Tenersi una donna, se proprio la vuoi davvero!

Come tenersi una donna? La domanda è lecita e la risposta non così immediata e semplice. Le fasi grazie alle quali l’hai fatta tua fondamentalmente sono quelle del Percorso della Seduzione del Sensei, piccoli passi per sedurre una tipa.

Se invece è una ragazza che già si conoscevi, compagna di università, migliore amica o collega di lavoro, è stato necessario seguire uno schema seduttivo diverso: Conquista la ragazza che ti piace.

Per prima cosa si deve assolutamente prendere le distanze da lei per poi riproporsi sotto una nuova luce e sedurla grazie alle varie armi di seduzione:

  1. Contatto Fisico.
  2. Linguaggio del corpo.
  3. Caldo/freddo.
  4. Empatia (anche per capire se hai di fronte un narcisista patologico, ad esempio).

Ovviamente il primo passo è il famoso Reset, del quale abbiamo parlato esaustivamente in molti articoli.

Tenersi una donna, ma prima come l’hai sedotta?

Diciamo che la conoscevi da qualche settimana, ti piaceva da impazzire e da subito avresti voluto sedurla e farla tua. Così ti sei ingegnato per trovare qualche momento per stare da solo con lei.

Attraverso un po’ di contatto fisico e qualche battuta leggera lei lentamente si è avvicinata a te, trovandoti sempre più carino ed attraente.

Senza correre o avere fretta te la sei giocata d’astuzia e sensibilità, rispondendole a tono quando necessario e non facendo mai (quasi mai) lo zerbino.

Poi è scattato il primo appuntamento dove pensavi che avresti dovuto fare colpo ma, leggendo ilsensei.it, hai compreso che non conta dove vai a cena con lei, ma come sei tu, che emozioni sei in grado di farle provare.

Incredibilemte, la prima sera, vi siete baciati appassionatamente senza pensare a nulla, lasciandovi totalmente al desiderio.

E’ stato il tuo primo bacio al primo appuntamento, perchè di solito per qualche arcana ragione non ci provavi mai se non dopo il terzo. Ora forse capisci perchè finivi sempre in zona amicizia e non nelle sue mutandine.

Sta di fatto che dopo poco siete finiti a letto e quella che doveva essere un’avventura si è trasformata, con tua grande felicità, in una vera e propria storia d’amore!

Ed ora sei contento, libero e con il cuore colmo di gioia. Eppure un piccolo, subdolo, viscido dubbio, ogni tanto, ti sale su per la schiena fino all’orecchio per sussurrarti parole colme di timori e paure:

  • Se adesso mi lascia?
  • O trova uno più simpatico?
  • Oppure non si diverte abbastanza?
  • E se pensa che non la capisco?
  • Se vuole tornare col suo ex di cui parla spesso?
  • Se non le piace fare sesso con me?
  • …e decine e decine di altri “SE”.

Come tenersi una donna non è matematica, anzi….

E le domande aumentano

E queste domande, giorno dopo giorno, anziché diminuire o alleggerirsi, aumentano e si moltiplicano urlandoti a squarcia gola che presto lei ti lascerà per un altro migliore di te, che la sa capire e la fa sentire donna.

Uno di quelli come i suoi ex di cui parla spesso, quei tipi un po’ arroganti, sicuri di se che la trattavano come lei realmente voleva.

Quegli uomini che al contrario di come sei tu, se ne fregavano dei problemi perché erano così incredibilmente affascinanti, maschi e forti e lei di loro era così presa ed innamorata.

Pensi che ora sta con te perché li vuole dimenticare, sei una specie di “chiodo scaccia chiodo“, un amore usa e getta, da fast food che una volta saziata verrai buttato nel cassonetto per i rifiuti differenziati (almeno lei è attenta alla natura!).

Tenersi una donna, ci si può riuscire.

Dimentica per un attimo tutte le seghe mentali che fin’ora ti sei fatto e rispondi a questa semplice domanda: Lei con chi sta ora, con te o con altri?

Questo è il punto di partenza da cui iniziare, perché per quanto tu non possa sentirti tranquillo lei ti ha scelto, lei ha deciso che vuole una relazione con te.

Immagino che tu abbia paura che lei possa stufarsi, annoiarsi o trovare di meglio, ma anche qui mi viene da dirti: se così fosse solo in pochi si innamorerebbero e avrebbero delle relazioni perché tutte sceglierebbero solo il “meglio“.

Ma “meglio“, su quale reale parametro? Nessuno, è solo un giudizio soggettivo e personale perché ciò che per te è migliore non è detto che lo sia per lei.

Ricorda una frase famosa: “Puoi dire di amare davvero una persona solo se ami i suoi difetti più dei suoi pregi” e per certi versi è vera! Una persona perfetta non ha difetti da amare, in più intimorisce con la sua noiosissima perfezione.

Ricorda che le donne amano un po’ lamentarsi con e del proprio uomo, ovviamente su piccole cose e non di certo su atteggiamenti violenti o pericolosi.

Questo discorso era solo per farti capire che lei avrà le sue ragioni per stare con te e ciò ti dovrebbe tranquillizzare.

Non sta a te decidere se lei ti vuole davvero ma devi rispettare la sua scelta e condividerla, te lo ripeto: Lei ha scelto TE è arrivato il momento di capire come tenersi una donna.

Come tenersi una donna

Più che vere e proprie azioni la prima cosa che devi fare è avere l’idea costante che il bello di un rapporto è anche la seduzione continua.

Questo non significa che devi ri-conquistarla ogni momento, sarebbe una fatica veramente eccessiva e dispendiosa! Ma che non devi darla per scontata, devi avere in te il piacere di conoscerla e stupirla un po’ di più.

Ovviamente senza eccedere nelle attenzioni diventando così pesante, oppressivo e spesso anche geloso, ad esempio controllandole ogni due minuti il profilo instagram!

Conosco troppi uomini che presi dalla mania, da una certa paura di perdere la propria ragazza, si sono lanciati in comportamenti eccessivi, spesso da zerbino.

L’unico scopo non era stare bene con la donna, ma renderla felice e sempre soddisfatta e questo non significa sapere come tenersi una donna.

Molti potranno pensare che così facendo si va a snaturare il rapporto e la propria indole, ma non credo sia così, perché migliorarsi e limare dei propri limiti o difetti per un’altra persona è un atto di amore per lei e verso se stessi.

Dire “io sono fatto così e non cambio” è per certi versi giusto, ma per altri sintomo di una chiusura mentale che in un rapporto, che dovrebbe essere basato sul dialogo, può essere causa di malcontento e rotture.

Ci vuole quindi equilibrio tra il rimanere se stessi e il non diventare zerbini. Tu devi rimanere chi sei, non cambiare atteggiamenti, modo di essere, sogni o valori perché te lo chiede la tua ragazza; lei ti deve accettare per quello che sei e non stare con te per quello che vorrebbe che tu fossi.

Allo stesso tempo TU hai la possibilità, stando con una splendida creatura, di migliorare. Ma come dico sempre sedurre è migliorarsi quindi se riesci a farlo mentre stai con lei allora la sedurrai costantemente.

E’ tutto qui? Certamente no.

Ad esempio il sesso è uno dei capisaldi di un rapporto in cui oltre alle “prestazioni” servono intimità, complicità divertimento e gioia. Devi sapere come farla godere, conoscere il cunnilingus e cosa le piaci a letto

Non ho parlato in questo articolo di amore, rispetto, fiducia solo per un’unica ragione: che se non le provi e le dimostri queste cose allora è giusto che lei ti lasci, non si insegnano, devi sentirle e al massimo imparare a dimostrargliele.

Se l’amore finisce, o lei ha bisogno di tempo, prima di tutto le devi lasciare i suoi spazi, darle la possibilità di riflettere su quello che realmente desidera ed eventualmente provare a riconquistarla.

Come tenersi una donna non è un “lavoro” un compito da assolvere per non restare da solo, ma una forma mentis che avere ti renderà più felice e ti farà godere al meglio il vostro rapporto.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *