Vai al contenuto

Ragazze che se la tirano: perché lo fanno?

Ti sarà capitato tante volte di conoscere ragazze che se la tirano trovandoti in difficoltà perché non capivi come comportarti.

Le donne che se la tirano non sono altro che persone come tutti noi, solo che per una serie di ragioni tendono a darsi molto valore. Può dipendere dal fatto che sono strafighe, oppure semplicemente molto belle o affascinanti.

In alcuni casi hanno un’autostima che scade nella presunzione per motivi personali, ad esempio potrebbero essere state viziate o essere vissute in un ambiente con poche ragazze. Di conseguenza erano ambite.

Capita, ad esempio, per le ragazze che frequentano scuole o attività tipicamente maschili (Ingegneria, Istituti tecnici, sport di contatto), e perciò “puntate” dai molti colleghi. In pratica è il concetto di abbondanza rigirato a loro favore.

Ragazze che se la tirano: definizione

Una donna se la tira nel momento in cui si attribuisce un grande valore e si comporta, quindi, con arroganza e supponenza.

Sono persone che sanno di valere, oppure che lo credono, agendo con comportamenti spesso ineducati, irrispettosi e aggressivi. Anche se, come vedremo più avanti, ci sono casi in cui sono costrette a tirarsela.

Può capitare che donna non se la tiri, ma si dica che lo faccia. Capita per due motivi principali:

  1. è una ragazza timida/riservata,
  2. ha rifiutato alcuni “personaggi” che per vendetta mettono in giro la voce che se la tira.

Il primo caso è semplice, basta conoscerle e dare loro tempo di aprirsi. Il tirarsela è solo uno strumento difensivo per colpa delle loro insicurezze o timidezza. Anche le belle donne possono essere timide, spesso si fanno molte paranoie perché, e questo dovrebbe essere chiaro per tutti, sono esseri umani come chiunque altro.

Si tende a pensare che chi è avvenente sia anche sicuro di sé, tale considerazione porta a non conoscere le persone a causa di un pregiudizio.

Quelle che hanno rifiutato un beta

Nel secondo gruppo ci sono donne che hanno dato un bel due di picche a qualche beta che ci ha provato con loro. Ora ascolta bene, altrimenti rischi di confonderti: un uomo è un beta se dopo un rifiuto mette in giro voci non vere per nascondere la verità.

Se prendi un 2 di picche, non sei in automatico uno sfigato! Come nello sport, i veri uomini accettano le sconfitte con intelligenza e umiltà. E da un rifiuto si può imparare molto. Ma se metti in giro voci false sulla ragazza che ti ha rifiutato, nascondi la testa nella sabbia per non vedere i tuoi errori.

In più le attribuisci un modo di essere che non le appartiene.

Di conseguenza, quando ti relazioni con una persona, fallo a mente aperta senza ascoltare le dicerie. Mettiti in gioco e prova a capire le ragioni dei suoi atteggiamenti, in questo ti possono aiutare due strumenti importantissimi:

  1. lettura del linguaggio del corpo ed
  2. empatia.

Accetta, all’inizio, che la ragazza sia un po’ schiva forse anche stronza senza però farti calpestare. Con gentilezza ed educazione falle presente che un determinato comportamento non ti piace e se può smetterla. A volte basta poco.

Ragazze che se la tirano a ragione

Noi uomini non sappiamo cosa si provi a essere donne (ovvio), ma ci potrebbe aiutare provare a metterci nei loro panni e vedere quanti morti-di-figa esistono nel mondo. Migliaia di affamati che si potrebbero scopare chiunque.

Così in tantissimi scrivono e flirtano senza pensarci, investendo poco o nulla, con la speranza di rimediare qualcosa. Ciò capita a moltissime, indipendentemente da come sono fisicamente.

Se poi una è bella, affascinante o sensuale, avrà fiumi di spasimanti che le romperanno le palle. Da una parte questo gratifica e fa piacere, dall’altra può diventare fastidioso perché si sentiranno valorizzate per il loro aspetto, non per come sono.

Così si chiudono in loro stesse, mettono una serie di ostacoli per capire chi davvero è interessato a loro e chi invece vuole solo una facile notte di sesso.

Per sedurle, anche se sembrerà incredibile, basterà usare gli strumenti di seduzione aggiungendo una dose maggiore di pazienza e di tempo da investire. Focalizzati su di lei come essere umano, senza diventarne il confidente, e prova a comprenderla a fondo.

Conclusioni

Le ragazze che se la tirano non sono tutte delle stronze arroganti, il primo passo è capire se si comportano così per delle “buone ragioni”, perché soffrono di narcisismo patologico o perché sono delle stronze.

Appena compreso potrai agire di conseguenza ignorando alcuni suoi atteggiamenti molto fastidiosi. Trattala da donna, non da dea, tirala giù dal piedistallo non aggredendola a parole, ma con dolcezza.

Se le mostri che il suo comportamento da inarrivabile con te non funziona e non ti provoca alcun fastidio, sarà lei ad abbassare le difese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *