Escalation del contatto fisico per sedurre

Saper fare una buona escalation del contatto fisico è essenziale per sedurre una donna perché toccandola, possiamo generare in lei emozioni e sensazioni. Oltre alla consapevolezza che non hai paura di metterti in gioco e mostrarti.

Chi tocca, nel modo giusto rispettoso ed educato, è anche una persona che non teme il giudizio e che è sfacciato quel tanto che basta.

Il contatto fisico è da sempre un collante sociale, sia nell’animale che nell’uomo, e non farlo significa finire direttamente in zona amicizia. In questo articolo ti spiegherò come farlo, i modi, tempi e tecniche per usarlo come arma di seduzione senza essere maleducato o invadente.

Come fare l’escalation del contatto fisico

Saper fare contatto fisico dipende molto dalle “tempistiche”, infatti funziona bene se si segue un crescendo non troppo veloce che non metta a disagio la possibile preda.

Questa tipologia di escalation non è unica, immutabile e con regole ferree, ma presume che tu osservi le sue reazioni. In alcuni casi potresti fare un periodo molto lungo nei punti 1. e 2. (a volte anche di giorni) per poi spingere più velocemente fino al punto 6.

Ti suggerisco di studiare il linguaggio del corpo per capire meglio le sue reazioni (vedi in modo particolare l’ebook), e di sviluppare al meglio la tua empatia.

Di seguito una linea guida sul contatto fisico:

  1. Devi osservarla, percepire il momento del suo primo contatto fisico è fondamentale per poterlo replicare nel modo più simile possibile.
  2. Casualità. La tua risposta deve essere abbastanza casuale, in modo da non “allarmarla” subito. Potrebbe avere paura del giudizio altrui, o del tuo addirittura!
  3. Il contatto deve essere poco serio, giocoso. Quando lei fa una battuta o dice qualcosa di scherzoso potresti darle un buffetto o sfiorare la tua spalla sulla sua facendole un bel sorriso. Devi essere quasi amichevole, ma leggero.
  4. Pseudo-casuale. Devi fare un gesto che potrebbe essere interpretato come casuale, ma che PALESEMENTE non lo è. Un espediente simpatico è quello di dirle che puoi leggerle la mano e PRENDERLA senza aspettare che ti risponda o meno. Oppure puoi prenderla in giro sul fatto che ha le mani palmate ecc… insomma in questo caso un po’ di fantasia e faccia tosta.
  5. Seduttivo. A questo punto devi fare un passo in più, devi prenderla, nel vero senso della parola. Se passeggiate prendila per un braccio e tirala a te se le devi dire qualcosa. Oppure se siete fermi da qualche parte cingila con un braccio intorno alla vita. Devi aumentare la superficie del vostro contatto. È ESSENZIALE questo punto per non finire nella zona asessuata e rimanere un suo AMICO.
  6. Ultimo test. Riduci le distanze al limite, soprattutto dei vostri volti, quando parlate devi stare a pochi centimetri da lei, come se bastasse un minuscolo movimento per farvi baciare.

Devi imparare a vedere le sue reazioni, è fondamentale per evitare di essere troppo invadente.

Capire le sue reazioni per agire di conseguenza

Se ti sembra che non gradisca quello che stai facendo, fai un passo indietro, se ne renderà conto ed apprezzerà.

Diciamo che orientativamente devi “scalare” due marce se lei sembra non gradire (es. sei al punto 6 scala fino al punto 4 per poi ricominciare a salire).

Questo capita perché hai spinto troppo sull’acceleratore non creando la giusta “connessione” tra di voi. Potrebbe sembrarti molto complicato, ma in realtà è più semplice di quanto immagini, non avere timore di fare due passi indietro, lei apprezzerà che hai capito e non se la prenderà minimamente.

Se vuoi alzare la “temperatura” è il momento di rischiare un po’, devi essere spregiudicato ed avere tanta faccia tosta. Un bacio sul collo senza neanche una parola, dato al momento giusto può essere dirompente.

Flirta con lei e soprattutto stuzzicala fisicamente, accarezzala e massaggiala per poi ignorarla per un po’ per farle sentire la tua mancanza. Prova a fare cose che non hai mai neanche immaginato!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *