Vai al contenuto

Mi ha lasciato ma mi cerca, cosa posso fare?

Mi ha lasciato ma mi cerca ancora, significa forse che rivuole rimettersi con me?

A questa domanda mi piacerebbe dare una risposta unica e soprattutto positiva ma la realtà, almeno nella maggior parte dei casi, è ben diversa.

Anche se qualche possibilità, seppure poche, ti rimane. Il mio consiglio è di rimanere con i piedi per terra ed evitare scenate o gesti folli. Meglio essere lucidi e tranquilli per poter capire davvero cosa vuole da te.

Se poi dimostra un minimo di interesse saprai cosa fare.

Solitamente lo scenario è molto semplice: ti ha lasciato, tu hai tentato in tutti i modi di riconquistarla e dopo alcune settimane (meglio mesi) si rifà sentire.

Lei mi ha lasciato ma mi cerca con messaggi che non capisco!

Il tipico modo per riallacciare i contatti da parte di una ragazza è il più delle volte un banale messaggio condito da una qualche scusa.

Potrebbe anche semplicemente chiederti come stai, ma in generale tenta di coprire le sue vere intenzioni con frasi di circostanza.

Lei mi ha lasciato ma mi cerca, cosa fare?

Credo che appena lo hai visto, se ne sei ancora innamorato, tu sia saltato per aria contento come non mai. Poi lentamente si sono accavallati dubbi e incertezze, soprattutto dopo qualche altro messaggio o telefonata poco coerenti nei modi e contenuti.

E’ tipico a questo punto che lei ti dica la fatidica frase “credo tu abbia frainteso”, che io odio a morte. Con queste poche parole scarica su di te la responsabilità del vostro riavvicinamento così da sentirsi a posto con la coscienza.

E tu passi le giornate ad arrovellarti senza capire cosa possa lei volere da te, tanto che a una tua richiesta di chiarimento lei avrà probabilmente detto di essere confusa.

Per cosa? Non chiederlo a me! Alla fine l’unica risposta plausibile che preferisco accettare è che sia confusa.

Dalla confusione a…

Ok, diciamo che accettiamo la sua condizione di confusa e idiota (vale per uomini, donne, etero e gay, non sono così sessista!). Mi ha lasciato ma mi cerca Come comportarsi e soprattutto cosa fare per capirci qualcosa.

Per esperienza il concetto di confusione è il più delle volte una scusa per non vedere la realtà e poter agire a proprio comodo.

Una ragazza che lo dice sa già ADESSO cosa vuole ma sa anche che una condizione non chiara le porterebbe più benefici.

Facciamo un esempio: lei dice che è confusa e tu riprendi a corteggiarla dopo che ormai avevi messo una pietra sopra la vostra bella storia.

A quel punto la sua autostima cresce perché ci sei tu che la fai sentire speciale, le mandi messaggi e regali convinto che lei capirà di amarti.

Errore! Nella maggior parte dei casi lei non è confusa come dice, sa di non volere più una relazione con te ma le piace averti intorno. Nella migliore delle ipotesi potrebbe davvero volerti bene come amico e non volerti perdere.

Questa è una giustificazione per il suo comportamento?

Direi di no, se vuoi bene a una persona non agisci egoisticamente. In ogni caso tu ti domani lei mi ha lasciato ma mi cerca quindi mi vuole o no? Potrebbe volerti, ma come presenza nella sua vita, come amico.

In pratica da fidanzato ti trasforma in amichetto… bello vero? Direi proprio di no. E se invece lei ti vuole ma ha paura di rimettersi con te, e quindi adduce la confusione a causa dei suoi tentennamenti?

Per una volta sei fortunato, in che senso? Che si tratti del caso in cui lei ti vuole come amico oppure è solo spaventata (in rari casi davvero confusa), la strategia per riconquistare la ex ragazza è la stessa.

Prima di ogni cosa ragiona, prenditi qualche giorno e comprendi se effettivamente vuoi davvero ricominciare. Sei stato male e ora che ritorna, non si sa bene per cosa, butti alle ortiche la tranquillità ritrovata per cosa?

Ci vuole dignità nel saper dire di no, anche se ancora in parte la vorresti accanto a te, personalmente credo che a un certo momento della vita sia da alfa chiudere un rapporto, piuttosto che farsi male all’infinito.

Lei mi ha lasciato ma mi cerca: la strategia

Diciamo che hai deciso di riprovare a conquistarla, la trappola, il vero nemico della tua seduzione non è lei, ma la zona amicizia. Perché sia nel primo che nel secondo caso appena visti rischi di finirci per una serie incredibile di inutili e stupide sue ragioni.

Per evitarlo hai a disposizione una serie di armi di seduzione semplici e affinate da anni di pratica e che tu stesso, spesso, hai usato quasi senza accorgertene:

  • Contatto fisico, toccala come piace a lei, dove la stuzzica e magari la fa eccitare. Ovviamente sempre tenendo conto dell’escalation del contatto fisico.
  • Flirta a più non posso, evita discorsi pesanti e lagnosi su quanto sei stato male senza di lei. Falla divertire e falle vedere che la vuoi e la desideri.
  • Ironia, sempre e comunque.
  • Gelosia, è tanto pericolosa quanto utile. Tu non stai con lei quindi non può dirti nulla a riguardo e se lo fa sarai autorizzato non a discutere, ma a baciarla.

Lei mi ha lasciato ma mi cerca cosa posso fare? Semplice, comprendi cosa vuoi e agisci di conseguenza. Ti consiglio di leggere l’ebook Come riconquistare la ex ragazza prima di mettere in atto una qualche nuova strategia di seduzione.

9 commenti su “Mi ha lasciato ma mi cerca, cosa posso fare?”

  1. Buon pomeriggio.
    la mia ragazza circa 2 mesi fa mi ha lasciato dicendomi di non amarmi (diciamo che problemi tra di noi ce ne sono stati) senza non troppe scene pietose ho accettato la sua decisione….lei mi ha bloccato su wa dicendomi a sua detta di proteggersi dalle mie accuse di vigliaccheria da parte sua,di accuse di aver tradito i nostri progetti eccc ecc…. premetto che io da 2 mesi nn lo mai cercata.Da circa una settimana mi contatta via mail prima con la scusa di una informazione su una questione sul suo lavoro oggi se avevo la garanzia di un orologio da lei regalatemi …che io ho restituito distrutto all’epoca che mi ha lasciato.Ora chiedo il senso di contattarmi con queste scuse patetiche e prive di ogni sua forma di dignita’!!!!

  2. Buongiorno,
    Le scrivo questa mail perché sono disperata. Circa 2 mesi fa il mio ragazzo mi ha lasciata dopo 12 anni di relazione, praticamente senza alcun motivo valido. Lui mi ha detto che voleva prendersi un periodo di stacco dalla sua famiglia e da me, infatti è andato a lavorare in un hotel della Sardegna. Io l’ho supplicato di restare ma ho solo peggiorato la situazione, tant’è vero che quando doveva partire mi ha mandato un sms dicendo che io ero stata talmente insensibile nei suoi confronti che non sono riuscita a capire cosa lui mi stesse comunicando, questo suo malessere. Comunque passano i giorni, lui non si fa sentire e poi decido di rompere il ghiaccio scrivendogli una mail dove lui rispondeva e mi chiedeva come stavo (dato che stavo passando un brutto periodo riguardo la mia salute). Arrivati ad un certo punto, dato che mi aveva detto di non dire nulla a nessuno del fatto che ci sentivamo, mia sorella gli ha chiesto il motivo per cui mi mandava i sms, ha deciso di interrompere anche questo tipo di contatto, al che sono ripiombata in una profonda crisi depressiva, non mangiavo più, andavo a fatica a lavoro, insomma un degrado. Non mi faccio più sentire ma
    Dopo circa due settimane decido di cercarlo nuovamente e lui inizialmente non era convinto di rispondermi ai sms poi però si è lasciato andare e ora parliamo tutti i giorni. Ora io mi domando, perché fa così? Perché tutto ad un tratto decide di parlarmi bene, di rispondermi ai sms, mi racconta il lavoro che fa.. praticamente parliamo come se nulla fosse successo, ridiamo scherziamo..io ho deciso di restare stabile, non voglio sbilanciarmi parlando di noi perché poi so che potrebbe non rispondere o magari rispondermi male..
    Cosa devo fare? Continuare a rispondere ai suoi sms?
    Aiutatemi sono disperata.
    Cordiali saluti
    Annalisa

    1. Anzitutto evita la parola “disperazione”, perché carica di negatività estrema te stessa e le tue azioni. Se continui a sprofondare nella depressione, gli dimostrerai solo che non puoi vivere senza di lui, e questa è ossessione, non amore, facendolo fuggire. Trova il tuo equilibrio personale, non gli stare addosso e quando tornerà fatti trovare al meglio di te (non per lui, ma per te stessa). Piangersi addosso, come stai facendo ora, non lo farà avvicinare.

  3. Ciao Sensei avrei bisogno di un tuo prezioso consiglio
    Per farla breve diciamo che lei mi ha lasciato dopo una breve ma intensa storia in cui la reciproca attrazione fisica la faceva da padrona. Io l’ho sempre cercata …. lei invece mi chiedeva in tutti i modi di lasciarla in pace, mi aveva bloccato ovunque (whatsapp, messenger ecc…) abbiamo anche litigato e sono volate parole pesanti tramite messaggi (SMS) … poi improvvisamente dopo un mio ennesimo SMS mi risponde ed il giorno dopo al termine di una chat “normale” mi dice di aver in corso un brutto momento e che mi vuole rivedere solo per andare a letto insieme … io sono sorpreso , ma non le dico nulla di questo suo cambiamento, l’assecondo, la lascio stare la contatto raramente, lascio sia lei a condurre il “gioco” … secondo te va bene così, nel senso che lascio a lei il “comando” o c’è qualcosa che potrei fare per “accelerare” le cose?

  4. Ciao! Ho letto l’articolo e trovo molte cose in comune con la mia situazione e vorrei chiederti cosa ne pensi, se vorrai 🙂
    In sintesi, ci siamo lasciati da tre mesi, un mese subito dopo lasciati passato a stretto contatto e anche è capitato di fare l’amore, con un trasporto enorme. Ma lei vuole andare via e si è infatuata anche di un altro, credo. Allora a un certo punto le ho detto basta, che non ce la facevo più e da allora abbiamo diminuito molto contatti e altro. Ma spesso mi scrive, con scuse futili, e quando rispondi però si ritrae. Mi ha invitato a un evento che faremo assieme fuoriz con pernotto, dopo che si era fatta sentire con più insistenza, solo che quando rispondo positivamente si ritrae e ora non ci sentiamo da due giorni. Vorrei sapere se secondo te ho ancora qualche speranza onde è meglio mettere una pietra sopra zncosa che peraltro sto cercando faticosamente di fare, con discreti risultati. Grazie!

  5. Scusa Sensei ma forse mi sono espresso male…
    La confusione in questo momento ce l’ho a causa della SUA…per forza…ha dei comportamenti nei miei confronti a me purtroppo non chiari. Ma io sono stato chiaro e mi sono dimostrato deciso con lei fin da subito, fin dal primo giorno che mi ha lasciato e anche tutt’ora: il nostro rapporto non è irrecuperabile, se il sentimento c’è (e dall’ultima volta che ci siamo visti ho capito che c’è anche da parte sua) si può superare ogni difficoltà, basta volerlo e basta essere consapevoli dei propri errori.
    È logico che avendoglielo ripetuto in tutte le salse all’inizio della rottura, lei comunque sia non ne voleva sapere…allora io ho perso la speranza e mi sono messo da parte…poi lei magicamente rispunta ed ha questi comportamenti ambigui e inizia il tira e molla che ho già descritto. Ma il tira e molla non è giostrato da me ma da lei che un giorno fa un passo avanti e il successivo lo fa indietro e io mi sento in balia delle onde. Io in realtà la domanda l’ho fatta: perché lei si comporta così? Perché fa e poi disfa?
    Grazie mille per la risposta.

    1. Non sono Xavier, come posso sapere cosa pensa una persona che non conosco! Il punto è che sei insicuro, ma di tuo, e se non te ne rendi conto continuerai a farti domande inutili (oltre che senza risposta). Da quanto scrivi, ed è poi il motivo della mia considerazioni, le hai “ripetuto in tutte le salse ecce cc…”. Non si seduce così, non è il modo per riconquistare una ex. Devi essere più risoluto nelle azioni e con esse dimostrarle anche che sei migliorato. Lei non vuole, immagino, che tu le prometta di cambiare (ma dopo che vi siete messi insieme), ha bisogno di vedere da te, adesso, alcuni cambiamenti.

  6. Ciao. È incredibile come leggendo questo articolo ci siano tante cose in comune alla mia situazione attuale. Avrei comunque bisogno di un consiglio, se possibile.
    La mia situazione è questa:
    2 mesi fa lei (Elena) mi lascia dopo 8 anni di relazione e convivenza, trovandomi migliaia di difetti e dicendo che non sa più cosa prova per me. Inutilmente cerco di farla ritornare sui suoi passi. Col passare dei giorni in quelle occasioni in cui ci vedavamo per dividerci la roba in appartamento, io da piagnone, progressivamente mi comporto nei suoi confronti come me stesso, sorridente, scherzoso, sdrammatizzante, premuroso ma non troppo, a volte ho avuto lievi contatti fisici (tipo spostarle una ciocca di capelli) e lei non ha mai disdegnato questo comportamento, anzi. In questo periodo mi ha spesso contattato telefonicamente e non nego che obiettivamente a volte mi son chiesto se a volte non mi chiamasse solo per sentirmi coprendosi dietro a scuse a volte davvero eclatanti. Passa un mese dalla rottura, io scopro che lei si sente già con un altro. Le cose si complicano, io subisco un incidente in auto e vengo ricoverato, sarà un percorso lungo. Decido di concentrarmi su di me e superare lo scoglio della fine del rapporto, non facendomi mai sentire con lei. Ma da quando ho fatto l’incidente lei ha avuto un comportamento ambiguo nei miei confronti: tempestato di messaggi in cui lei scrive che è dispiaciuta, che le cose non dovevano andare così e……udite udite……”ho un casino nella testa” (in merito a quello che prova per me). Io subito faccio il duro e il distaccato e trattengo la mia gioia poi però lei si apre sempre di più anche si un modo un po’ fumoso e il giorno dopo, preso da un momento di debolezza, le esprimo il mio amore per lei…e lei cosa fa? Torna sui suoi passi dicendo che le dispiace avermi illuso il giorno prima……..
    Da quel momento allora decido di non farmi più sentire di nuovo e quando vede che non la contatto più, lei si fa risentire…
    Questo tira e molla è andato avanti due o tre volte ma la cosa che non capisco è che un giorno venutami a trovare ci siamo persi spontaneamente a fissarci negli occhi e a sorriderci e arrossire esattamente come il primo giorno in cui ci siamo innamorati, ci è mancato poco e addirittura, ci saremmo pure baciati. Lei in lacrime
    …beh dopo quel giorno io (stupidamente) sono ripartito in quinta, cercando di farle rivalutare il nostro rapporto e lei ha ricominciato a tirarsi indietro, dicendo sostanzialmente che avrebbe anche voglia di ritornare con me ma secondo lei è impossibile che le cose si possano aggiustare (da notare che i “problemi” del nostro rapporto non erano nulla di irrecuperabile e nulla di grave come, violenza, furto, tradimenti, possessione ecc…). Insomma, irremobvibile.
    E adesso sono giorni che non si fa più sentire…
    Come è possibile comportarsi in questa maniera? Da cosa è bloccata? Ragiona troppo con la testa? Io sono certamente ancora innamorato di lei ma lucidamente sono sicuro di ciò che ho visto coi miei occhi quel giorno (ho più di trent’anni non ne ho 15) e i suoi occhi non erano colmi d’affetto ma di amore…
    Non so cosa fare, perché da un lato sono stanco di questo tira e molla perché è un po’ umiliante specialmente se consideriamo che lei nel mentre che io sono qui ad arrovellarmi il cervello, lei si frequenta ancora con l’altro. Ma d’altro canto se decido tassativamente di rompere completamente i ponti, non rispondendo più a messaggi e telefonate, ho paura di buttare l’opportunità di riallacciare i rapporti…

    1. Il finale del tuo discorso mette in luce il fatto che tu non abbia ancora deciso cosa fare del vostro rapporto ma soprattutto cosa vuoi tu. Perché da una parte hai compreso che ci sono ostacoli – apparentemente non insormontabili – che però sono una delle concause della rottura. Dall’altra tu che hai capito che lei ti fa soffrire ma forse la vuoi comunque. A dimostrazione della TUA confusione, non mi hai domandato nulla, io non so perché mi hai scritto. Per sfogarti o cosa? Non posso darti risposte perché non hai fatto alcuna domanda, immagino che sia perché non sai cosa vuoi. Chiarisciti, decidi e poi agisci di conseguenza, e magari scrivimi così che possa proporti qualche spunto utile in funzione delle tue decisioni. Che tu sia stanco è normale, ma non può essere una scusante per non prendere una decisione, ti posso dire che anche la sua confusione, in parte, potrebbe dipendere dalla tua. Ti vuole più deciso, in una direzione o nell’altra, che non significa certezza di rimettervi insieme in caso tu scelga quella strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *