Rimettersi in gioco a 40 e 50 anni o anche più

rimettersi in gioco

Rimettersi in gioco è sempre una buona cosa, se hai davvero il coraggio di farlo significa che sei sulla buona strada per riuscirci! Molti hanno paura, credono di non essere in grado oppure di aver superato l’età adatta.

Non è una questione anagrafica, non c’entra proprio nulla quanti anni hai. Volere di più, che si tratti di donne, lavoro o vita sociale è sano nel momento in cui hai delle aspettative equilibrate e coerenti con te stesso.

Se hai 50 anni, ad esempio, puntare ragazzi o ragazze di 20 anni è molto difficile. Non è un giudizio di merito, e come vedi non specifico il tuo genere (quindi che tu sia uomo o donna conta poco). Però questo articolo è focalizzato all’universo maschile, per oltre i 40 molti elementi cambiano.

Tutti sappiamo che sotto questa età, la donna ha più controllo nel gioco della seduzione. La sua avvenenza fisica, gli stimoli sessuali e la maggiore maturità sono armi troppo potenti che le avvantaggiano (in generale).

L’uomo è più “coglione”, proprio perché matura (se lo fa), dopo una certa età. A quel punto le cose prima si equilibrano per poi pendere a favore dell’uomo che “invecchia meglio”, impara a vivere e acquisisce una delle doti che più piace: la sicurezza in sé stesso.

Rimettersi in gioco, come farlo in pratica?

Può capitare che finisca una storia importante, o che si è stufi di vivere vite da scapoli e così, oltre i 40 anni, si cerca altro.

Che tu voglia una relazione duratura o avere più avventure, le basi sono le stesse. 

Prima di tutto il look, non è una questione di superficialità ma sappiamo che l’immagine è la prima cosa che arriva: la prima impressione.

La questione è spinosa, alcuni sostengono che tu debba vestirti e avere un look congruo con la tua età. Quindi imitare personaggi famosi coetanei per sembrare altro. A mio avviso l’equilibrio, specialmente per uomini maturi, è la scelta migliore.

Ci sta curarsi ma l’eccesso porta a dare l’idea – realistica – di forte superficialità. Una donna vuole accanto un uomo, non una femmina con il pene! Tu non sei il tuo corpo, il tuo volto, i tuoi vestiti o la tua auto, quelle sono aggiunte che possono mandare un messaggio che ti trasformerà, forse, nel classico “imprenditore brizzolato” con la Bmw che si atteggia!

Rimorchia? Piace a molte, quindi se il tuo fine è di scopare, puoi seguire questa strada. Se invece il tuo scopo è di vivere emozioni, di conoscere donne con la D maiuscola, dovrai trovare un equilibrio tra immagine e sostanza.

Le donne dai 40 in su

In linea di massima, una quarantenne single cercherà in un partner non solo una certa stabilità, ad esempio lavorativa, ma soprattutto emotiva e mentale. 

Non c’è nulla di male, è solo la voglia di “fermarsi” e rallentare, vivere con serenità dei rapporti intensi e profondi. Se invece sei il “tizio brizzolato ecc”, che si attornia di cose e immagini ti potrebbe trovare all’inizio interessante, ma se manca la sostanza sarai solo l’ennesima (e non sempre) avventura.

Di sicuro non è molto apprezzato neanche il “mammone” che non sa tenere in ordine la casa, prepararsi due uova o lavarsi i vestiti. In pratica una persona che non sa prendersi cura di sé stessa.

Il problema non sono gli hobby o cosa ti piace fare nel tempo libero, se ti diverte giocare alla Playstation (per tempi accettabili) e hai 50 anni non può essere una cosa di cui ti vergogni o rinunci per una donna. 

Però diventa un problema se è il tuo mondo, se ci passi tutte le sere davanti. Anche in questo caso l’equilibrio p la chiave: ognuno nella coppia ha bisogno dei propri spazi, ma anche e soprattutto di tanto tempo da condividere insieme.

Se preferisci i videogiochi al passare del tempo con una persona, allora sposati la console! Stessa cosa potrebbe valere per il calcetto o paddel con gli amici, non è una questione del tipo di passatempo, ma di quanto tempo gli dedichi!

Rimettersi in gioco: la seduzione

Fino adesso abbiamo visto elementi che riguardano la tua vita che, come vedi, non devono cambiare radicalmente quanto trovare un equilibrio maggiore.

Per sedurre le donne servono sempre e solo le stesse armi, semplice. Una donna è tale a qualsiasi età, non comprenderlo significa precludersi tante belle conoscenze perché si giudica la persona dal suo aspetto.

E molti criticano proprio di subire, dalle donne, la stessa sorte. Quindi curarsi è necessario, senza eccessi e senza stravolgimenti. Se sei calvo non sprecare tempo e risorse per nasconderlo, impara invece ad accettarlo perché non conta nulla in seduzione.

Conta solo se TU gli dai un peso. 

Certo se sei obeso non farai una bella figura non perché sei sbagliato, ma perché la tua forma fisica è un indicatore di quanto ti ami, se ti curi il giusto, se mangi bene e non soltanto pizza e dolci come un quattordicenne.

Segui una alimentazione sana o una dieta dello sportivo per rimetterti in forma insieme da un programma di allenamento mirato. In pochi mesi, se ci si mette, si possono ottenere buoni risultati.

Le armi della seduzione per ogni età

Quali sono gli strumenti seduttivi più importanti:

Questi sono i principali che puoi fare tuoi senza spendere centinaia di euro in inutili corsi di fenomeni del web. Ti basta leggere gli articoli gratuiti per iniziare a capire e cambiare ottica, si tratta di un percorso che dovrai intraprendere per stare meglio.

Rimettersi in gioco: gli altri over 40

In tutto questo c’è un fattore positivo che puoi sfruttare a tuo favore:

  • gli altri over 40 di solito sono poco curati.

Se ti rimetti in forma, curi l’aspetto fisico e il look, apparendo in salute e un po’ più giovane, avrai una marcia in più rispetto ai tuoi coetanei che invece si sono lasciati andare. 

Come detto prima non si tratta solo di apparenza, ma di sostanza – l’amore verso la propria persona – che si esprime con una immagine personale più sana.

Ricorda che non devi per forza sembrare “l’imprenditore brizzolato” con abiti ultra eleganti e ricercati. Se quel tipo di look ti piace non c’è nulla di male a farlo proprio, ma non è una condizione necessaria per rimettersi in gioco oltre i 40 anni.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *