Vai al contenuto

Cosa scrivere a una ragazza su chat e messaggi

Per ogni persona si deve capire il modo giusto di porsi, anche sulle chat in cui devi sapere cosa scrivere a una ragazza per non fare danni.

Perché il punto principale è che non si può sedurre una persona attraverso un telefono! Tutti questi strumenti servono invece per creare un terreno fertile e mettere in atto una strategia più ampia e complessa.

Tale metodo si deve vivere durante un appuntamento, quindi messaggi, direct o simili sono utili per valorizzare la seduzione, non per prenderne il posto.

Lo so che molti personaggi si inventano che si possa sedurre online, che devi incuriosirla, fare colpo o mostrare valore e tutta una serie di idiozie da chi vuole fare l’uomo, quando è solo un bimbo spaventato dalla vita.

Quindi, sapere cosa scrivere a una ragazza è utile per arrivare a un incontro, mandarle messaggi “simpatici” o foto per ricordare o farle sentire emozioni e simili è una dimostrazione di paura.

Chi si comporta così è un beta, perché non c’è bisogno di sentirsi ogni 2 ore per avere la conferma che possa essere interessata. Chi messaggia di continuo è un insicuro, e la ragazza lo percepisce in un attimo.

Cosa scrivere a una ragazza per incontrarla dal vivo

Un messaggio non suscita alcuna emozione, anche se credi che sia così – o che alcuni fenomeni del web ti dicono il contrario – ma non capita! Gli scrittori, quelli bravi, impiegano anni di studio (oltre ad avere talento), per suscitare emozioni con le parole.

E tu credi di poterlo fare quando, permettimi, non conosci la differenza tra un congiuntivo e un condizionale? Capita che molti vogliano “fare i fenomeni” e scrivono frasi finto-strappalacrime piene di errori che sono un via diretta per la zona amicizia o peggio.

Quindi la prima regola è la semplicità. Scrivile cose semplici, specialmente se a scuola prendevi 4 in italiano, ma anche se eri un potenziale Leopardi, evita di fare lo sdolcinato o tentare di farle sentire qualche emozione.

Lei sentirà il tuo tentativo e lo percepirà come qualcosa di poco naturale, di artefatto e finalizzato solo a conquistarla.

Meglio fare poco che troppo

Dopo più di 20 anni di esperienza nella seduzione ho imparato che, quando si tratta di donne, è sempre meglio fare qualcosa in meno che di troppo.

Perché eccedere, che sia con regali, complimenti o messaggi, ti fa sembrare (e spesso lo sei), insicuro oppure oppressivo (cosa molto peggiore).

Scriverle un messaggio e poi riscriverle dopo 2 ore perché non ti ha ancora risposto la farà andare su tutte le furie. Si infastidirà sentendosi sottopressione pensando che tu non hai di meglio da fare che aspettare la sua risposta fissando lo schermo del cellulare.

Seconda regola: non le rompere le palle. Te l’ho detto in modo un po’ rozzo ma credo che starle addosso sia uno degli errori commessi più di frequente. Lasciale il tempo di sentire la tua mancanza, ma anche di risponderti.

Se non lo fa subito potrebbe dipendere dal fatto che ha altri impegni, oppure che è una stronza o anche che tu non le interessi. In tutti i casi se le metti pressione l’effetto sarà di farla fuggire a tutta velocità.

Per sapere cosa scrivere a una ragazza allenati un po’

Non tutti sanno scrivere la cosa giusta e con i giusti tempi, alcuni hanno questa dote naturale che, senza pensarci troppo, gli evita di fare danni. Altri, a dire il vero quasi tutti, fanno una marea di errori

Però le nuove tecnologie sono strumenti utilissimi per allenarsi. Basta scaricarsi sul cellulare una app qualsiasi come Lovoo o anche Badoo e iniziare.

Parti dall’idea che non le stai usando per trovare la donna/uomo della tua vita, invece vuoi solo capire quali sono le migliori tecniche per scrivere a una persona senza fare danni per arrivare, al contrario, a un appuntamento.

In questo modo sarai molto più rilassato e ti farai davvero poche aspettative. Scrivi a chi ti interessa e chattaci senza pretendere nulla, vedi le sue reazioni e prova arispodnerle seguendo le regole che ti ho spiegato.

Per cui, terza regola: allenati con persone che non ti piacciono “troppo”, meglio se neanche le conosci.

Evita di parlare dei massimi sistemi, di solito

In linea di massima in una chat con una ragazza è meglio non fare discorsi troppo pesanti, che non significa impegnativi.

Un discorso è pesante quando ti lamenti molto, parli male di qualcuno e esasperi alcune tue emozioni come tristezza e rabbia. Se ti senti moto giù, meglio non scriverle (come vedi ritorna la seconda regola, meglio meno che troppo).

Specialmente all’inizio non ti infilare in discorsi su religione e politica, sono difficili da affrontare via messaggio. Al contrario potrebbero andare bene quando vi incontrate dal vivo quando il linguaggio del corpo e l’empatia evitano fraintendimenti e hai il tempo di spiegare eventuali incomprensioni.

Quarta regola direi che è la leggerezza, la capacità di sdrammatizzare e affrontare argomenti che senza dare giudizi o essere troppo netti (al limite dell’ottuso) nelle proprie affermazioni.

Cosa scrivere a una ragazza: non può essere un monologo

Si chiama interazione, o anche dialogo, quando due o più persone si scambiano idee e pareri riguardo uno specifico argomento.

Se le scrivi sempre e solo tu, e lei non pone domande o non dà alcuno spunto vitale alla vostra interazione, c’è qualcosa che non va.

Accettare una sua eccessiva passività è sintomo di “mancanza di alternative”, perché una così è noiosa fino alla morte. Eppure tu continui a scriverle e pendere dalle sue labbra.

Le devi anche dare l’opportunità, reale, di esporsi. Non accade quando le stai tu troppo addosso e non hai il coraggio di scomparire per un po’, oppure quando lei è davvero una persona noiosa e poco interessante.

Quinta regola: lasciale spazio per dire la sua, per interagire con te.

Oppure non le interessi e ti usa solo come banale passatempo. Mi chiederai, a questo punto, come fare per piacerle? Non attraverso un telefono. Per cui se lei non si dimostra interessata, segui le regole dette fin qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *