Vai al contenuto

Love coach, maestro di seduzione o insegnante del rimorchio?

Il love coach è una persona che, in teoria, aiuta le persone a superare la fine di un rapporto, imparare la seduzione o riconquistare l’ex.

Almeno questo è quanto si legge sull’articolo de La Repubblica o in giro sul web. Decine di siti che “vendono” il servizio per chi ha problemi di Quore!

Sembra quasi che sia una pratica che esiste solo da poco tempo quando, in realtà, io e miei colleghi (alcuni stimati), siamo online da anche 20 anni.

Alcuni blog ci criticano, dicendo che non si ha bisogno di qualcuno che ti dia una mano, quasi che un problema relazione non sia un problema, ma un capriccio.

Se hai mal di testa vai dal dentista, banale.

E se invece soffri perché una persona che ami ti ha lasciato, o non riesci a conquistarla? Il punto è che si sminuisce ciò che fa paura.

Ci si vuole credere superiori e che non si ha bisogno di un Love coach perché si è dei fighi, dei maschi (femmine) alfa che scopano a destra e sinistra. Che poi di solito, chi ragiona così si ammazza di seghe!

Il love coach non per beta, ma per alfa

Mettersi in discussione, ammettere i propri limiti e che si soffre per qualcuno non è da beta, anzi. Una persona che si mette a nudo, raccontando la sua storia, errori ed esperienze, quanto ha sofferto, fa un atto di forza importante che merita rispetto.

Cosa non è un Love coach:

  • Non è uno psicologo (men che meno uno psichiatra) da cui vai per risolvere condizioni psicologiche (paure, paranoie o altri disturbi).
  • Allo stesso tempo non nessuna forma di psicoterapeuta.
  • E infine non è, in generale, un terapeuta, supporto psicologico, medico o altro.

Chi lavora nella seduzione, o meglio chi la “insegna” (se poi può essere davvero insegnata), non ha nulla a che vedere con processi psicoterapeutici.

Personalmente metto in campo la mia esperienza personale e di vita (perché un coach che non è mai uscito di casa vale poco, in seguito ci ritorneremo), i miei studi (non accademici) su tutto ciò che riguarda la seduzione (linguaggio del corpo, prossemica, psicologia) e tanta empatia.

A questo aggiungo che, nella mia “carriera”, ho risposto a più di 50.000 commenti e aiutato centinaia di persone attraverso le consulenze.

A cosa serve un Love coach?

Il Love coach è una persona che spiega elementi di seduzione per migliorare le proprie capacità relazionali (con uomini e donne).

  • Ti aiuta a mettere in evidenza i tuoi punti di forza.
  • E se è serio mette in luce anche i tuoi punti di debolezza.

Non lo fa per metterti in difficoltà, è invece utile affrontare la realtà per migliorare davvero perché il punto è tutto qui: una crescita che porta alla seduzione.

Sedurre non è una cosa meccanica, fatta di azioni che comportano in automatico determinate azioni da parte dell’altra persona. Invece è uno scambio tra due esseri umani in cui ci sono infinite variabili.

Un Love coach ti aiuta ad esprimere te stesso e i tuoi veri bisogni, a capire chi sei e cosa desideri realmente. E in più ti da consigli chiari: ti dice cosa fare!

L’importanza dell’esperienza

Sul web girano migliaia di video fatti da ragazzotti imberbi che si atteggiano a grandi uomini, finti alfa che scimmiottano l’idea di mascolinità. E proprio loro, che a parte fare video con ragazze pagate, criticano chi non fa video, chi non mette la faccia.

Ecco, questa è una stupidaggine figlia di una società in cui ci si focalizza solo sull’immagine e non sulla sostanza.

I sentimenti hanno bisogno di discrezione e gentilezza, se sei ad esempio timido/a, e hai difficoltà con le ragazze/i, non ti serve essere lanciato nella mischia, ma prima capire perché la timidezza ti controlla.

 

2 commenti su “Love coach, maestro di seduzione o insegnante del rimorchio?”

  1. Leggevo “… da 20 anni …”, aggiungerei ben altri 2 zeri: 2.000 anni! Si perché ai tempi dei Cesari e soprattutto dell’impero di Ottaviano Augusto la denominazione equivalente di “Love Coach” era “Lascívi Praeceptor Amoris” o precettore dell’amor lascivo (lascivo = giocoso, flirtoso) così come amava definirsi Publio Ovidio Nasone, autore del poema didascalico Ars Amandi o Ars Amatoria.

    1. Ti ringrazio della citazione, perché come precisazione è senza senso: è da 20 anni che io aiuto persone che hanno problemi di seduzione, magari da 2000 o più esistono i “Lascívi Praeceptor Amoris”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *