Forza mentale: 3 segreti degli psicologici per essere un Alfa

Questo interessantissimo articolo sulla forza mentale (vedi le fonti alla fine), ci mostra quali debbano essere le caratteristiche primarie di una persona sicura, con forte autostima, un alfa insomma! 

La psicologa racconta: Quando lavoravo per l’FBI, ho appreso che gli agenti avevano bisogno della forza mentale per superare i casi difficili che possono durare anche anni. Ho imparato che ignorare i casi problematici non avrebbe dato loro alcun beneficio. Ho dovuto imparare come affrontare i problemi fino a quando ho trovato una risposta.

Eppure, dopo essermi ritirata dall’FBI, mi sono trovato ancora circondato da problemi di vita in generale, che non potevano essere ignorati solo perché erano difficili e scomodi.

Ho visto che avevo ancora bisogno della stessa durezza mentale che avevo sviluppato come agente dell’FBI per superare i nuovi e diversi ostacoli e barriere nella mia vita.

La forza mentale è fraintesa da molte persone

Troppo spesso, è associato a una mentalità dura che rifiuta di cedere quando le circostanze cambiano.

Questo non è il quadro completo, però.

La forza mentale è la capacità di gestire le tue emozioni e controllare i tuoi pensieri e comportamenti in modi che ti consentiranno di raggiungere il successo. Non è qualcosa con cui sei nato – è qualcosa che puoi imparare – e non solo nei momenti difficili.

“Guarda i tuoi pensieri; diventano parole. Guarda le tue parole; diventano azioni. Guarda le tue azioni; diventano abitudine. Guarda le tue abitudini; diventano personaggi. Guarda il tuo personaggio; diventa il tuo destino ” Lao Tzu.

I nostri cervelli sono cablati per renderci creature emotive, prima di tutto.

Non importa quanto noi pensiamo di essere forti e autocontrollati, la nostra prima reazione sarà SEMPRE emozionale.

Possiamo smorzare o negare le nostre emozioni, ma ci stiamo prendendo in giro se pensiamo di poter effettivamente controllare il modo in cui il nostro cervello elabora le emozioni.

Hai comunque il controllo totale sui pensieri che seguono un’emozione. Se hai il controllo, hai anche un grande potere sul modo in cui reagisci alle tue emozioni e alla situazione che lo ha creato.

Ecco 3 segreti della psicologia su come essere mentalmente forti.

Segreto n.1: Chiarezza della visione

Alcune persone hanno la fortuna di sapere subito cosa fare della loro vita, quale sarà il loro cammino e senza alcuna fatica conseguono i loro obiettivi.

All’epoca ero preoccupato di diventare un perdente e di come spiegarlo ai miei genitori. Ora capisco che la maggior parte della gente fatica a capire cosa vogliono fare con se stessi. Non ero un mostro o un perdente.

La domanda più grande a cui devi rispondere è “Come faccio a scoprire cosa è importante per me?”

La durezza mentale richiede chiarezza di visione di te stesso e di dove sei diretto nella vita. È quello che ti darà la spinta giusta per eccellere.

Ci vuole disciplina e perseveranza per non accontentarsi della mediocrità. Ciò che è importante è diverso per tutti noi, ma le persone mentalmente forti scoprono ciò che vogliono dalla vita e quello che faranno per realizzarlo.

“Ci sono due grandi giorni nella vita di una persona – il giorno in cui nasciamo e il giorno in cui scopriamo il perché” – William Barclay

Il lavoro dello psicologo Mihaly Csiksgentmihalyi nel campo della psicologia positiva ha identificato il concetto di flusso, uno stato mentale in cui le persone sono così coinvolte in un’attività che nient’altro sembrava avere importanza.

Csikszentmihalyi e i suoi colleghi hanno scoperto che le persone intrinsecamente motivate avevano più probabilità di essere indirizzate agli obiettivi.  E in più di godersi le sfide che avrebbero portato ad un aumento della soddisfazione generale.

Come farlo funzionare per te: quando è stata l’ultima volta che sei stato così assorto nel lavoro che hai dimenticato di mangiare?

Quando eri così coinvolto in un’attività che nient’altro sembrava importare?

Questo è uno stato di flusso. Guarda indietro nel tuo giorno, settimana o mese e individua quei momenti in cui ti sei sentito impegnato e realizzato. Questo è il lavoro che è importante per te.

2. Lega gli obiettivi ai valori

Una volta identificato il lavoro importante, è il momento di fissare degli obiettivi che ci sposteranno in quella direzione. Quando si tratta di fissare obiettivi, non mancano gli allenatori, i libri di auto-aiuto e i guru che sono disposti a offrire il loro consiglio esperto a un prezzo.

I risultati sono garantiti, a patto che i soldi continuino ad aumentare.

Quando i nostri obiettivi sono grandi, spesso è difficile sapere da dove cominciare.

Oppure, iniziamo con tutto e dimentichiamo che la vita è imprevedibile. Di conseguenza, ci sentiamo colpevoli quando perdiamo un obiettivo, il che porta a una risposta del tipo: “Ricomincerò di nuovo lunedì”.

Gli psicologi hanno scoperto che le persone che perseguono obiettivi che soddisfano i loro valori più profondi sono più motivate a perseverare e a non arrendersi. I valori sono quelle cose che sono più grandi di te. Sono più che piacevoli e fugaci momenti di felicità.

“Una dichiarazione di intenti non è qualcosa che scrivi durante la notte…”Ma fondamentalmente, la tua missione diventa la tua costituzione, la solida espressione della tua visione e dei tuoi valori. Diventa il criterio con cui misuri tutto il resto della tua vita “-Stephen Covey

Quando usciamo da scuola, siamo pronti a conquistare il Mondo. Siamo giovani, corriamo veloce e abbiamo un sacco di energia. Funziona per un po ‘, ma se i nostri obiettivi non soddisfano un bisogno interiore, rallentiamo quando la mezza età ci colpisce.

Ognuno ha valori diversi, ma è fondamentale approfondire per scoprire i valori che ti porteranno alla crescita personale e alle relazioni intime.

Sono in netto contrasto con i premi estrinseci come il denaro, lo status e la fama. Se nessuno dei tuoi obiettivi è allineato con ciò che è più significativo per te nella vita, apporta alcune modifiche per portare i tuoi valori più nella tua vita quotidiana.

3. Domina la tua mente

Il nostro cervello è un chiacchierone che non si ferma mai.

Si stima che diciamo tra 300 e 1.000 parole a noi stessi al minuto. Il nostro cervello si spaventa quando ci confrontiamo con l’ignoto perché il suo compito è di tenerci all’erta per il pericolo che ci attende.

Urla, “Stai per morire!” O qualcosa di simile.

Ecco cosa il tuo cervello non sa: non tutto ciò che è nuovo e sconosciuto, è una minaccia alla tua sicurezza.

“Niente può fermare l’uomo con il giusto atteggiamento mentale dal raggiungere il suo obiettivo, nulla sulla terra può aiutare l’uomo con l’atteggiamento mentale sbagliato” – Thomas Jefferson

Lo psicologo Martin Seligman ha aperto la strada alla scienza dietro il pensiero positivo.

Sostiene che, proprio come la durezza mentale, l’ottimismo acquisito è una mentalità che possiamo sviluppare e coltivare. Secondo Seligman, il nostro stile esplicativo è la storia che ci raccontiamo quando accadono cose brutte.

Identifica tre elementi: Permanenza, Pervasività e Personalità (chiamate anche le 3 P).

Un preoccupato (o pessimista) si pone in questo modo:

  • Durerà a lungo. (“Questo non cambierà mai.”)
  • È universale. (“Questo succede sempre.”)
  • È colpa loro. (“Sono terribile in questo.”)

Un idealista (o pensatore positivo) si dice che la cosa cattiva:

  • È temporaneo. (“Succede occasionalmente ma non è un grosso problema.”)
  • Ha una causa specifica e non è universale. (“Quando il mercato cambia non sarà un problema.”)
  • Non è colpa loro. (“Non è stato il mio giorno fortunato.”)

Come farlo funzionare per te: quando ti trovi di fronte a un ostacolo o a un posto di blocco la prossima volta, ricorda le 3 P e lancia la sceneggiatura.

  • Non guardare un posto di blocco come permanente, solo temporaneo.
  • Piuttosto che un ostacolo pervasivo e inevitabile, è una situazione unica.
  • Invece di personalizzare la difficoltà e fare tutto su di te, sviluppa un atteggiamento non-tutto-colpa mia.

Nel tempo, puoi diventare un pensatore positivo che è mentalmente duro. Seligman mette in guardia dal guardare la vita attraverso occhiali color rosa, comunque.

La forza mentale è nelle tue mani

Dice che ci sono prove che gli idealisti (ottimisti, i maschi alfa) possono distorcere la realtà in modo egoistico mentre i preoccupati (pessimisti) tendono a vedere la realtà con maggiore precisione.

Non aspettare una situazione difficile per mettere alla prova la tua forza mentale; metti in pratica queste strategie in modo che tu sia pronto per qualsiasi cosa ti capiti.

https://www.smartbrief.com, Larae Quy

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *