Gentilezza per conquistare una donna senza diventare zerbino

gentilezza per conquistare una donna 

Si può utilizzare la gentilezza per conquistare una donna oppure è certo che lei ti vedrà come un beta, uno zerbino o un orsetto del cuore?

Essere gentili è, prima di tutto, una dote innata che ognuno di noi può coltivare, ma non è un’arma di seduzione che applichi e in automatico tutte cadranno ai tuoi piedi.

Non è neanche un errore, con le ragazze, essere gentili. Anzi, spesso bastano piccoli gesti, che indicano attenzione verso l’altra, per conquistare.

L’empatia e la gentilezza vanno di pari passo, una persona empatica comprende i bisogni altrui e agisce per far stare meglio l’altro. Se però si è impauriti, o anche timidi, si rischia di capire l’altro senza fare nulla per dimostrargli interesse.

Gentilezza per conquistare una donna: come potrebbe essere valutata dagli altri

Quando si è gentili c’è sempre il rischio di essere visti come deboli e smidollati. C’è un’idea malsana che confonde, ad esempio, anche la galanteria con il viscidume di molti che agiscono perché hanno un fine secondario.

La gentilezza per conquistare una donna è tale se, e questa è la parte più difficile, non si agisce per sedurla ma solo perché è bello e giusto essere gentili.

Allo stesso tempo, essere gentili, non porta in automatico alla seduzione perché non lo è. O almeno non lo è da sola quando a essa vanno aggiunte una serie di altre azioni essenziali per conquistare una ragazza.

Esempio: se fai solo contatto fisico, ma escludi tutto il resto, sembrerai solo un viscidone che palpa le ragazze! 

Esagerare è sempre sbagliato

Come vedi basta poco per trasformare “armi di seduzione” in strumenti per auto-infliggersi dolore! L’equilibrio, specialmente quando si è poco esperti, è la chiave per non essere fraintesi e veicolare il giusto messaggio di interesse.

Si dovrebbe essere gentili, ma anche una persona assertiva e sicura di sé che non si fa mettere i piedi in testa. Puoi essere paziente, ma non sei la spalla su cui piange e si sfoga ogni singolo individuo solo perché ti vede gentile.

Come vedi anche l’assertività è essenziale in seduzione. Sapersi far rispettare e saper esprimere i propri bisogni per non essere considerati degli psicologi porta-a-porta.

Sii gentile con tutti, fintanto che dimostrano gratitudine, non è un modo per avere qualcosa in cambio. Immagina se tutti fossero gentili, il mondo sarebbe molto migliore e si eviterebbero tante discussioni e litigi.

Se tu sei l’unico gentile, persone arroganti e aggressive valuteranno il tuo comportamento come un atto di debolezza e se ne approfitteranno.

Gentilezza per conquistare una donna: tutto si basa sull’equilibrio

La base necessaria è data dall’equilibrio di tanti elementi, che poi sono ciò che fa di te una persona. Ma se una parte di te prendesse il sopravvento sulle altre? Come per il contatto fisico, gli eccessi non portano quasi mai nulla di buono.

Io vorrei che tutti fossero gentili e provo ad esserlo sempre. In palestra, alle fontanelle per bere o riempiere le borracce, facevo sempre passare avanti le donne per una forma MIA di galanteria e gentilezza.

Che fossero belle, brutte o giovani non mi importava. Se vedevo un ragazzo che andava di fretta perché gli iniziava la lezione, lo lasciavo passare. Ma se non mi ringraziavano, a volte basta un cenno o un sorriso, la volta dopo perdevano il “privilegio”.

Non è una regola esatta e perfetta, ma è la mia regola. E tu dovrai fartene delle tue perché voglio che tu sia gentile con il prossimo, ma lo puoi essere davvero solo se:

  1. non hai un secondo fine,
  2. e se prima di loro rispetti e sei gentile con te stesso.

Le persone che hanno una bassa autostima, di solito, danno e si dimostrano gentili ma non hanno tale attenzione verso la loro persona perché pensano di non valere abbastanza.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *