Il profilattico: una guida per metterlo nel modo corretto

profilattico

Impariamo a mettere il profilattico correttamente e capiamo come può migliorare la nostra vita di coppia.

Il profilattico è uno dei metodi contraccettivi più diffusi che ha l’ulteriore vantaggio di proteggere dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Amato e odiato, se usato nella maniera corretta e con intelligenza ci può regale indimenticabili rapporti sessuali e magari portare un po’ di novità ad una coppia ormai stanca.

Come mettere il profilattico correttamente

Sicuramente è il tuo migliore alleato, ma è fondamentale capire come metterlo nel modo giusto se non vuoi rischiare una gravidanza inattesa. Che tu sia uomo o donna, obbliga il tuo parner a metterlo sempre!

Ecco le regole fondamentali da seguire per mettere il profilattico nel modo giusto:

  • se hai già iniziato i preliminari e vi siete “abbondantemente” toccati e accarezzati, lavatevi bene le mani prima di aprire la confezione che lo contiene. Magari nella foga della passione ti è finito del liquido seminale sulla mano ed è meglio che non vada troppo in giro,
  • apri la confezione delicatamente e fai attenzione a non romperlo con le unghie (mai aprirlo con i denti),
  • appoggia il lato giusto del profilattico sul glande (se sbagli lato, prendine uno nuovo),
  • srotolalo per tutta la lunghezza del pene in erezione stringendo il serbatoio tra l’indice e il pollice per eliminare le bolle d’aria,
  • se utilizzi lubrificanti, prendi quelli a base acquosa, perché quelli oleosi (come la vasellina) rischiano di rovinare la superficie del profilattico.

È altrettanto importante rimuoverlo (dopo il sesso) nella maniera corretta per non pregiudicare la situazione proprio alla fine del rapporto.

  • quando sfili il pene dalla vagina, tieni il profilattico con le dita alla base del pene per evitare che si sfili e rimanga dentro,
  • prima di buttarlo controlla che sia integro.

Le regole per usarlo correttamente

Abbiamo visto che usare il profilattico in un rapporto sessuale ha molti vantaggi, ma è anche importante usarlo correttamente. 

  • Metti il profilattico fin dall’inizio del rapporto.

Molti fanno l’errore di iniziare la penetrazione e di indossarlo solo quando l’eiaculazione è vicina, ma anche durante il rapporto fuoriesce dal pene un liquido lubrificante che può contenere qualche spermatozoo indisciplinato.

  • Non srotolare completamente il preservativo prima di inserirlo.

Srotola il preservativo sul tuo pene in erezione finché basta. A meno che te non abbia le misure di Rocco Siffredi, o voglia gonfiarlo come un palloncino per giocarci, non hai bisogno di srotolarlo completamente.

  • Non lasciare l’aria all’interno del preservativo.

Nella punta del preservativo non deve rimanere dell’aria, altrimenti durante la penetrazione a causa dell’aumento della pressione, rischi di romperlo e magari te ne accorgi troppo tardi.

  • Attenzione a non lacerarlo mentre lo metti.

Apri la bustina con attenzione usando le dita e non i denti o oggetti taglienti. Se invece è lei a scartarlo dille di stare attenta agli anelli e alle unghie altrimenti rischia di lacerarlo.

  • Conserva il profilattico nel modo giusto.

Il profilattico è come il latte, ha una data di scadenza che non deve essere superata. Inoltre evita di lasciarlo per troppo tempo nel portafogli o nella tasca posteriore dei pantaloni.

  • Non riutilizzare il preservativo usato.

Mi sembra superfluo dirlo, ma è sempre meglio ricordarlo.

Il profilattico nella coppia

La monotonia e la routine quotidiana spesso distruggono una buona relazione di coppia. All’inizio è tutto bello. Ogni occasione è buona per fare sesso ma poi con il passare del tempo i rapporti sessuali si fanno sempre più sporadici e il sesso diventa quasi un obbligo.

Con il passare del tempo le coppie cercano di evitare il sesso perché diventa pesante, una specie di costrizione. Così si cerca di trovare soddisfazione nella coppia facendo altre cose e passando il tempo insieme in altro modo. Il sesso è una componente fondamentale per avere una relazione soddisfacente ed è necessario farlo “bene” per non rischiare di compromettere il rapporto.

Fatta questa premessa, il preservativo potrebbe essere usato nella coppia per portare un po’ di fantasia nei rapporti sessuali e un po’ di novità sotto le coperte.

Mettiamo un po’ di colore tra le lenzuola

Ad esempio potresti usare il preservativo colorato al posto di quello trasparente, triste e sempre uguale.

Ce ne sono di tanti colori e potrebbe diventare una specie di linguaggio segreto della coppia: quando utilizzi il preservativo rosso sei passionale e hai voglia di rapporti lunghi e focosi. Quando metti il preservativo verde ti sento rilassato e preferisci intimità e coccole.

Ovviamente non ti porterà vantaggi dal punto di vista tecnico, ma, se date sfoggio alla vostra fantasia, un semplice cambio di colore potrà darvi grandi soddisfazioni e creare la giusta atmosfera.

Per i più fantasiosi ci sono i preservativi che si illuminano di notte. Ovviamente non hanno una lampadina attaccata con una batteria, ma sono fatti di materiale fosforescente che accumula la luce quando i lampadari sono accesi e poi la rilascia lentamente quando si spegne la luce.

Il profilattico aromatizzato è quello al sapore di frutta ideale per il sesso orale e per chi è appassionato dei preliminari. Ci sono tanti gusti, da quelli tropicali, a quelli alla frutta fino ad arrivare al cioccolato ed aromi più dolci.

Il profilattico stimolante e quello ritardante

Quello stimolante è quello che aumenta il piacere sessuale alla donna che ha difficoltà a raggiungere l’orgasmo. È fatto da molte nervature sulla sua superficie che stimolano i punti di piacere femminili.

E quello ritardante è utile per combattere l’ eiaculazione precoce e per durare di più a letto in quanto nel suo interno c’è una sostanza lievemente anestetizzante capace di diminuire le sensazioni eccitanti per l’uomo.

Non solo gravidanze…

Purtroppo si pensa che un profilattico serva solo per evitare gravidanze inattese. Così se si usano altri metodi anticoncezionali – come la pillola ad esempio – si decide di non usarlo. 

Le malattie sessualmente trasmissibili sono in grande aumento, soprattutto tra giovani e donne. Si parla poco di HIV solo perché, in questa società orribile, non è più di moda ed esistono terapie di supporto.

Anni fa si moriva di AIDS, adesso con gli antiretrovirali le persone hanno un’aspettativa di vita di 30-40 anni. Ma sono sempre e comunque sieropositivi, in grado di infettare gli altri e le medicine appena menzionate hanno gravi effetti collaterali.

Fai il test per l’HIV ogni 6 mesi (o sarebbe meglio anche 3) se hai più rapporti occasionali. Il profilattico è uno strumento che salva la vita, e poi ti fa stare più tranquillo perché quasi si azzerano rischi di gravidanze e malattie sessualmente trasmissibili (non solo il virus dell’HIV).

Se lui/lei preferisce fare sesso senza profilattico, prova a convincerlo che è meglio per entrambi, e se poi proprio non vuole, che si goda una sana masturbazione e tu puoi cercarti qualcuno che abbi un minimo di cervello in più.

Potrebbero interessarti anche...

4 risposte

  1. Junior Senior ha detto:

    Ciao Sensei! Un parere su questa ragazza, africana come le ultime. Conosciuta su Lovoo, ci vediamo la prima volta per pochi minuti, poi le chiedo un altro appuntamento e subito mi invita in chat ad andare da lei per fare sesso! In quel momento non potevo e rimando.
    Arriva il giorno in cui ci vediamo, da me, e scopiamo. Il secondo appuntamento salta perché lei voleva essere presa a casa e riaccompagnata, per non fare meno di 1km di strada! Rimando: non prendo l’auto per soddisfare i suoi capricci.
    Concordiamo un altro appuntamento per giovedì scorso, ma me lo annulla due ore prima per “un imprevisto”. Comincio a sospettare che cerchi scuse per scaricarmi, ma non sono sicuro.
    A me va bene tenerla come scopamica, e vorrei proporle un altro incontro, ma senza essere costretto a farle da tassista sempre. Ho pensato di re-invitarla lasciando passare 7-10 giorni, per farle venire un po’ il timore di avermi perso, magari sperando che si faccia viva lei. Tu che faresti?
    Grazie :))

    • ilSensei ha detto:

      Non mi chiedere cosa farei io, siamo due persone diverse con esperienze e desideri differenti. Se la vuoi come scompamica, accetta di farle da tassista e non fare il finto fenomeno.

    • Junior Senior ha detto:

      Si, intendevo cosa faresti per tenerla come scopamica: a lei interessa solo quello, è chiaro, e a me sta bene. Non voglio fare il fenomeno, però nemmeno dare l’idea di star lì a disposizione come una pezza da piedi. Va bene la scopamicizia, ma il rapporto dovrebbe essere alla pari, anche per dare a noi stessi il giusto rispetto e valore, senza svenderci per una scopata in più: questo rientra anche in ciò che ci insegni tu. Sentirmi dire “va bene ma solo se vieni a prendermi e mi riaccompagni” mi ha dato fastidio.

    • ilSensei ha detto:

      Se ti da fastidio una cosa del genere forse stai esagerando. In fondo è una ragazza, vuole sentirsi un po’ “corteggiata”. Portare all’eccesso ogni cosa che scrivo è un comportamento che trovo immaturo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *