e te ne vai

Non fare il solito “affamato-di-figa” che subito le chiedi numero, contatto Facebook, partita iva e cud!

La volta dopo quando correte la saluti con un bel sorriso e la ignori! Non deve pensare che sei li per lei ma le deve venire il dubbio che forse lei non ti interessa minimamente.

E tra una sua sega mentale e l’altra si ritroverà a pensare a te.

All’occasione seguente potrai molto tranquillamente chiederle il Instagram/Whatsapp (o l’odiato contatto Facebook se non vuole darti il numero) e portare la seduzione “fuori” dal parco.

Conclusioni per Conoscere ragazze al parco

Conoscere ragazze al parco, in modo particolare le amanti della corsa, è possibile ma come detto ha determinati problemi che dovrai affrontare e risolvere. Quello visto non deve essere un metodo “infallibile” ed “immodificabile” ma più che altro una linea guida sul come agire.

Il rischio di due di picche in questi casi è veramente molto alto, potresti incontrare ragazze già fidanzate, che hanno paura degli estranei. Non sono interessate a fare conoscenze ma solo correre e così via.

Il rischio è anche di perdere tempo dietro a persone che magari non sono costanti negli orari o giorni e passare settimane a sperare di incontrarle.

Per tutte queste ragioni ti consiglio prima di tutto di andare a corre per te stesso, per metterti in forma e stare meglio, se poi ti capita di conoscere ragazze al parco saprai come comportarti e che metodo base utilizzare.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *