Lasciala andare: un atto di maturità e forza

lasciala andare

Lasciala andare! Lo so che è una frase che nessuno “innamorato” vuole sentirsi dire, ma accettarla e agire di conseguenza è, a mio avviso, un atto di maturità e forza. solo un alfa è capace di chiudere un rapporto, anche se non vuole.

Troppo di frequente si sentono di atti orribili perpetrati per un qualcosa che non è Amore, è invece un mix di ossessione, basta autostima e una serie di problemi di carattere psicologico gravi. 

Gli abusi e gli omicidi di donne passano anche dall’incapacità di alcuni uomini di accettare un rifiuto, farsi forza e andare avanti. La gelosia stessa è un acceleratore di comportamenti folli e crudeli.

Non sto dicendo che tu sei così, ma che non avere la capacità di lasciare andare non una persona, ma l’idea che ci si è fatti, è difficile e assimilabile (con le debite proporzioni), allo stalking o addirittura alla violenza fisica.

L’ossessione d’amore, la gelosia e le insicurezze creano un mostro del quale non ci si rende conto. Ma se tu pensi solo a lei, se le sue risposte (o non risposte) incidono sul tuo umore e lei non sembra interessata a te, allora forse c’è qualcosa che non va.

Non si può sempre credere che lei/lui non ci stia con te perché hai commesso errori di seduzione o perché è matta/o o stronza/bastardo. Quando troppi indizi conducono a un chiaro e inequivocabile disinteresse, serve forza per chiudere e andare avanti.

Chi non riesce a farlo è un mezzo uomo/donna, un senza carattere che si nasconde dietro un finto sentimento che è in realtà è una malattia ossessiva degna di uno squilibrato.

Sono troppo duro? Può darsi, ma ho fatto centinaia di migliaia di consulenze tramite commenti e centinaia telefoniche, e sono stufo di sentire notizie di gente che sfregia con l’acido, uccide o stalkera l’ex!

Ma io non sono così!

Probabilmente non lo sei, ma si può peggiorare e commettere errori presi dalla follia. E una volta che ne sei preda non puoi più fare nulla se non osservarti mentre ti comporti da bestia e non da essere umano.

Questo è un articolo, anche, di allarme. Voglio allertarti sul fatto che potresti fare delle cazzate giganti. Alcuni mi dicono che le hanno letto il cellulare o le email senza che lei avesse dato il consenso: lo sai che è penale?

Altri che dicono di averla “strattonata”, ma dicendo poi che è accaduto solo una volta! Non conta, strattona una donna/uomo, anche solo in una occasione e sei una persona pericolosa.

Quindi? Lasciala andare se lei/lui non ti vuole

Lasciala andare non è esortare a una resa, ma a una presa di coscienza quando con la ragazza i questione proprio non va.

Finora ho scritto moltissimi articoli ed ebook sul Come conquistare una ragazza, sulla seduzione e sull’attrazione. Però non mi sono mai soffermato su una condizione che è capitata e capiterà a tutti noi: il due di picche.

Che sia la vostra ex ragazza o la collega di lavoro con la quale flirtate da settimane non è importante.

Anche se il suo linguaggio del corpo vi ha mandato decine di messaggi inequivocabili di interesse o se addirittura vi siete anche baciati appassionatamente nel sottoscala, lei ha deciso che non vuole altro da voi.

Hai applicato le migliori strategie di seduzione e…

Hai fatto di tutto per sedurre la ragazza dei tuoi sogni, hai sconfitto e superato la timidezza ed hai studiato il Kamasutra a memoria per un vostro futuro incontro sotto le lenzuola. Ti sei impegnato al massimo come non avevi mai fatto in vita tua.

Poi hai applicato le migliori tecniche di seduzione, dal reset al contatto fisico, dal metodo socratico all’ironia. Per lei ti sei finalmente rimesso in forma, speso centinaia di euro per un nuovo look che eri sicuro le sarebbe piaciuto.

Addirittura hai preso per la collottola il tuo migliore amico e con lui sei andato a rimorchiare, non lo hai fatto effettivamente per conoscere ragazze nuove, ma solo per affinare le tue tecniche di seduzione.

Riassumendo cos’hai fatto per lei:

  • Miglioramento fisico.
  • Nuovo look.
  • Hai superato la Timidezza.
  • Sconfitto alcune paure che ti portavi dietro da anni.
  • Finalmente sei migliorato nel Contatto Fisico e nella seduzione.
  • Hai applicato le migliori strategie per farla tua.

Ma tutti questi tuoi sforzi, alla fine, che risultato hanno dato, qual è stata la sua reazione quando infine ti sei proposto e sei andato per sedurla?

…e lei non ti vuole, lasciala andare

Eppure le cose non sono andate come avevi sperato, i tuoi sforzi sono risultati vani ed in certi casi addirittura deleteri per il vostro rapporto che è morto e sepolto senza possibilità di rianimarlo.

Che lei ti abbia detto:

  • Ti vedo come un amico.
  • Non voglio rovinare la nostra amicizia.
  • Hai frainteso.
  • Scompari dalla mia vista.
  • Mi vedo con un altro

O frasi simili, la realtà, ad un certo punto è che si deve imparare a mettere da parte l’orgoglio e lasciarla andare.

Tante volte mi scrivete che non volete arrendervi perché siete fatti così, che non vi fermate alle prime difficoltà e che volete dimostrare alle vostre ragazze obiettivo che non vi piegate davanti alle avversità.

Ma allora, se è veramente così, quando fermarsi? In teoria secondo la vostra logica mai! Ma può essere normale una seduzione che va avanti all’infinito finché lei non accetta? Chiaramente no.

Quando è il caso di lasciarla andare?

Gli elementi da tenere in considerazione sono soltanto due:

  1. La tua dignità.
  2. La sua libertà.

La dignità è un qualcosa che spiegare sarebbe alquanto inutile, perché in seduzione è abbastanza soggettiva. Personalmente penso che un rapporto vada a ledere la mia nel momento in cui non sono più me stesso e metto la conquista davanti a tutta la mia vita.

Quando provarci con una donna diviene il mio unico e primario scopo.

Diciamo che questo è veramente il limite massimo oltre al quale nessuno dovrebbe mai andare. Il mio personale finisce molto prima, ma è soggettivo e a quel punto lasciala andare.

Andare a limitare, in qualsiasi modo, la sua liberà è un indicatore chiarissimo che lei di te non ne vuole sapere.

E questo non vuol dire solo libertà di agire, ma anche di pensare o di provare sentimenti per altri per causa tua. Se la tua “seduzione” la obbliga a modificare qualcosa nella sua vita sentimentale e di tutti i giorni allora è il caso che la lasci stare.

Lasciala andare, come capirlo quando è il momento?

Spesso non ci si rende conto che si sta passando il limite, che non è più seduzione ma fastidio. Ci si deve ogni tanto fermare, prendere un bel respiro (magari un bel RESET) e ragionare, provare a comprendere se quello che si sta facendo può addirittura infastidirla.

Esistono 2 regole fondamentali in seduzione:

  1. Che vada a buon fine o meno lei deve comunque stare meglio di quando hai iniziato a provarci.
  2. Meglio fare qualcosa in meno che in più.

Ribadisco per l’ennesima volta che se non sei in grado di lasciarla andare e voltare pagina non è perché sei innamorato e lei/lui è la persona della tua vita. Ma significa che vali davvero poco e hai il carattere di un pupazzo di argilla.

E soprattutto, se sei il solito coglione che si difende dicendo la frase “io non mi arrendo”, allora vai da uno psicologo molto bravo e vedrai che verranno fuori tutti i tuoi limiti e le tue patologie.

In amore non esiste il concetto di “resa”, non è una guerra. Anche se si usano termini come “strategia” non vuol dire che si vince o si perde, tu non vuoi arrenderti per due ragioni:

  1. Orgoglio, non quello sano ma è più una dimostrazione di insicurezza profonda.
  2. Perché sei un coglione.

Sono stato troppo duro e ti senti offeso? Scrivimi nei commenti perché, vediamo chi avrà il carattere di farlo. Se invece le mie parole ti hanno portato a rifletterci, anche solo per un istante, per te c’è davvero speranza.

Potrebbero interessarti anche...

19 risposte

  1. Matteo ha detto:

    Ciao sensei vorrei il tuo punto di vista.
    Una settimana fa la ragazza (quella della consulenza di inizio settembre) mi dice di essere confusa per motivi più o meno validi tipo l’inizio dell’Università dunque di avere poco tempo da dedicarmi, ha rivisto il suo ex in quanto sono iniziati gli allenamenti, non sa bene se vuole una relazione oppure no e in più mi ha parlato di un suo blocco a livello sessuale che sembra duri da circa due settimane (dove l’abbiamo fatto una volta in questo lasso di tempo) ma generalizzato, a detta sua, verso tutti i maschi. Il giorno dopo questa chiacchierata mi cerca con un messaggio e susseguono delle risposte leggere. Viene il weekend e organizza per la sera, tramite un gruppo di whatsapp, una cena a casa sua con amici in comune. Io avviso che ho già una cena in programma ma che è da confermare. Mi scrive la sera stessa che stessi combinando, ero a lavoro in via straordinaria in una pizzeria dunque rispondo tardi a fine servizio e replica dicendo che se lo sapeva sarebbe passata a farmi un saluto. Arriviamo a sabato dove ci incontriamo in tarda serata e passiamo una bella ora tra chiacchiere e baci, scaldo molto la situazione con baci sul collo e sento che siamo molto presi (tutto il contrario di quello che ho sentito quando ci siamo incontrati e parlato anche della sua confusione, pur essendoci stati momenti “caldi” come questi). Ironizzo sul suo blocco dicendo che rende più facile la situazione (intendo giocare alla seduzione senza arrivare al sesso) e mi sorprende dicendo che stasera non è proprio così. Dopo un po’ le chiedo diretto cosa volesse da me e mentre mi abbottona la giacca (qua vorrei sapere da lei Sensei che significato ha come linguaggio del corpo) mi risponde che vuole conoscermi e continuare a frequentarmi. Il giorno dopo mi scrive che le ha fatto tanto piacere passare del tempo con me e che ne aveva bisogno. Rispondo in maniera simile dicendo che non vedo l’ora per la prossima volta. Mi ricontatta ieri chiedendomi se avessi voglia di passare del tempo con lei ed io senza farmi troppi problemi rispondo di sì ma che nel pomeriggio ho da fare in casa e la sera sono a cena fuori dunque la invito a casa, lei rifiuta dicendo di aggiornarci per la sera. I servizi di Zuckenberg vanno in crash e ne io ne lei ci chiamiamo. Scusami per questa introduzione esagerata, ho cercato di essere sintetico ma di non tralasciare quelle che ritengo le informazioni importanti per darti più elementi di valutazione possibile. Quello che ti chiedo è se mandare a fanculo questa ragazza pur tenendoci e dunque non la scelta che vorrei oppure se questa sua confusione lasciarla passare col tempo e in maniera assertiva dirle che comunque questi cambi di idea mi hanno spiazzato e che non ne tollero altri perché se voglio costruire una relazione è giusto che dall’altra parte ci sia la stessa volontà. Non sono qua per far andare le cose in maniera univoca, se ci vuole stare bene sennò amen però ho la sensazione che purtroppo sono capitato in una di quelle ragazze che usano la confusione come scudo per fare il cazzo che gli pare. Un alpha avrebbe pazienza oppure no?

    Ps. So che il commento passa prima in fase di moderazione, non vorrei anche mancare di rispetto alla ragazza avendo scritto del blocco però mi fido del tuo giudizio e se ritieni che sia un commento utile anche per i lettori lo metta pure, altrimenti se mi può rispondere all’email è la stessa della consulenza del 3/09.

    • ilSensei ha detto:

      Non è una questione di alfa o meno, ma dipende da quanta voglia hai tu di aspettarla di darle fiducia. A me sembra che tu la stia vivendo male, quando basterebbe più leggerezza fregandotene un po’ dei suoi cambiamenti continui. Puntualizzare che vuoi una storia sera ecc ecc non farà altro che farla fuggire. rilassati e goditi ciò che ti può dare, che hai fretta?

  2. glory ha detto:

    sono una donna ma ho letto “a rovescio” questo articolo e proprio stamattina ho lasciato andare il mio amato bene, perchè oramai erano diventate solo chiacchiere le sue, tante promesse e nessun fatto concreto da 17 mes.
    l’ho fatto in primis per me, perchè non potevo andare avanti così, in perenne attesa di Godot, sprecando giorni, settimane, mesi e anni appresso a uno che vuole solo farsi inseguire, senza fermarsi mai ad aspettarmi.

    in cuor mio so che è la scelta giusta, anche se adesso mi sembra la più dura e triste. ma tra qualche me se mi ringrazierò per averla presa. non me ne pentirò, anche se adesso ho voglia di prendere il telefono e di dirgli che scherzavo.
    non vedo l’ora che arrivi quel “tra qualche mese”. 🙂

    sorridente nonostante tutto.
    si rinasce dal covid, si rinasce dall’amore malato. sarà una bella estate

    • ilSensei ha detto:

      In coppia si avanti insieme e se si va avanti è per spianare la strada all’altra persona, non per farsi inseguire. Capisco quanto sia dura ma dalle tue parole si sente tanta consapevolezza. Ti posso solo dire di prenderti il tuo tempo e goderti la bellezza nascosta nella solitudine che poi cuori coraggiosi hanno la forza di vivere.

  3. Gianni ha detto:

    Non so se in questa sezione la mia esperienza sia attinente. Io e la mia metà siamo insieme da circa un anno. Rapporto fino ad oggi bello. Entrambi veniamo da divorzi e relazioni “conflittuali”, ci siamo innamorati e pensiamo seriamente di vivere insieme. Purtroppo la precarietà del suo lavoro la porta a fare un concorso che rischia di allontanarla da me. Dopo vari tira e molla la ci conviciamo che vale la pena vivere insieme tra mille difficoltà. Il nostro credimi è un rapporto profondo e ricco di confronto. Abbiamo anche figli avuti da matrimoni precedenti. Ora succede che nel mostrare la mia contrarietà ad un lavoro stabile ma che necessariamente potrà portarla lontana, le propongo di non andare oltre un raggio che comporterebbe un trasferimento. Causa problemi gravi miei ed avendo io stesso un lavoro stabile non sarei in grado di seguirla. All’inizio era favorevole dicendomi che mi ama a tal punto di aspettare un’altra occasione. Poi (si consideri età) cambia idea e mi sento “preso in giro”. Mi sento poi dire di essere possessivo e non crede nel mio amore. Francamente mi trovo impreparato e adesso in difficoltà. Da una parte prendo sul serio l’idea di aspettare occasione che lei stessa avallava, dall’altro se insisto passo per possessivo. Vero anche che alcune sue battute, dopo che mi giurava amore eterno e che non si trasferiva per me mi mettevano di cattivo umore perché non sapevo se scherzasse davvero o mi provocava. Non so credimi come comportarmi. La amo davvero. Un caro saluto

    • ilSensei ha detto:

      Inizio dicendoti che non faccio il consulente di coppia, e non i posso prendere la responsabilità di dare consigli su una una materia che non credo mi competa. Dal punto di vista personale, come vivi sulla tua pelle, i problemi economici in questo momento la fanno da padrone e se non si è tranquilli da quel punto di vista non si riesce a esserlo nel resto (specialmente se si ha la responsabilità dei figli). L’unico strumento è il dialogo ma lei non è tua e deve poter scegliere liberamente, se vi amate davvero, il vostro sentimento reggerà qualsiasi cambiamento.

  4. Giovanni ha detto:

    Era innamorata di me, io piano piano mi stavo affezionando ma dopo un’altra piccola lite ha deciso di bloccarmi da tutti i social, mi ha fatto solo sapere che per colpa mia è stata male e ha anche pianto; non è una tipa che si innamora spesso quindi la reputo speciale, e io mi sono affezzionato, ma non so cosa fare, non accetto questa situazione..

    • ilSensei ha detto:

      Invece accettala.

    • Giovanni ha detto:

      Devo accettarla per arrivare a cosa? Ha fatto tutto lei, e ora mi sento strano nel non parlare più con lei..vorrei avere un’ora per spiegarle tutto ma è perennemente incazzata con me, perché cosi tanta cattiveria mi chiedo..

    • ilSensei ha detto:

      Mi rispondi come se tutto fosse da attribuire a lei senza che tu abbia fatto autocritica. O non è come credi tu, oppure è una pazza che è meglio perdere.

  5. Damiano ha detto:

    Sensei, dopo la recente consultazione telefonica avvenuta di recente grazie alle tue parole, sono giunto alla conclusione che debbo lasciarla andare, da come mi parla capisco che lei ormai mi vede come un intrattenitore che ascolta le sue difficoltà, amico suo non posso e non voglio esserlo, ho davvero tante cose da risolvere nella mia vita in primis lavorativa, poi c’è l’enorme distanza e la sua situazione è davvero difficile col discorso dei figli avuti dal suo matrimonio, si parla di assistenti sociali. Affetto per me da parte sua c’è ed è autentico, ma quando ti accorgi che il conquistarla diventa il tuo unico pensiero, è li che devi fermarti… io la voglio bene ma sentirla mi fa male, cosa mi consigli?

    • ilSensei ha detto:

      Di dare retta alla tua sensazione e di lasciarla andare, almeno per adesso, più avanti avrai la possibilità di riprendere i contatti. Decidi solo se vuoi chiudere del tutto i rapporti, o continuare a sentirla saltuariamente.

    • Damiano ha detto:

      Si, ho deciso che non voglio troncare la sua conoscenza perchè tra di noi c’è affetto sincero, ma non piu con quella morbosità ossessiva che avevo, mi sto prendendo cura di me sotto tutti gli aspetti, e ricontattato vecchi amici e vecchi flirt di Milano, la lascerò libera anche di provare sentimenti, io cercherò pure di avere storie con altre donne…lei è la mia fiamma gemella, lo sento, ma non siamo ancora pronti per l’unione

    • ilSensei ha detto:

      Mi sembra un approccio sano e molto equilibrato, continua così.

  6. Ciccio ha detto:

    Situazione complicata in partenza, lei si vede sporadicamente con un altro (molto più anziano peraltro) ma decido di provarci lo stesso. Ci vediamo più o meno regolarmente per qualche mese, contatto fisico a palla, ma lei rifiuta sempre di andare oltre.
    Dopo diversi tentativi andati a vuoto (tra cui uno in cui siamo stati un paio di ore a strusciarci su un prato) decido di mollare la presa. Lei dice di tenere molto a me, ma di non riuscire a concedersi anche fisicamente, io le dico che per me questo è un limite troppo grande per un rapporto, molto più della questione dell’altra persona (con cui non ho capito se ha lo stesso atteggiamento). Le ho detto che sarebbe stato il caso di non vedersi per un po’ (senza specificare i tempi, nonostante le sue insistenze). Poi sono sparito.
    Suggerimenti?

    • ilSensei ha detto:

      Che forse saresti dovuto sparire prima, senza avvertirla. Lei deve prendere una decisione, non tu. E in fondo credo che le faccia comodo avere entrambi, di certo è una persona non troppo equilibrata che dovrebbe prendere una decisione per il tuo bene. Per ora leggi i vari articoli sul Reset per capire come e perché attuarlo.

    • Damiano ha detto:

      Perdona la mia impulsività, che come hai detto tu è sbagliata, ma io credo che tu possa capire, proprio grazie a lei ho avuto il risveglio spirituale della coscienza, un qualcosa che ti fa prendere coscienza di te, e impari dai tuoi errori di una vita, infatti in questo periodo ho chiesto a molta gente scusa per miei comportamenti che anche se involontariamente hanno recato dolore alle persone, inoltre sto coltivando la passione per il canto, ho sempre avuto una profonda anima d’artista che ho sempre represso per la logica del solo lavoro (che viene prima di tutto , sia chiaro) io lo vedo pure dai suoi comportamenti che quando mi ha detto di trasferirmi con lei, velata da amicizia ( a parole) io ho avuto paura di seguirla, e sta cercando di fare di tutto per dimenticarmi…dovrei chiedere perdono pure a lei per il mio rimpianto di non avere recepito i suoi numerosi messaggi o sarebbe un errore? mi sveglio di notte perchè penso a lei…

    • ilSensei ha detto:

      A mio avviso dovresti solo pensare alla TUA vita, andare avanti e metterla in ordine, il resto verrà da sé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *