Vai al contenuto

Tu puoi sedurre, ti basta volerlo e applicarti

Anche tu puoi sedurre, che sia la tua ex che ti ha lasciato o una ragazza che credi di non poter mai conquistare.

Ma la seduzione non è una scienza, ma neanche un superpotere che hanno solo pochi fortunati mentre tu sei relegato a una vita di tristezza e sconfitte. La buona notizia, che posso darti dopo più di 20 anni di lavoro nella seduzione è semplice e diretta:

Tu puoi sedurre, tutto possono.

Non è neanche un lavoro difficilissimo fatto di studi maniacali sul web, si tratta di mettere in ordine alcune cose nel tuo modo di porti con le ragazze, o anche i ragazzi. Dovrai imparare alcuni “trucchi”, che non sono altro che semplici comportamenti che si possono riassumere nel concetto di seduzione naturale.

In te c’è una parte fatta per conquistare le ragazze, è nascosta, magari addormentata o moribondo ma tu hai la possibilità, se lo vuoi, di risvegliarla. In alcuni le ferite inferte dalla società in cui viviamo sono profonde, ma curabili, sempre.

Tu puoi sedurre, segui poche regole

Le regole per imparare a conquistare una donna non sono molte, dovrai solo applicarle senza farti mille aspettative. Se fai contatto fisico non è detto che la seduci, anzi il più delle volte non basta questo.

Se sai flirtare, ma non fai altro oltre a questo sembrerai uno che se le vuole portare a letto o che non dimostra un minimo di serietà.

E se leggi e usi il linguaggio del corpo a dovere entrerai in confidenza con la persona che ti piace senza riuscire a farle scattare l’attrazione.

Potrei continuare per tutti gli strumenti seduttivi che la natura ci ha dato, e ognuno di essi, preso singolarmente, non basta quasi mai per farla tua!

Tu puoi sedurre se applichi tali elementi, anche con una certa casualità, senza stare troppo a pensarci. Ma li devi usare tutti!

Se ti limiti a uno solo il rischio è di suscitare solo un tipo di interesse o emozione, senza però arrivare al punto. Lei potrebbe trovarti interessante, empatico o intelligente, ma non basta. Ciò che seduce è una sommatoria di fattori, ecco perché non serve studiare il linguaggio del corpo al livello di Paul Ekman

Allo stesso tempo, per la seduzione, non basta avere la cultura di Piero Angela (per quanto sia un qualcosa di valore elevatissimo).

Poco ma buono

Per cui, se vuoi conquistare le ragazze, ti consiglio di vedere la seduzione come un enorme meccanismo fatto di tanti ingranaggi. Se ne curi solo uno, pulendolo e oliandolo, ma lasci che gli altri si arrugginiscano e si impolverino, il meccanismo non funzionerà.

Invece se fai manutenzione a tutti gli ingranaggi, anche poco ma sufficiente per farli muovere, la seduzione si smuoverà da sola senza che te ne renda conto. Poi con il tempo capirai dove ti conviene lavorare, i tuoi punti di forza e debolezza.

Tu puoi sedurre nel momento in cui accetti che tutti possono farlo. I difetti fisici, ad esempio, sono un “malus”, in questo si deve essere sinceri. Ma se tu gli dai troppo peso rischi che diventino più grandi di quanto sono.

Conosco tantissimi uomini, che hanno successo con le donne, che non sono né belli né alti, magari sono anche calvi e con un po’ di pancetta. E non sono ricchi!

Eppure hanno capito che loro possono dare molto, hanno valore anche se la società in cui si vive. Ti vuole far sembrare inadatto e che solo quelli di 1,90, belli e con i soldi possono sedurre.

Tu puoi sedurre, come tutti

Tutti possono conquistare una donna, ma non tutti le possono conquistare tutte. A volte non riesci a sedurre una persona per ragioni che non ti riguardano.

Potrebbe essere innamorata di un altra persona, oppure non essere nel momento giusto della sua vita o anche non trovarti il suo tipo.

A volte capita che una ragazza proprio non ci voglia, capita a tutti e si deve imparare: lasciala andare e vai avanti per la tua vita, senza fare drammi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *