Migliorare il sesso con la giusta respirazione

migliorare il sesso.

Migliorare il sesso, sia per te che per il partner, è meno difficile di quanto si possa pensare. E non parlo di aumentare la durata e portarla a quattro ore di fila o cose di questo tipo.

Fare sesso, l’amore, non ha molto a che vedere con le performance. Certo ci devono essere dei limiti minimi. Intendo dire che comunque devi durare di più, o almeno un tempo sufficiente per far avere anche a lei un orgasmo.

In questo caso, per sapere quali sono i tempi “utili”, ci viene incontro la scienza. Secondo molti studi, infatti, alla donna – di media – dovrebbero servire circa 10 minuti per arrivare all’orgasmo. 

Stiamo parlando di valori medi, quindi non è detto che siano così per tutti. Potrebbe soffrire di anorgasmia, oppure potrebbe avere bisogno di più o meno tempo.

In ogni caso è sempre meglio durare di più, quindi segui gli esercizi che trovi qui sul sito e modifica il tuo stile di vita facendo più attività fisica e seguendo una dieta migliore.

Il sesso non è una gara, ma meglio essere preparati fisicamente

Prima di tutto però, ricorda che non si tratta di una gara in cui contano le performance, quanto il giusto mix tra quelle e altro.

Per “altro” intendo tutta la parte emotiva che potremmo identificare, in linea di massima con:

Non ci sono linee guida assolute, solo sfumature. Però tu puoi imparare queste sfumature, oltre ad alcune utili tecniche e conoscenze, che mettendole in pratica cambieranno la qualità della tua esperienza sessuale.

Uno degli strumenti più potenti per migliorare il sesso è la respirazione. Riuscire a seguire quella giusta, ti aiuterà moltissimo con benefici che non avresti mai immaginato.

E tutti sappiamo respirare!

I vantaggi della respirazione

Uno di maggiori fattori che determinano una breve durata nei rapporti sessuali è l’ansia.

Tra la paura di non soddisfarla, di non essere in grado di darle abbastanza piacere, di avere un’erezione o di durare troppo poco il piacere del sesso passa in secondo piano. In più l’essere focalizzati su questi elementi non ti permette di goderti quello che stai facendo.

Spesso ti avranno dato consigli un po’ strampalati – per migliorare il sesso – come pensare a cose brutte o non eccitanti, di contare le pecorelle o fare le tabelline, insomma ti hanno sempre detto di non focalizzarti sul sesso per durare di più.

Ma allora io ti domando, ma che senso ha fare sesso se mentre lo fai devi pensare ad altro? Ovviamente nessuno.

Durante l’atto di solito focalizzi tutta la tua attenzione al tuo pene, tentando di non sentire nulla o il meno possibile per non venire subito, allo stesso tempo la tua mente, inutilmente, proverà ad estraniarsi pensando, appunto, a tutt’altro.

Aggiungi che ti stai sforzando, quindi sotto sforzo cosa si tende a fare? A trattenere il respiro!

Risultato finale?

Duri poco e fai un sesso abbastanza scadente.

Spero di averti dimostrato che in questo comportamento non c’è nulla di valido ne’ tanto meno gratificante. Allora proviamo a modificarlo radicalmente:

  1. Respira, si lo so che lo fai sempre, ma prova a respirare a pieni polmoni anche mentre stai facendo sesso.
  2. Goditi quello che stai facendo, prova a sentire tutte le sensazioni che il tuo corpo ti regala (non soltanto quelle delle parti basse). Quindi goditi il profumo della sua pelle, la morbidezza dei suoi capelli, ascolta la sua voce, tuffati in tutte le sensazioni.
  3. Mentre ti lasci andare alle sensazioni non tendere tutti i muscoli!
  4. I miglioramenti non saranno eclatanti da subito, ma ci saranno, calma e pazienza.

Se vuoi migliorare il sesso devi dimenticare ciò che credevi di sapere, noi tutti respiriamo. Lo so è ovvio ma ciò che non tutti sanno è che si può respirare in modi differenti per finalità diverse.

Migliorare il sesso: impariamo a respirare (di nuovo)

Questo esercizio non è altro che una forma molto leggera di meditazione. Quindi è molto utile che tu possa eseguirlo in un ambiente silenzioso senza il pericolo di essere disturbato o interrotto. La durata è dai 5 ai 15 minuti massimo.

Posizione: seduto per terra (anche su un asciugamano o cuscino molto piatto), gambe incrociate, schiena dritta. Non ti appoggiare al muro. Gli occhi possono essere chiusi, socchiusi o anche aperti, come ti senti più rilassato.

Respirazione: Bocca leggermente aperta con la lingua appiattita sul palato. All’inizio ti sembrerà innaturale e scomodo, spesso avrai problemi con la salivazione ma con il tempo imparerai controllarla.

  1. Inspira dal naso lentamente per 7 secondi fino a riempimento dei polmoni, li devi sentire gonfiarsi fino all’estremo.
  2. Trattieni l’aria per 7 secondi.
  3. Espira lentamente anche qui per circa 7 secondi.

Mantieni sempre la stessa posizione di base con la lingua attaccata al palato. Per quanto i primi tempi sentirai mille fastidi e difficoltà non ti preoccupare, prosegui.

La bocca sarà piena di saliva a causa della posizione della lingua, vai avanti e concentrati solo ed esclusivamente sulla respirazione restando immobile.

Prova a “vedere” l’aria che entra nel tuo corpo, si ferma e lo depura per poi essere rilasciata, vedilo come una sorta di ciclo purificatore, per il resto FOCALIZZATI solo sul respirare bene come ti ho detto.

Durata: le prime volte potrai fare un po’ di fatica, anche pochi minuti andranno bene (tipo 2-3), ogni giorno vai un po’ oltre fino a raggiungere anche 10-15 minuti. Fai questo esercizio almeno 3 volte la settimana.

Vantaggi: prima di tutto ti permette di “usare” bene il respiro, di concentrarti sul come farlo. Sembra paradossale ma quasi ci siamo dimenticati come si respira bene. È una sorta di meditazione che rilassa e diminuisce lo stress e di conseguenza ne beneficia tutto il tuo corpo, voce compresa. Come vedremo più avanti (Capitolo .05) aiuta per incrementare la durata di un rapporto sessuale.

A cosa serve respirare bene quando si fa sesso

Respirare è l’attività che facciamo tutti, dalla nascita fino alla morte. È semplice, banale, eppure non tutti respirano nel modo giusto. Il respiro è la chiave per godersi la vita, ma va fatto con attenzione, l’ansia e lo stress non fanno altro che condizionare il modo con cui respiriamo, togliendoci del prezioso ossigeno.

Respirare, oltre a tenerci in vita, se fatto a dovere apre i ricettori del piacere, in pratica se inspiri più aria senti maggiormente le sensazioni positive!

Proviamo un esercizio facilissimo:

  • Riempi i polmoni (di solito non si riempiono più del 50%)
  • Svuotali totalmente.

Fallo lentamente, senza sforzo senza per forza dover sperimentare chissà quale sensazione.

Adesso proviamo a smuovere il diaframma:

  • Sbadiglia a pieni polmoni, così riempirai le zone dei polmoni che non si usano, fallo più volte, non senti una strana sensazione? È l’afflusso di sangue che porta più ossigeno ai ricettori del piacere che si “esaltano” permettendoti di assaporare al meglio le sensazioni.
  • Continua a sbadigliare e senti bene la sensazione di riempimento dei polmoni alla fine di ogni sbadiglio.
  • Ora respira più profondamente che puoi ricordando la sensazione di “fine sbadiglio”, prova a ripeterla mentre respiri. Riempi e svuota bene i polmoni, rilassa tutto il corpo.
  • Segui questo ritmo per alcuni minuti, dovresti sentire una sensazione di capogiro, di stordimento. Non ti preoccupare è solo l’ossigeno che arriva in maggiori quantità al cervello, è quasi una droga.
  • Non ti spaventare, ma prova a goderti questa strana sensazione di ubriachezza, se oggi non ti riesce, rilassati e prova domani. Lentamente diverrà sempre più gradevole fino ad accettarla e goderla del tutto.

Questo esercizio ti serve per spegnere un interruttore che è spesso la causa dell’ansia: l’istinto di sopravvivenza. Esso è uno strumento indispensabile, necessario per agire rapidi nei momenti di pericolo che mettono a repentaglio la nostra sicurezza.

Ma tra le sue tante proprietà, come quella di focalizzare tutte le tue energie per salvarti in caso di pericolo, fa anche un qualcosa che nella vita quotidiana può essere assai spiacevole: spegne letteralmente i ricettori del piacere e ti fa esplodere l’ansia.

Come evitarlo?

Respirando profondamente e capendo cosa fa l’istinto di sopravvivenza e affrontarlo. Se sai di essere ansioso è già un passo avanti.

Ti basterà respirare profondamente come nell’esercizio e ripeterti che non c’è motivo di essere agitato, pericoli all’orizzonte non ce ne sono.

Ridere ad esempio provoca una iperossigenazione dei polmoni, ti senti meglio. Respirando profondamente fai semplicemente la stessa cosa, allenti la tensione nervosa, dai una frenata all’istinto di sopravvivenza e senti meglio le sensazioni piacevoli.

Migliorare il sesso: cosa fare prima…

Prima di fare sesso, prova a prenderti qualche minuto per rilassarti, fai l’esercizio seguente:

Esercizio:

–   Sbadiglia per un minuto.

  1. –   Respira profondamente riempiendo i polmoni.
  2. –   Espira svuotandoli completamente.
  3. –   Ripeti al tuo istinto di sopravvivenza che non c’è pericolo, stai solo per fare del meraviglioso sesso.

Come vedi è più facile di quanto immaginavi migliorare il sesso, basta imparare a respirare e in più, come visto all’inizio dell’articolo, studiare un po’!

Migliorare il sesso e l’importanza della comunicazione

Parlare migliora il sesso, anzi, la vita sessuale di una persona e della coppia. Se sei single e hai solo storielle diventerà difficile, ma se hai una trombamica – o se sei in coppia – la comunicazione diviene utilissima.

Non aver paura di parlare con la tua partner, dille cosa ti piace e chiedi a lei cosa la fa eccitare e le stuzzica la fantasia. Elimina il giudizio da questi dialoghi, perché la parola può essere un vero afrodisiaco.

In più sapere di preciso cosa le piace a letto è un po’ come avere il manuale d’istruzioni. Saprai di preciso cosa vuole lei, ti sembra poco? Molti ragazzi hanno paura di parlare di sesso con le loro ragazze, e sbagliano.

Ti assicuro che avere accesso ai desideri sessuali di una donna è il modo migliore in assoluto per soddisfarla a letto. E in più lei potrà fare la stessa cosa, sapendo cosa ti piace ti farà impazzire. Ne gioveranno la vita sessuale e la relazione stessa.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *