provarci con una ragazza

Provarci con una ragazza: come e quando

Di solito si si vuole capire da subito come provarci con una ragazza, che sia presentata oppure una appena conosciuta. Io credo che sia più utile, per evitare di fare danni, capire quando è il caso di NON provarci.

Non si tratta di regole difficili, ma solo logiche se si conosce un minimo l’Universo femminile – che rimane al 99% oscuro – però esistono alcuni casi in cui le donne sono molto chiare.

Come ad esempio, appunto, quando non hanno alcun interesse e un No è un NO, non un forse o neanche un test per vedere il tuo interesse.

Hai a disposizione 2 strumenti per capire:

  1. Linguaggio del corpo.
  2. Empatia.

Con il primo (leggi tutta la categoria che trovi qui, di articoli per impararlo e soprattutto l’ebook) potrai farti un’idea di massima se è una ragazza disponibile.

Quelle che non lo sono tendono a sviare lo sguardo, a ignorare tutti eccetto il loro interlocutore. Quindi, se una donna con le amiche, pur parlando con loro si guarda intorno potrebbe essere interessata a conoscere qualcuno.

Se ride e manda una serie di messaggi paraverbali (come detto li trovi TUTTI negli articoli e ebook) del tipo:

  • si accarezza alcune parti “erogene” o comunque delicate (es. collo, polsi.),
  • si ravviva spesso i capelli,
  • ride ad alta voce,

Sono tutti segnali seduttivi o di richiamo, certo se li fa mentre sta con un uomo significa che è interessata a lui!

L’empatia, al contrario, la applichi quando magari te la presentano e quindi ci puoi parlare senza dover andare a rompere il ghiaccio.

Anche in questo caso leggi il suo linguaggio del corpo, ma visto che hai l’occasione di parlarci entraci in sintonia , con l’empatia, e prova a capire che tipo di persona è e cosa vuole in questo momento dalla vita.

In fondo bastano poche domande precise per capirlo.

Quando provarci con una ragazza

Se le 2 “tecniche” appena usate ti danno un riscontro positivo, o anche non-negativo, allora potrai andare a parlarci e provarci senza crearti troppi problemi.

Ho detto non-negativo, perché potrebbe non mandare segnali di nessun genere e questo potrebbe dipendere dal fatto che è una ragazza timida, oppure è solo un po’ chiusa. In ogni caso, se ti piace, non perdere l’occasione.

Se poi la conosci, e non ha mai dato segnali negativi verso di te, anzi ha sempre accettato il contatto fisico (però ricambiandolo anche), e il suo linguaggio corporeo è aperto con te, non ti devi tirare indietro.

Sento ragazzi che accampano tante scuse per non provarci con una ragazza:

  • Non so se le piaccio.
  • Esce adesso da una storia (vedi paragrafo seguente).
  • Deve studiare.
  • Ha un parente malato.
  • In questo periodo è molto stressata…
  • …e altre 1000 scuse!

E due settimane dopo conosce un tipo che se la porta via! Se ti piace una ragazza, non è impegnata e non ti ha mandato segnali negativi, devi buttarti.

Lo so che rischi un due di picche, ma se non provi non saprai mai se poteva andare. Hai a disposizione tutte le tecniche di seduzione di questo sito, per cui imparale e buttati.

Se è appena uscita da una storia…

Ti ho detto che quando non devi aspettare, l’unico caso è quando è appena uscita da una storia e tu vuoi conquistarla per avere una relazione duratura. In questo caso è meglio essere molto molto delicati.

La leggerezza e il tempo sono le parole chiave per farla tua. Non avere fretta, lasciale spazio e non le stare addosso o lei fuggirà. E sincerati che non sia ancora innamorata, in quel caso è meglio scomparire.

Sedurre è possibile, far smettere di amare qualcuno no! 

Al contrario, se tu vuoi solo una storia di sesso, allora è proprio il momento giusto per agire. Subito dopo una rottura la mente vuole svagarsi, perdersi in altro e tu devi essere ciò di cui ha bisogno:

  • ironia,
  • leggerezza,
  • flirt,
  • sfacciataggine,
  • nessun impegno o programmi,
  • sorprendila e falla divertire.

A quel punto provaci, ma con la consapevolezza – per entrambi – che è solo del meraviglioso sesso. Poi accadrà quello sarà, a te non deve importare.

4 comments

  1. Immaginavo fosse particolarmente complesso ahahah proviamo dai, poi al massimo lascerò perdere come quando ho visto che non avrei ottenuto nulla mentre era fidanzata. Penso che abbia bisogno che io ci sia, ma che le lasci i suoi spazi. Lo dico perché, per esempio, lunedì beccandoci in biblioteca, è stata lei a buttare lì di pranzare insieme. Naturalmente, è una mia ipotesi! Pensavo di invitarla a una fiera a fine novembre, roba tranquilla che mi consente di unire l’utile (comprare regali di natale) e il dilettevole (lei) senza comunque metterla in “allerta”. Vedremo se verrà. Settimana scorsa siamo andati a farci una birra pomeridiana su sua parziale iniziativa (sai, quando le donne ti buttano l’esca più volte ahahah), dove mi ha poi ufficializzato che si era lasciata (prima l’avevo solo ipotizzato da alcuni sui comportamenti).

  2. Sensei, questo articolo cade a pennello! Una mia amica (la conosco da 3 anni e ci ho già provato in passato) si è lasciata da 1 mese e mezzo con il suo tipo (5 anni di relazione, chiusa da lei) e io stavo proprio cercando di capire come gestire il fattore tempo/seduzione con l’obiettivo di avere una relazione duratura con lei. Lunedì, durante un pranzo insieme, ho notato che al mio contatto fisico (che apprezza) lei fa fatica a ricambiare, cosa che in passato non accadeva. Quanto accaduto mi ha fatto capire che stavo correndo troppo, d’altronde 5 anni di relazione non sono noccioline. Ho deciso di essere un po’ meno invasivo (nei suoi confronti ho un contatto fisico seduttivo, mi piace un botto… mi ispira troppo sesso e mi viene automatico ahahaha) e attendere che lei inizi a investire un minimo nell’interazione fisica. Le sto lasciando spazio a go go (la contatto raramente – le ultime volte l’ha fatto lei per messaggio) e mi limito a interagire (con contatto) quando la becco in università. Insomma, sto cercando di andare per gradi senza forzare il tutto. Speriamo l’universo me la mandi buona ahahaha Sei hai consigli, sono sempre ben accetti 😉

    1. Ti dico da subito che una ragazza che si è appena lasciata è molto difficile da sedurre seriamente. Intendo che per portarla a letto basta farla divertire, essere leggeri e flirtare molto (meglio non eccedere con il contatto fisico). Per costruire una relazione servono, come stai facendo tu, pazienza e delicatezza. Però, anche facendo tutto come dovresti, i rischi di fallimento sono alti perché lei è confusa e davvero incasinata in questo momento. Devi capire cosa vuole lei adesso, ad esempio se ha bisogno che tu ci sia, o della tua assenza e agire di conseguenza (senza eccedere o rischi di comportarti da beta). Per ora, da quanto scrivi, stai facendo bene. Flirta con lei, sii leggero e falla ridere. Magari tra un po’ invitala a fare qualcosa che sai le possa piacere, nulla di impegnativo e invitala come faresti con un tuo amico qualsiasi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *