Vai al contenuto

Le zone erogene per darle ancora più piacere

Le zone erogene delle donne sono punti che, una volta stimolati a dovere, le provocano una serie di sensazioni che vanno dal piacere fino all’eccitamento (in alcuni casi persino l’orgasmo)

Molti uomini sono incuriositi da quali zone “accendono” il desiderio femminile. Quali punti toccare per eccitarla, emozionarla e farle provare il massimo piacere.

Rispetto ad un uomo la donna è nettamente più “globale”, immaginare di sforare una sola parte del suo corpo per eccitarla è abbastanza riduttivo.

La connessione tra fantasia, emotività e sessualità femminile è assai più complessa di quella maschile, quindi la zona più erogena di una donna, quando è dell’umore giusto, potrebbe non suscitare in lei alcuna reazione in altri momenti.

Diviene quindi fondamentale conoscere quali sono le parti del corpo femminile più ricettive alle attenzioni sessuali senza però dimenticare la complessità delle donne.

La scienza

Negli anni sessuologi e non hanno provato a fare una graduatoria delle zone erogene più sensibili senza però mettersi d’accordo su quali siano le più importanti o meno.

Il tuo compito, quindi, sarà di scoprirlo volta in volta con la tua (nuova) compagna ed in base anche al momento.

Di seguito una mappa, con lista annessa di alcune zone erogene che possiamo definire “standard”. Infatti esse svariano da persona a persona ma diciamo che alcune sono insite nel nostro DNA, quindi con quelle si può andare abbastanza sul sicuro.

Ecco una lista di alcune delle zone erogene più importanti:

  • Interno coscia: è una zona molto sensibile da accarezzare e baciare, ci sono molte terminazioni nervosi quindi le sensazioni sono assai forti. Sconsigliato mordere, potrebbe fare molto male e spegnere il desiderio della donna.
  • Dietro le ginocchia: molti nervi finiscono proprio dietro le ginocchia, sarà sorprendente vederla impazzire di goduria mentre gentilmente la sfiori o lecchi. Evitare di dilungarsi troppo a lungo nella zona, proprio perché così sensibile potrebbe diventare un’esperienza fastidiosa.
  • Sedere: anche qui le terminazioni nervose sono moltissime, ad alcune donne può piacere qualche piccola sculacciata o carezze un po’ più vigorose.
  • Cervicale: lo so suona molto da chiropratico! Anche se ti basta semplicemente un soffio in quella zona per farla impazzire. Immagina la sua reazione se dovessi usare la tua lingua, o magari leggermente morderla. Zona molto sensuale.
  • Le orecchie: molte amano che le mordi, lecchi, sfiori. Ma più di tutto adorano che le sussurri le giuste parole.
  • piedi: sono una delle zone in cui si scaricano la maggior parte delle tensioni della vita quotidiana. Ricche di terminazioni nervosi e di significati sessuali e feticisti. Si possono baciare, succhiare, accarezzare o anche dedicare un massaggio di parecchi minuti con un olio profumato (vedi cap. 4).
  • Polsi: lo so, non ci avresti mai creduto! Sono una delle zone più sensibili ed evocative della sessualità, prova la prossima volta a sfiorarle i polsi delicatamente, a morderli e baciarli, vedrai la sua reazione, garantito!
  • I capelli: accarezzali, massaggia delicatamente la testa fino all’attaccatura dei capelli, li ci sono tantissime terminazioni nervose e vi si scarica molto stress. Oltre a questo massaggiarle la testa le aumenta il flusso sanguineo e la produzione di ormoni del piacere come la dopamina e serotonina.

E adesso alcune delle zone erogene considerate più “potenti”

  • Seno: l’unico accorgimento è di capire il come lei vuole essere toccata, sfiorata, baciata, leccata, alcune donne amano una certa foga, altre la delicatezza.
  • Bocca: probabilmente è la zona in assoluto più erogena delle donne. Quindi quello che devi fare è baciarla più che puoi, morderle le labbra, succhiarle, giocare con lei. Le donne non vanno baciate fuori dal letto, solo come segnale di affetto o interesse. Se la baci con passione anche quando fai sesso la ecciterai molto di più di quanto tu non creda. Dedica molto tempo al bacio, la farai impazzire!
  • Il monte di Venere: che non è una famosa località sciistica piemontese! La zona sopra la vagina, dove stanno i peli pubici è una parte molto sensibile e delicata. La vicinanza con le migliaia di terminazioni nervose della vagina la rende un punto particolarmente erogeno. In più l’avvicinarsi al “bersaglio”, senza però andare a colpirlo risulta molto eccitante.
  • Vagina: ovviamente è anche una zona erogena, nei paragrafi seguenti vedremo come darle piacere con carezze e baci proprio lì (il cunnilingus).

Basta conoscere le zone erogene?

Per far godere una donna, di questo puoi esserne certo, non basta. La donna non è un oggetto, che ti basta sapere come funziona per attivarla, ci sono anche elementi al di fuori del tuo controllo. Tu comunque puoi sempre fare del tuo meglio come:

Come vedi sono tanti i fattori che determinano un buon sesso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *