Le regole del contatto fisico ed esempi pratici

regole del contatto fisico

In questo articolo vedremo le regole del contatto fisico e qualche piccolo trucco per utilizzare questo potentissimo strumento di seduzione.

Mi arrivano ogni giorno una montagna di commenti/email/skype di persone che non riescono a sedurre e non ne capiscono la ragione. Spesso è proprio la mancanza di contatto fisico che li relega in situazioni inutili e spesso dannose: la zona amicizia!

Così consiglio loro di iniziare a farlo perché, come avrai compreso, è la seduzione.

La seconda domanda che poi mi viene fatta di sovente è come farlo questo benedetto contatto!? Mi vengono chiesti degli esempi pratici, vediamo di risolvere questo problema.

Regole del contatto fisico: i primi passi

Il primo passo che devi fare è imparare ad osservare le persone, in modo particolare due tipologie di individui sono quelli che ci interessano di più:

  1. I leader.
  2. I seduttori.

Sono due figure molto simili tra di loro e spesso sono sia l’una che l’altra. Vanno osservati per capire, in due contesti differenti, come toccano gli altri, che siano persone da sedurre o amici e colleghi.

I leader li troverai più a lavoro, all’università o tra gli amici, sono quelli che decidono cosa si fa il sabato sera, che indirizzano la riunione dove desiderano. Per certi versi sono assimilabili ai maschi alfa.

Vedrai che nel loro modo di fare e di comportarsi c’è (quasi) sempre un certo approccio alle persone, caldo e gentile non tanto in quello che dicono, ma perché aggiungono degli atteggiamenti paternali con del buon contatto fisico.

I seduttori, per forza di cose, sono quelli che hanno sempre una nuova fiamma o che, cosa ancora più importante, ne hanno sempre intorno che si lanciano su di lui neanche fosse una star dello spettacolo.

La loro arma, come vedrai, è l’essere aperti, rilassati e toccano, toccano, abbracciano, baciano, accarezzano, davanti a tutti. Lo fanno talmente tanto e alla luce del sole che sarebbe strano il contrario, e nessuno li giudica per questo.

Impara da loro, sono veramente dei grandissimi esempi. Vedrai anche che nessuno, dico nessuno, li guarda o li osserva. Se tu tocchi soltanto una persona, quella che vuoi sedurre, la tua azione sarà un minimo macchinosa perché innaturale.

Regole del contatto fisico: tocca, non solo la ragazza obiettivo!

Invece il toccare devi farlo tuo e deve diventare una parte integrante delle tue relazioni, di qualsiasi genere esse siano. Se poi nella tua natura non è normale farlo con tutti, non ti preoccupare più di tanto, fallo anche se ti devi sforzare.

Quasi nessuno se ne accorgerà e tu non finirai in zona amicizia.
Alcuni esempi per toccare una persona:
– Quando te la presentano stringi la mano con un certo vigore (senza stritolarla) e per alcuni secondi, la mano moscia che scivola via in un lampo proprio non va bene.
– Mentre parlate, per prendere la parola appoggia la tua mano sul suo avambraccio.– Se entrate da qualche parte entra tu per primo e poi falla accomodare accompagnando la sua “entrata” con una mano sulla sua schiena.
– Quando fa una battuta su di te dalle una spintarella.
– Se la prendi in giro e si offende dalle una pacca sulla spalla (il classico pat pat!).
– In caso ci sia un attimo di complicità spingi la sua spalla con la tua.
– Se devi dirle qualcosa le dici che è un segreto e ti avvicini al suo orecchio. Con la mano sfioraglielo quasi per caso, è una zona erogena!
– Leggile la mano (vedi più giù nell’articolo).
– Se ha gioielli particolari prendile la mano e osservali.
– Tirala a te prendendola per un fianco e guardala negli occhi.
– Accarezzale il viso mentre parlate.

Ma quando farlo e alla fine perché?

Questa è una delle domande più gettonate, la verità è che non c’è un momento perfetto o regole del contatto fisico assolute,ma te lo devi creare da solo e a volte farlo e basta, anche senza ragione.

Il momento migliore è mentre parlate, questo è il vero segreto del contatto fisico, va fatto mentre dialogate amabilmente del tempo, spettegolate di un conoscente o vi state godendo un aperitivo.

Quindi va fatto in situazioni banali, non c’è alcun motivo di dargli importanza ed enfasi. Come dicevamo all’inizio il contatto fisico è subdolo e potentissimo.

Se ci parli tieni a bada la sua razionalità con le parole, che l’argomento sia più o meno profondo non conta, anzi, spesso più è banale e di poco valore e più l’effetto del contatto sarà potente.

Se parlando le dai informazioni toccandola le trasmetti emozioni che è ciò che ti permette di conquistarla ed evitare di finire in zona amicizia od essere etichettato come orsetto del cuore.

Ad esempio al primo appuntamento è di fondamentale importanza arrivare almeno al punto 4 (vedi l’articolo sull’escalation del contatto fisico). Non devi fare cose strane, ti basta goderti la serata senza metterle pressione, vedrai che lei sarà contenta e tranquilla e la tua arma di seduzione sarà proprio il contatto fisico.

In questo modo sarai in grado di unire confort e rilassatezza ad emozioni e sensualità, perché toccandola le farai capire (in termini inconsci) che la vuoi, che ti piace e che sarai in grado di prenderla perché non hai paura.

Senza di esso non puoi sedurre!

Il contatto fisico è la seduzione e non puoi prescindere dal non usarlo, noi siamo animali e la prima forma di comunicazione era proprio il contatto, prima delle parole c’erano i gesti, prima delle poesie d’amore le carezze.

Il contatto fisico è la forma di comunicazione più diretta e potente che abbiamo a disposizione perché anziché lavorare su basi logiche e razionali, scatena direttamente le emozioni che vogliamo trasmettere.

Cosa c’è di più chiaro di un bacio, di un pugno, di un abbraccio? Facendo una azione semplicissima e banale siamo in grado di comunicare concetti così intimi e profondi in modo nettamente superiore e su un piano emotivo più elevato.

Ecco perché devi toccare, sempre e comunque, è l’unico modo che hai per generare emozioni incredibili ed essere sicuro di non diventare un inquilino della Zona Amicizia.

Regole del contatto fisico: Un primo “test”

Ora un piccolo espediente per avere un’idea in più se gli interessi o meno:

  • Chiedile di appoggiare la mano sulla tua, palmo a palmo.
  • Non le dire ne spiegare assolutamente nulla, dì solo di fidarsi che è un piccolo esperimento.
  • La maggior parte delle persone è troppo curiosa per rifiutare.
  • Ora continua a parlare del più e del meno, mantenendo le mani unite.

Risultati:

  1. Mostra subito segni di fastidio, ti chiede in continuazione quando finisce o addirittura leva la mano dopo pochi
    secondi. In questo caso ti conviene fare marcia indietro e riprogrammare la seduzione nei suoi confronti.
  2. Tiene la mano sulla tua senza annoiarsi, come se fosse la cosa più naturale del mondo. In questo caso, chiaramente sei sulla buona strada, forse è il caso di essere più sfacciato, per evitare di finire nella zona amico.

Fondamentale: lei ti chiederà di spiegare il significato, TU non lo fare per nessuna ragione! Prendila in giro e, a questo punto, abbracciala!

Potrebbero interessarti anche...

6 risposte

  1. Stef ha detto:

    ti prego… dimmi che questa pagina è una presa per il chiulo e che non pensi davvero che qualcuno ti paghi per parlare con te 😀

    • Stef ha detto:

      Ciao Leone da tastiera: esistono anche persone (da quanto so poche), che parlano gratis con te, perché provano compassione per un disagiato.

  2. Fernando ha detto:

    Ciao Sensei, vorrei un consiglio da te su come approcciare una ragazza sconosciuta, e farlo in un tempo mediamente ristretto.

  3. Bernardo96 ha detto:

    Ciao Sensei, sono uscito qualche sera fa con una ragazza carina con cui ci stiamo simpatici, il mio obiettivo era conoscerla più che sedurla quindi abbiamo parlato tanto e ho fatto poco contatto fisico perché non sapevo se volevo sedurla prima di parlarci meglio e conoscerla. Conoscendola meglio mi è sembrata anche intelligente e ho deciso che l’avrei baciata, l’ho portata nel luogo adatto ma lei era chiaramente a disagio e mi inviava segnali di noia o disinteresse, quindi niente bacio e la serata è finita con saluti e sorrisi. So che dici spesso che non fai il cartomante, ma forse è utile sapere che ha cambiato nettamente atteggiamento durante la serata quando ha saputo che sono religioso. Lei, come ha quasi detto da se stessa, sta praticamente solo cercando sesso al momento, e quindi avrà pensato che io sto a cercare una moglie da accalappiare e si sarà spaventata, ma non è così.

    L’ho invitata a uscire questa settimana e non ha nemmeno risposto, ho intenzione di inviarle un altro brevissimo messaggio e se non risponde aspettare di incontrarla dal vivo, perché come te sono convinto che i messaggi servano solo a scambiare informazioni.
    Puoi dirmi per favore cosa ne pensi?
    PS. Mi ritengo, anche se non perfetto, a un buon punto nel “percorso della seduzione”.

    • ilSensei ha detto:

      In generale, specialmente nei primi appuntamenti, alcuni argomenti sarebbero da evitare, come la religione. Il risultato può essere, come hai visto, che si raffreddi. Prova a risentirla come hai deciso, ma se ha già deciso che non ne vuole sapere qualsiasi tua azione non porterà a nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *