Sex-fitness, la ginnastica per fare bene l’amore

sex-fitness

Il Sex-Fitness, neanche a dirlo, nasce negli Stati Uniti e serve per migliorare la qualità – e anche quantità – delle prestazioni sessuali. Sono veri e propri esercizi che, se fatti per un periodo di almeno qualche settimana, promettono miracoli.

Funziona? La prima domanda è diretta e chiara ma la risposta non è poi tanto semplice. 

Il Sex-Fitness si basa su studi medici e di sessuologia che hanno una base scientifica. Il problema vero è che la sessualità di una persona non è mai semplice, parte dalla parte inconscia di una persona.

Questo significa che, in linea di massima, è una pratica – come lo stesso Tantra – che può dare benefici ma si deve avere una grande apertura mentale nonché predisposizione.

Se poi, il problemi in camera da letto, sono causati da fattori fisiologici (c’è un difetto fisico oppure a causa di un trauma), il Sex- Fitness non può aiutare più di tanto. In quei casi l’unica soluzione è un andrologo che andrà a fornire le terapie farmacologiche adatte.

In rari casi è necessario ricorrere anche alla chirurgia.

Su cosa si basa il Sex-Fitness

Molto spesso le persone non hanno una grande consapevolezza del loro corpo e ancora meno del loro apparato sessuale e della sessualità.

Ad esempio molti esercizi si basano sulle tecniche del dott. Kegel, esercizi semplici che aiutano – uomini e donne – in vari aspetti della loro sessualità.

Con il sex-fitness si sviluppano, ad esempio, quei muscoli definiti pubococcigei che servono . semplificando – per trattenete l’urina. E guarda caso sono gli stessi che, nell’uomo, servono per trattenere anche l’eiaculazione.

Se quindi una persona non ha consapevolezza di questi muscoli e di come usarli, spesso soffrirà di eiaculazione precoce. Allenarli serve proprio a durare di più a letto e anche ad avere orgasmi più intensi.

Nella donna, invece, serve allenarli per migliorare l’afflusso di sangue nella vagina e di conseguenza rendere più forti le sensazioni. In più, potendo stringere meglio le pareti interne, faciliterà alcune posizioni (trattenendo il pene).

Se poi il partner non ha grandi dimensioni, avere una presa più forte sarà un ulteriore vantaggio.

Alcuni degli esercizi più comuni

Tra i vari esercizi per la donna alcuni sono più noti anche perché offrono risultati quasi certi in tempi abbastanza brevi:

  • I pesi vaginali e palline da Geisha. Sono “pesi” che vanno inseriti nella vagina, non più di un’ora al giorno, e hanno un’efficacia passiva, in pratica funzionano quando ci si muove (corre, cammina).
  • Esercizi di respirazione. Questo perché respirare bene permette all’organismo un maggior controllo dello stesso corpo, migliora le percezioni (quindi anche le sensazioni di piacere) e rilassa i muscoli.
  • I più noti sono gli esercizi di Kegel. Ne esistono di vari tipi, la cosa principale è individuare questi muscoli e allenarli con costanza senza eccedere o si rischiano piccoli fastidi e infiammazioni.

Alcuni potrebbero obiettare che il sesso è un piacere e che quindi, allenarsi per migliorarlo sia un controsenso. Mi sembra un’ottica miope, citando Freud: tutti hanno problemi in camera da letto.

Non vedo il motivo di negarlo ma soprattutto di non fare nulla per avere una vita sessuale più appagante. Credo che sia proprio questa mentalità ottusa una delle cause di disfunzioni sessuali di varia natura (eiaculazione precoce, anorgasmia femminile…).

Se vai in palestra per tenerti in forma, perché non allenare anche la parte del tuo corpo specifica che serve per godersi di più il sesso?

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

You have to agree to the comment policy.

sconto ebook