Vai al contenuto

Donna Alfa: creatura mitologica o essere reale?

Uno dei punti cardine di questo sito è il concetto di Maschio Alfa (non sto qui a spiegarlo, se ti interessa leggi i vari articoli), ma esiste la donna alfa?

In pratica c’è un equivalente femminile che abbia davvero valore e per cui valga la pena combattere fino alla fine anche a fronte di teorie deliranti tipo:

  • è una ragazza strana,
  • ha il problema che è timida,
  • è tanto cara ma avuto problemi,
  • le è morto il pesce rosso,
  • è una tipa difficile e orgogliosa,

e così a continuare all’infinito pur di giustificarla.

Donna alfa, non è l’equivalente dell’uomo alfa

Da subito, prima che qualcuno si faccia strane idee – donne comprese – dico che la donna alfa non ha “nulla” a che vedere con l’uomo alfa.

E non sto dicendo che non esiste, anzi, intendo dire che ciò che caratterizza (in linea di massima), l’alfaness non è qualcosa che hanno solo gli uomini o solo le donne.

Le ragazze non devono “imparare” dai ragazzi o dai modelli che il sistema ci propone. Essere Alfa è, per una donna, e dal mio punto di vista, qualcosa di diverso rispetto al maschio (e con questo non intendo dire né che sia peggiore né migliore), ma DIVERSO.

Esistono delle caratteristiche che sono sempre positive, per questo puoi leggere o l’ebook sul Maschio Alfa (scusate la lentezza con cui cambio i titoli ma vale anche per le donne, quindi Femmine Alfa), oppure sui vari articoli che trovi qui.

I super poteri della donna alfa

A mio avviso, una donna di questo tipo, oltre alle caratteristiche elencate nei vari articoli, ha qualcosa di più profondo e per certi versi mistico: la capacità di accogliere.

Il super potere delle donne è questo, e non solo dal punto di vista sessuale o culturale: la donna come vergine del focolare. Ma parlo di un’atavica capacità di saper accettare ciò che è diverso data la loro innata empatia e apertura mentale.

Le donne, per millenni, hanno imparato ad accettare prima di comprendere. A non giudicare con troppa superficialità cose che non conoscono. Forse è anche uno dei motivi per i quali l’aspetto fisico per loro ha meno importanza, che per gli uomini.

E poi sono attirare da uomini non tanto “forti”, quanto sicuri di sé e con una grande cultura (che come vedi è sempre un’arma di seduzione).

Rimani femmina!

La donna alfa non imita i comportamenti di un uomo arrogante per farsi valere, usa le sue armi femminili mantenendo la sua natura. Modificarla, per necessità, o per comodo, per quanto possa sembrare la scelta migliore in termini pratici (es. sul lavoro), porta a degli squilibri umani che sono ferite profonde.

Se da donna, e ti parlo da uomo, ti comporti come uno scaricatore di porto e mentre discutiamo hai modi aggressivi maschili, non risulti attraente, solo incazzata. Invece seduce molto di più una donna che mantiene le sue idee, con la capacità femminile dell’accogliere quelle altrui, e affronta un dialogo in modo diverso.

Non si tratta di essere una “gatta morta”, difendi i tuoi principi ricordandoti che una donna alfa non ha bisogno né di urlare, né tanto meno di imitare il modello maschile imperante in questa società che vi vuole tutte androgine e incazzate!

Se poi qualche femminista legge in questo articolo un tentativo di criticare la donna, di farla sentire sbagliata, ce lo legge lei. Sto solo dicendo che per stare bene con sé stessi (uomini o donne che siate), dovete accettare la vostra vera NATURA, amarla e accudirla.

  • L’uomo tenderà a difenderla con fare più “aggressivo”.
  • La donna con modi più furbi e apparentemente meno belligeranti.

Il fine non è combattere per dimostrare di essere forti, lo scopo è il contratto: non combattere perché si è talmente forti e sicuri della propria natura da non aver bisogno di dimostrare nulla a nessuno.

Cosa c’entra con la seduzione?

Gli ultimi articoli che pubblico sono più “aperti”, adatti a etero e gay ma più in generale per mostrare una via di pensiero – che non è giusta né sbagliata – ma solo differente rispetto a quanto molti ti propongono.

Capisci chi sei, cosa vuoi e fai di tutto per ottenerlo (di lecito e non violento!), Spero che adesso ti sia fatto/a un’idea un po’ più chi è un uomo alfa/donna alfa – almeno secondo il mio pensiero – che ti aiuterà sia a divenirlo, ma anche a sceglierlo.

La vita è breve, complicata e difficile, ma non è meglio viverla con accanto un alfa? Se poi ti innamori di un beta, a chi importa, ciò che conta è saperlo e magari dargli qualche piccola spinta per diventare lui stesso (o lei stessa) l’alfa che merita di essere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *