Vai al contenuto

Kamasutra e le posizioni del piacere

A cosa servono le posizioni, il Kamasutra e i suoi nipoti.

Si potrebbe parlare per ore della storia del Kamasutra, Tantra, posizioni varie ed eventuali. Ma questo non è un manuale di teoria, parafrasando Garibaldi “…qui si fa SESSO, o si muore!”. E Garibaldi ne sapeva…

Diciamo che un po’ di teoria in ogni caso ti aiuterà a ritrovarti in un guazzabuglio degno di una gara olimpica di lotta grecoromana.

Ho diviso le “posizioni” in 5 gruppi, ognuna delle quali con vantaggi e svantaggi. Ovviamente è una divisione orientativa, visto che il sesso è diverso per ognuno di noi, quindi una posizione che a qualcuno fa godere da pazzi, ad altri può non piacere assolutamente.

Ovviamente per capire cosa piace a te e alla tua partner hai solo una possibilità: tanta pratica (è un sacrificio, lo so). Quindi dare per scontata una posizione del Kamasutra rispetto ad un’altra può essere fuorviante, ecco perché devi imparare due regole d’oro:

  1. Le posizioni non sono “immutabili”, nel vero senso della parola. Non le ha avute Mosè sul Sinai, sono nate dall’esperienza e curiosità nei secoli e secoli, hai quindi ampia licenza di modificarle. Quindi prova, sperimenta e gioca!
  2. Parla, chiedi, domanda e magari fai pure qualche battuta! Chiedi alla tua partner cosa le piace “sposta il gomito più a destra, no quello è il mio sedere, più a sinistra, perfetto!” Ovviamente non stai costruendo un palazzo, quindi anche la voce, il tono ed quello che dici hanno la loro importanza.

Esistono 5 gruppi di pozioni del Kamasutra

Vediamolo:

  1. Le posizioni del piacere di lei: mi sembra abbastanza semplice da capire, diciamo che sono posizioni nelle quali, oltre alla stimolazione prettamente vaginale, vi è spesso uno sfregamento clitorideo che permette alla donna orgasmi molto più intensi. Altre, seppur meno potenti dal punto di vista fisico, permettono alla donna di poter fantasticare, di essere dominata o dominare.
  2. Le posizioni del piacere di lui del Kamasutra: e qua chiunque pensa “sono maschio, io godo come un riccio sempre”, battute a parte sono posizioni in cui l’uomo ha maggiore controllo e quindi si gestisce maggiormente l’orgasmo. In questo caso più che l’elemento di fantasia è fondamentale il senso della vista. Alcune sono posizioni da “prima fila”. Da far leggere alla propria donna!
  3. Le posizioni più intime: per tutte le coppie “affiatate”. Le sconsiglio con partner non fisse o con cui non c’è un vero legame affettivo. L’imbarazzo di guardare negli occhi per dieci minuti una conosciuta la stessa sera potrebbe uccidere qualsiasi pulsione sessuale. Le raccomando per una serata romantica, con massaggio, musica e luci soffuse.
  4. Le posizioni per durare di più: diciamo da subito, a scanso di equivoci, che non risolvono l’eiaculazione precoce. Sono un piccolo aiuto se già si sta superando la situazione di “alta velocità”. Grazie a movimenti un po’ bloccati e la minore stimolazione maschile possono allungare il piacere di qualche attimo in più (ovviamente ciò varia da persona, situazione e momento).
  5. Le posizioni più divertenti ed acrobatiche: le mie preferite! Non so se ricordi il gioco Twister, quello con il tappeto con i pallini colorati sul quale si dovevano appoggiare piedi e mani? Queste posizioni servono proprio alla stessa cosa: divertirsi, ridere e fare danni. Certo per alcune serve almeno un anno di allenamento con un personal trainer ex-marine, ma chi ha detto che doveva essere facile? Un po’ di stretching pre-sesso è d’obbligo!

Vediamone alcune del piacere per lei

L’unione dell’Ape

L’uomo è seduto con le gambe in avanti e la donna si siede sul pene. La donna, con le mani appoggiate sulle gambe di lui può muoversi verticalmente. L’uomo la può “aiutare” sollevandola per le natiche o le cosce.

Variante:

La donna può eventualmente inginocchiarsi sull’uomo per avere maggiore mobilità e cambiare l’angolo della penetrazione, l’uomo può appoggiare la schiena sul muro, letto ecc.

I vantaggi:

  • La donna ha la possibilità di controllare la penetrazione.
  • Ottima stimolazione del punto G e della parte anteriore della vagina.
  • L’uomo è libero di accarezzare la donna.

I svantaggi:

  • Potrebbe risultare stancante per l’uomo in mancanza di un appoggio per la schiena.

L’unione degli amanti

Uno di fronte l’altra con l’uomo che sfrega il pene sulla vagina fino all’apertura naturale della stessa (di solito dopo pochi minuti), con penetrazione superficiale. È importante che i due partner stiano alla stessa altezza.

I vantaggi:

  • Posizione semplice da realizzare.
  • Ottima stimolazione del clitoride e del glande.

I svantaggi:

  • Penetrazione non molto profonda.
  • Difficile se i partner non sono di altezze simili..

La posizione di Andromaca

L’uomo è sdraiato pancia in su, la donna si siede sopra di lui in posizione accovacciata o inginocchiata con il busto dritto. La donna controlla la profondità e il ritmo della penetrazione e può lasciare libero il suo desiderio di dominazione.

I vantaggi

  • La donna ha il controllo totale è quindi libera di muoversi come le piace aumentando anche la sua sicurezza.
  • Discreta stimolazione del punto G.
  • L’uomo può godersi la situazione, osservando e accarezzando la donna per darle più piacere.

I svantaggi:

  • L’angolo di penetrazione può non essere molto confortevole per il pene.

L’unione dell’antilope

In ginocchio sul suolo, la donna tira su il dorso prendendo appoggio sul il bordo del letto. L’uomo la penetra da dietro, poggiando sulle ginocchia.

Variante:

la donna può, sia tenere le gambe aperte sistemandole esternamente a quelle del suo compagno per offrire la massima apertura vaginale, oppure può chiudere le cosce per comprimere la vagina e stringere il pene.

I vantaggi

  • Buona stimolazione delle pareti frontali della vagina ed anche del punto G.
  • L’uomo può stimolare il clitoride e il seno della compagna.

I svantaggi:

  • Attenzione allo strofinamento delle ginocchia.

La posizione dell’albero fruttifero

La donna tiene una gamba sul petto dell’uomo e libera l’altra spiegandola sul lato. Posizione simile all’idra.

I vantaggi

  • Forte stimolazione vaginale.
  • Penetrazione profonda.

I svantaggi:

  • Dolorosa se il pene urta il fondo della vagina.

La posizione della bilancia

In questa posizione del Kamasutra l’uomo è seduto sul bordo del letto mentre la donna si gira di schiena prima di sedersi sulle sue cosce. Una volta penetrata, potrà piegarsi in avanti per raggiungere una posizione d’equilibrio. Per stabilizzare la posizione la donna si appoggerà sulle ginocchia dell’uomo che la terrà per il seno.

I vantaggi:

  • L’uomo può carezzare il seno e il clitoride della compagna .
  • Penetrazione profonda con una buona ampiezza di movimento verticale.

I svantaggi:

  • Posizione d’equilibrio difficilmente controllabile.

La posizione dell’aratro.

Sdraiata sul dorso la donna poggia le natiche sul bordo del letto e stringe tra le gambe le anche dell’uomo che s’inginocchia al suolo per penetrarla tenendo il pene orizzontale.

Variante:

L’uomo in piedi con la donna che si sdraia su di un tavolo.

I vantaggi:

  • Posizione che procura le sensazioni diverse da quelle percepite durante una penetrazione verticale.
  • Penetrazione profonda che stimola bene le pareti della vagina.

I svantaggi:

  • Nessuno in particolare.

La posizione dell’Idra

L’uomo si alza sulle ginocchia e la donna sdraiata sul dorso, poggia i piedi contro il busto di lui. L’uomo s’inclina in avanti per comprimere le cosce della donna contro il seno.

I vantaggi:

  • Penetrazione molto profonda.
  • Forte stimolazione.

I svantaggi:

  • Dolorosa se il pene urta il fondo della vagina, da fare solo dopo altre posizioni.

Posizione della luna.

Partendo da una posizione inginocchiata, l’uomo porta le gambe verso le spalle della donna, entrambi possono abbracciarsi e continuare la stimolazione dando delle spinte simultanee ai loro bacini.

I vantaggi:

  • Penetrazione profonda.
  • Buona stimolazione del clitoride.

I svantaggi:

  • L’uomo deve essere abbastanza sciolto.

Come puoi vedere queste sono alcune delle posizioni di base che del Kamasutra, di media, tendono a dare più piacere alla donna. Il vero segreto per fare bene l’amore e farla godere è il dialogo. Oltre a una buona dose di empatia e sfacciataggine!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *