ragazza appena lasciata

Una ragazza appena lasciata, come comportarsi?

Cosa fare con una ragazza appena lasciata? Ecco uno dei quesiti che più di frequente mi viene posto dai lettori di questo sito.

Prima che tu faccia danni, se vorresti conquistare una ragazza che è di recente diventata single, ti dico una cosa: STAI FERMO. 

Non fare nulla, perché si crede che si debba agire, farle sentire che le si vuole bene e mostrarle il proprio interesse con mille attenzioni, messaggi e simili: ERRORE.

Capirla per agire di conseguenza

La situazione, te lo dico da subito, è molto complessa e sedurre una ragazza che ha appena concluso una relazione è davvero difficile.

Per cui il primo passo e prendere tempo, osservarla e parlarci (non dell’ex), e capire come si sente. In questo hai a tua disposizione 4 armi importantissime:

  1. La lettura del linguaggio del corpo.
  2. L’empatia.
  3. Flirtare.
  4. Leggerezza.

Leggere il suo linguaggio paraverbale è essenziale, così saprai come si sente, se è molto chiusa oppure ha voglia di divertirsi e svagarsi.

Se è arrabbiata, oppure per capire quando lasciarle i suoi spazi, poiché troppo spesso quando in molti provano a sedurre, le stanno addosso.

L’empatia è una dote meravigliosa, che con il tempo puoi sviluppare, così da sentire meglio le sue necessità e soprattutto le emozioni che prova. Mostrarle interesse sincero, senza per forza parlare per ore di come si sente, è un ottimo strumento per avvicinarvi.

Infine il flirt, strumento di seduzione potentissimo, che in questo caso è utile perché permette di sedurre facendo stare bene l’altra persona, con un gioco che deve essere leggero e intrigante.

Una ragazza appena lasciata (o che ha lasciato, cambia poco) desidera non pensare al passato e stare bene. Se tu la fai sentire così, sarà lei a cercarti. Quindi evita pesantezza, gelosia o altro. Trattala, ma solo in questo caso, come una principessa.

Parafrasando una vecchia canzone:

Tu falla ridere

Passiamo all’azione

Ora vediamo in sintesi come sarebbe meglio agire. Non sono regole assolute, solo dei consigli, molto facili da seguire, che aumenteranno le tue possibilità di farla tua.

Prima di tutto poco contatto fisico! Lo so che è uno strumento fondamentale, essenziale nella maggior parte dei casi. Però le prime settimane mantenilo uguale a prima che si lasciasse (se lo facevi). 

Se invece non l’hai mai toccata è il caso che inizi, ma rimanendo a un livello di amicizia (vedi l’articolo sull’escalation del contatto fisico).

Altra cosa essenziale è farla ridere, sii leggero e non ti lamentare mai con lei di nulla. Parlate di cose che sai le piacciono o che la potrebbero interessare.

Una ragazza appena lasciata: sii paziente

Evita, almeno all’inizio inviti che sono palesemente “seduttivi”. Tipo una cena fuori! Meglio attendere un po’ e magari vedervi con altra gente, oppure qualcosa di molto leggero come un caffè. E se accetta mai, dico mai, farle capire che la stai seducendo.

Ribadisco: falla stare bene! Basta quello. Usa la tecnica del mirroring, un buon linguaggio del corpo e flirta.

Di solito una ragazza appena lasciata è confusa e forse anche un po’ “vogliosa” (senza entrare nel merito della questione).

Quindi il sesso è un argomento che la attira, in modo giocoso però, vivila in quel modo e fai qualche allusione o battuta maliziosa per “scaldarla”.

Se con tanta pazienza vedi che lei si sta un po’ aprendo, accetta sempre meglio il contatto fisico e risponde alle tue “provocazioni” sessuali, allora puoi passare allo step seguente: la vera seduzione.

Tutto quanto fatto fin qui, serviva a prepararti la strada e farla “abituare” a te e al fatto che ci sei. Nella sua mente tu ormai sei presente come una nota positiva ma non devi comunque avere fretta.

Il tempo in seduzione è la tua vera arma, devi avere pazienza e capire i suoi bisogni.

2 comments

  1. Sensei, grazie per l’articolo 🙂 Mi sarà utilissimo!! Poi ti aggiornerò in caso di novità di rilievo.

    PS. Congratulazioni per il nuovo blog, a mio avviso uno step sopra a Tps. Migliore qualità degli articoli e minori sovrapposizioni fra gli argomenti lo rendono veramente piacevole da leggere.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *