Vai al contenuto

Massaggiare le mani, uno strumento da usare ovunque

Imparare a massaggiare le mani è uno strumento seduttivo impareggiabile. Prima di tutto perché è

  • qualcosa di discreto,
  • è una scusa per fare contatto fisico,
  • scioglie “fisicamente” dei blocchi,
  • crea complicità,
  • è molto comunicativo.

Tutti questi benefici sono, nel vero senso della parole,

a portata di mano

Il massaggio alle mani: quando farlo

Il vantaggio del massaggio a mani e piedi è che lo si può fare ovunque, magari come preliminari al sesso, come gioco intimo da vivere anche in luoghi pubblici (senza rischio di denuncia per atti osceni!).

Immagina che durante una bella cena lei ti dica che è stata una giornata stancante e stressante, potrebbe sottintendere anche che non ha voglia di fare sesso.

Allora prendi una sua mano ed inizia un lento e rigenerante massaggio, in cui il contatto di pelle sveglierà in lei qualche fantasia.

Mentre lo fai potresti anche raccontarle in un orecchio come vorresti massaggiarle tutto il corpo, accarezzarla e baciarla tutta (ometti di parlare di sesso), sicuramente sveglierai la sua sessualità.

Oppure, se è una ragazza che vuoi conquistare, potresti farlo mentre parlate di cose banali (lavoro, studio, amici, viaggi ecc). L’utilità di questo massaggio è che potete conversare e la sua parte razionale sarà focalizzata a cosa vi dite.

E il contatto fisico, senza che lei se ne renda conto, supererà le sue difese in meno tempo di quanto credi.

Massaggiare le mani, come si fa

Dal punto di vista prettamente “tecnico” le mani sono una delle zone su cui maggiormente si scarica lo stress.

Si irrigidiscono moltissimo e spesso hanno una cattiva circolazione, le famose mani fredde (e cuore caldo), che può essere anche una scusa per iniziare un massaggio!

Uno dei segreti di un buon massaggio alle mani è di fare movimenti piccoli senza quindi trascurare i dettagli.

Posizione: per il massaggio alle mani, ovviamente, non c’è bisogno di spogliarsi, può essere fatto ovunque ed in qualsiasi posizione. Lo stesso olio per massaggi, seppur, utile, non è essenziale. Per le braccia invece è consigliato di stare sdraiati pancia in su con testa e ginocchia poggiate su dei cuscini.

Massaggio:

  • Per le mani inizia con uno sfioramento con movimenti circolari e allo stiramento alternato di un lato della mano.
  • Massaggia poi le singole dita partendo dal pollice, dalla prima nocca (quella attaccata alla mano) sali lentamente per tutto il dito avendo cura di aumentare la pressione alle articolazioni che sono le parti che più subiscono la tensione muscolare. Le pressioni devono essere “circolari”.
  • Alla fine per ogni dito fare una sorta di allungamento del dito stesso, molto leggero ma energico.
  • Invece per le braccia è meglio iniziare con uno sfregamento leggero dal polso che sale fino alla spalla. Poi aumentando la pressione si passa ad un frizionamento.
  • A questo punto si devono sciogliere le tensioni che sono più in profondità con un impastamento medio a tutti i muscoli del braccio (bicipite, tricipite e avambraccio).

Non è essenziale che tu segua tutti questi passaggi in modo perfetto. La cosa principale è lavorare energicamente sui muscoli della mano, stirandoli con delicatezza e usando un minimo di forza.

Osserva le sue reazioni. Se fa molte smorfie chiedile se in quel modo fa bene. Se al contrario non ha alcuna espressione prova ad agire con un po’ di vigore in più. Ricorda che è un massaggio, non le devi fare del male!

Di cosa parlo mentre le massaggio le mani?

All’inizio del massaggio, spiegale cosa stai facendo – magari inventando qualcosa – dille perché fai un determinato gesto, pressione o stiramento delle dita. E poi fatti furbo.

Se sai che ha avuto una giornata/periodo stressante, falle notare che si risente sulle mani, che sono indurite e rigide – ma morbidissime -.

Un piccolo complimento lo puoi fare, senza esagerare altrimenti capirà che è più una tecnica di seduzione che un vero massaggio!

Personalmente ti consiglio di studiare qualche articolo o libro di riflessologia delle mani (è l’equivalente di quella plantare) in cui si afferma che a determinati punti della mano ne corrispondono alcuni specifici del corpo.

Chiedile com’è andata la giornata e ascolta senza dire nulla, tanto massaggiare le mani è anche una forma di comunicazione. E non potrà dire che non la ascolti, non si aspetta da te chissà quali commenti visto che sei concentrato.

I benefici di questo piccolo strumento sono moltissimi, ma non ne abusare, non fare massaggi ogni volta che la vedi! Allo stesso tempo non ti aspettare qualcosa in cambio, o che si sciolga subito e ti baci o venga a letto con te.

I massaggi vanno fatti per il piacere dell’altra persona, per farla stare bene e sentirsi coccolata. Impara a leggere il suo linguaggio del corpo e agire di conseguenza.

2 commenti su “Massaggiare le mani, uno strumento da usare ovunque”

  1. Oh, Sensei! Come la mettiamo se la controparte (le donne) sicuramente ci legge queste tecniche, che poi – io lo so! – divengono “virali”, e ne “sintetizza” un vaccino più efficace di quello di AstraZeneca e Pfizer messi insieme? Non conviene forse tacerle nei tuoi scritti essoterici (destinati alla massa) per svelarle in quelli esoterici (destinati alla “setta”), per dirla con Aristotele?
    Altrimenti finisce che cediamo le armi al nemico…

    1. Le donne non sono un nemico e il mio modo di comunicare difficilmente renderà il blog virale. Questo sito ha come scopo di proporre un concetto di seduzione che obbliga a un miglioramento personale, molti sono pigri e preferiscono la “pillola blu” piuttosto che mettersi in gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *