Donna stronza, cosa fare se te ne capita una

Cosa fare se ci capita, magari di innamorarsi, di una donna stronza? Ecco un interessante articolo scritto da una ragazza.

Ti consiglio di leggerlo con molta attenzione, perché il punto di vista femminile ti sarà utile per capire molte cose e sfatare altrettanti miti.

Le ho chiesto di scrivere con la sua massima sincerità, aprendo la mente e l’anima per non nascondersi dietro a mille paranoie come spesso capita. Conoscendo un minimo le donne, posso dire che è stata bravissima e che le sue parole sono quanto più vicino alla sua verità di possa essere.

Questo dovrebbe farti intuire che, le donne, non sono mai utili (o almeno molto poco), per quanto riguarda la seduzione femminile. In pratica poche hanno idea di come si seduca una donna, quindi chiedere loro consiglio è molto pericoloso.

Da cosa dipende? Noi uomini siamo molto più semplici, loro sono davvero un mare in tempesta, ognuna molto diversa – di media – dall’altra, con fantasie, bisogni e desideri tanto disparati da rendere la seduzione non standardizzabile.

E qui entrano in campo alcune tue “capacità” o tecniche che possiamo risvegliare:

  1. linguaggio del corpo,
  2. empatia,
  3. contatto fisico.

Esistono molti strumenti per sedurre, ma per capire un minimo le donne, questi tre sono fondamentali.

Donne stronze ma anche uomini bastardi

Di recente su ilSensei.it è stato pubblicato un articolo dal titolo donne stronze e uomini bastardi: dopo averlo letto, da donna, e da appassionata di seduzione, mi sono trovata a riflettere su questa particolare categoria femminile, che sembra piacere molto a voi uomini.

donna stronzaInnanzitutto cosa intendiamo quando diciamo che la ragazza che ci piace è una stronza o come dicono in inglese semplicemente Bitch?

Credo che le parole siano importanti e quando definiamo così una donna influenziamo inevitabilmente anche i nostri pensieri, e di conseguenza le nostre azioni, verso questa persona.

Se pensiamo poi che la società e la cultura spesso ci propongono un modello, femminile e maschile, dove il termine stronza o bastardo vengono associati a persone di successo, sicure di sé, belle e vincenti.

Il rischio  di attribuire a questa parola, e di conseguenza alla persona a cui la associamo, più valore e potere di quello che merita nella realtà è alto.

Spesso, dietro a una donna stronza, non c’è una donna forte, indipendente e di valore ma una persona bisognosa, insicura e piena di paure. Una persona che ha bisogno di abbassare il vostro valore e la vostra autostima per sentirsi meglio.

La verità, di solito, è che si considera lei molto poco e l’unico modo che conosce per sentirsi meglio è far sentire una voi meno di una pezza da piedi.

Se glielo permettete entrate dritto dritto nel Regno degli Orsetti del Cuore, senza neanche passare dal via!

Se invece fate i bastardi avete buone probabilità che caschi ai vostri piedi, perché sarete voi a “svalutarla”, che è ciò di cui alla fine ha veramente bisogno.

Tutto questo è sano come mangiare tutti i giorni al fast food, ma se vi piace lo stesso, e siete comunque convinti di voler stare con lei, proviamo prima di tutto ad individuare in che tipologia di donne stronze si trova.

Le varie tipologie di donna stronza

È vero che ogni persona è diversa ma, attraverso l’esperienza, si possono fare alcune considerazioni di massima.

  1. Alcune donne stronze, lo sono punto e stop. Lo sono dall’inizio, dal primo approccio, e lo sono con tutti. Che sia per diffidenza, carattere, chiusura poco importa. Quello che conta sapere è che questa è la persona con cui avete a che fare: se volete continuare a sedurla vi deve piacere così com’è, acida, scostante, fredda, cinica e diffidente. Se vi piace ma vi piacerebbe di più che fosse più dolce, affettuosa e accogliente cambiate obiettivo. Questa donna non fa per voi.
  2. Alcune donne fanno le stronze solo perché hanno letto il libro “Gli uomini preferiscono le stronze“. In genere sono ex brave ragazze, ma neanche tanto ex, che avendo ricevuto tante sane batoste emotive dal bastardo di turno, che poi si trasforma in zerbino davanti alla prima stronza che passa per strada, hanno capito che forse un po’ di sana cattiveria nella vita non guasta. Sono quelle che rispondono dopo ore agli sms, rimandano qualche appuntamento, non accettano inviti all’ultimo minuto, non te la danno la prima sera. Anche se hanno voglia di saltarvi addosso già all’aperitivo, si trattengono e lo fanno per strategia di seduzione. Con queste donne c’è poco da fare, perché se s’impegnano e si sforzano così tanto da applicare queste strategie vuol dire che avete già fatto quello che serve. Perché lo faranno solo se gli piacete abbastanza. Non sprecano mica tutte queste energie per uno che non gli piace, con quello gli viene naturale, comportarsi male.
  3. C’è quella che quando lo fa è perché non gliene frega un cavolo di voi e vuole solo usarvi. Per i vostri soldi, per le attenzioni o i piaceri che potete farle, per esercitare il suo potere o anche solo per bere gratis. Sono donne stronze che hanno imparato bene come manipolare voi maschietti. Questa categoria meriterebbe un articolo a parte, incentrato però sul farvi un C…. così, perché molti di voi non hanno ancora capito che una così andrebbe solo mandata a quel paese.
  4. Poi ci sono le “stronze di passaggio“, quelle che lo sono solo in un particolare momento della vita. Sono donne che magari sono appena uscite da una relazione con un bastardo, o che non hanno ricucito vecchie ferite d’amore. Sono così per difesa, per paura di essere ferite ancora. Così tengono lontana ogni possibilità di soffrire ulteriormente. Con loro serve tanta pazienza, tempo, leggerezza e un po’ di sano menefreghismo. Di quello che non ti fa dare tanta importanza a certi atteggiamenti, rispedendoli così al mittente. Attenzione: questo non significa accettare tutto: qui la linea fra pazienza e zerbinismo è sottile. Per me la linea è sorpassata quando si sconfina nella maleducazione e mancanza di rispetto. Ognuno è responsabile, per se stesso, di quello che fa entrare oppure no nella sua vita..
  5. C’ anche la donna stronza solo perché non ha altre armi, oltre a quello e forse alla bellezza, per sedurre. Sicuri di volere al vostro fianco una donna così? Se la risposta è si allora fatevi delle domande. Ne avete un gran bisogno!
  6. Infine abbiamo le “donne stronze in seconda battuta“. Sono quelle di cui parla Sensei nell’articolo sopracitato. Con questa categoria solitamente si parte alla grande: attrazione, complicità, sesso (scopare con loro è una vera magia) e confidenza. In una parola intimità. In questo caso tutte le precedenti fasi di seduzione sono andate alla grande: il suo linguaggio del corpo dice che le piacete, il contatto fisico è intimo e si è già arrivati al sesso, insomma siete già in un rapporto fra due persone. Poi, quando l’intimità raggiunge il culmine (in genere in breve tempo) ecco che diventano stronze. Si allontanano, criticano tutto quello che fate, diventano fredde, non si fanno sentire per giorni, non ve la danno neanche a morire. Queste donne sono le più difficili da trattare e anche quelle più insicure e piene di paure. Perché qui il problema non è che non le piacete abbastanza ma, spesso, che le piacete troppo. Sono persone che hanno tali ferite e paure da distruggere tutto ciò che è intimo e caldo. Tutto ciò che fa stare bene, solo perché non lo conoscono. In questo caso quello che le fa stare bene è stare con voi, quindi siete voi quelli da distruggere.

 

Cosa fare quando avete a che fare con una “donna stronza in seconda battuta”

Questa tipologia di donne solitamente è molto complicata da affrontare, di solito sono tipe che si allontanano da voi dopo un momento di apice d’intimità, per cui la seduzione o anche il solo tenerle accanto è complicato, i comportamenti da tenere, di base, sono i seguenti:

  • Fermati, non fare nulla. Applicare un reset, in cui non la cercate e la lasciate stare. Niente sms, chiamate, passare sotto casa o nei luoghi che frequenta per vederla. Non per migliorarvi al fine di sedurla e conquistarla. Perché il problema non siete voi, ma le sue paure. Di cui solo lei può farsi carico. Voi non siete il suo terapeuta né il suo amichetto del cuore. Stando fermi, oltre a lasciare lo spazio a lei per riflettere ed eventualmente maturare, ritrovate anche voi il vostro “centro” ed equilibrio. Perché un’energia distruttiva come quella che queste donne stronze elargiscono destabilizzerebbe chiunque.
  • Mentre state fermi cercate di capire cosa volete voi da una donna e da una relazione che dovrebbe sempre far stare meglio non peggio. È giusto accettare le persone a cui teniamo per quello che sono, con le loro paure e fragilità ed è giusto anche sostenerle nella loro crescita e maturazione. Ma questo va bene se l’altra persona è la prima a farsi carico del superamento di queste difficoltà; se lascia a voi tutto il peso significa anche che ne darà a voi tutta la responsabilità qualora le cose non funzionassero. E le cose sicuramente non funzioneranno: si deve essere in due per farle funzionare, e ognuno deve fare la sua parte. Si è una squadra in cui entrambi vincono, se uno dei due, per vincere, ha bisogno che l’altro perda allora non è una relazione, è un suicidio emotivo: il vostro.
  • So che morite dalla voglia di sentirla ma aspettate: lasciate il tempo di riflettere e che anche lei rielabori quanto successo. Può essere si faccia risentire come no, ora questo non si può sapere. E se non lo farà e la volete ancora sarete voi a farlo, ma non ora. Lo stato emotivo con cui fate le cose è fondamentale, mentre aspettate prendetevi cura del vostro facendo ciò che vi fa stare bene. E scommetto che passare il tempo a casa a rileggere i suoi sms e legarsi le mani per non mandargliene uno non vi fa stare bene.
  • Quando sarete pronti potete anche ricontattarla, qui non c’è nessuna strategia di seduzione che vi dia la sicurezza che le cose andranno bene, o perlomeno meglio. L’unica cosa che potete fare è non farle pressioni, invitarla per un semplice caffè e due chiacchiere. Essere leggeri e farla stare bene. Che non significa fare finta che prima non sia successo niente. Dovete anche essere chiari, con voi stessi e con lei, su quali sono le vostre condizioni, senza accuse, pesantezze o tragedie, ma perché voi avete chiaro cosa volete in una relazione e siete abbastanza maschio alfa da prendervi la responsabilità di portare avanti i vostri valori e desideri. A quel punto avrete fatto la vostra parte con la donna stronza. Non potete fare altro che ascoltarla e capire se anche lei è disposta a fare la sua. Se non lo è lasciala andare: sarebbe l’ennesimo suicidio emotivo.

Comunque vada dobbiamo sempre ricordarci che non tutto dipende da noi e , per quanto banale, a volte le cose vanno come devono andare. E non c’è strategia che tenga, anche con una  donna stronza.

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. Buratti Renato ha detto:

    Ho letto il da farsi con una donna stronza in seconda battuta e devo dire che sono rimasto a bocca aperta.Descrive la mia situazione con una precisione incredibile.Grazie dei consigli e ora la rabbia ha preso il posto dello sconforto ho le idee chiare e mi comporterò esattamente come avete consigliato soprattutto per amore verso me stesso. Grazie ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *