Vai al contenuto

Usciamo in amicizia e solo per un caffè

Ottenere un appuntamento è un buon risultato, poi però lei aggiunge alcune di quelle frasi che ad alcuni non piacciono come ad esempio “usciamo in amicizia”, “non pensare male”, “non ti fare illusioni” e così all’infinito.

Di fronte a questo comportamento apparentemente confuso della ragazza c’è una logica (femminile): da parte sua c’è un minimo di interesse, ma sta a te giocarti bene le tue carte.

Ciò provoca spesso un’aumento dell’ansia e si iniziano a fare mille programmi, errori e casini ma soprattutto ASPETTATIVE.

Sognare un po’ è giusto, altrimenti che vita sarebbe? Però devi gestire il momento senza esaltazione e senza drammi dovuti al suo accennare a una possibile amicizia.

Le cose che non devi proprio fare:

  • chiederle mille conferme,
  • starle addosso,
  • regalare fiori,
  • o con un qualsiasi regalo,
  • organizzare qualcosa di eccessivo o romantico,
  • puoi farle un complimento leggero e molto specifico.

Già che eviti questi errori di seduzione ti permette di poter gestire tranquillamente il tempo con lei.

Usciamo in amicizia, che vuol dire davvero?

Si potrebbe pensare che sia una forma di rifiuto, un modo carino per dirti che le piaci. ERRORE.

Certo può capitare che sia così, ma in generale una ragazza preferisce non darti una risposta, prendere tempo e cavarsela cambiando discorso. Loro di rado dicono NO, per cui dovrai imparare a leggere tra le righe il suo reale punto di vista.

A questo ti vengono in aiuto due armi fondamentali in seduzione:

Conoscile e usale a tuo vantaggio, così da avere un’idea più realistica di lei e di ciò che pensa/prova verso di te.

In linea di massima, se accetta di uscire, un minimo interesse per te l prova, solo che per una sequela interminabile di inutili ragioni, preferisce aggiungere un “Usciamo in amicizia”

Perché te lo chiede?

Diciamo che ogni persona ha le sue ragioni e se una donna ti dice di uscire in amicizia non è un dramma, anzi. Capire le sue motivazioni può essere utile per approcciarsi in modo diverso, ma vediamo prima quali potrebbero essere:

  • Per lei sei davvero un amico. In questo caso la percezione che ha di te è quella, la migliore strategia d’azione è senza dubbio il Reset del Sensei. Ricorda che non si tratta solo di sparire per un paio di mesi, ma di cambiare e migliorare.
  • Hai di fronte la fantomatica ragazza confusa, leggi bene l’articolo perché di rado lo sono davvero.
  • L’hai presa per sfinimento, così ha deciso di darti un contentino. In questo caso l’errore sta nell’essere stato pressante, ma ormai ci sei, tanto vale giocartela con leggerezza, ironia e flirt.
  • Frequenta qualcuno, oppure è una donna sposata o fidanzata. La scusa dell’uscire in amicizia serve per non farla sentire “sporca”, ma allo stesso tempo le permette di frequentarti e magari un giorno…

Usciamo in amicizia non è un’offesa!

Quasi tutti quelli che la ricevono si sentono offesi, ci rimangono male neanche lei gli avesse insultato la mamma o bucato le ruote della macchina!

Si ha la malsana convinzione che sia un NO.

Una frase negativa e lapidaria che significa solo che vuole scroccare un caffè (che costa circa 1 euro!) o una cena (come se morisse di fame), e che non vuole altro da te se non relegarti in zona amicizia.

A volte è anche così, non c’è dubbio. Non possa fare stime precise, ma anche se sia il 50% delle volte, ti rimane l’altro 50% che significa altro: in pratica lei esce con te non perché ti vede come un amico…

Credo che la prima reazione comune sia lo scoramento, una certa tristezza dovuta a quella maledetta parola che quando desideriamo una donna non vorremo mai udire: amicizia.

Non avere fretta, lo so che credi sia tutto compromesso ma in seduzione, specialmente con le donne, non si può mai sapere. Certo dovrai capire se insistere o lasciarla andare, gestire momenti difficili come quando lei non si fa sentire, farle cambiare idea è possibile.

Conosci una ragazza che ti piace, carina, simpatica con cui hai tanto in comune e applichi magari qualche piccola tecnica di seduzione e di lettura del linguaggio del corpo in seduzione per capire se da parte sua possa esserci un minimo di interesse.

Analizzi in modo maniacale qualsiasi frase possa buttarti lì solo per trovarci indizi sul suo presunto interesse verso di te. In poche parole ti fai un film, ma ci può anche stare.

Dai primi segnali al primo appuntamento

Allora prendi coraggio in virtù dei segnali (o presunti tali) che ti ha mandato e le chiedi se magari le va di prendere un caffè o un gelato…

Usciamo in amicizia, mentre tu ti aspettavi qualcosa di simile!

La risposta è una sorta di fulmine a ciel sereno, una bomba innescata dentro un negozio di porcellane cinesi, o senza essere troppo metaforici o poetici un fortissimo calcio nelle palle!

Si, va bene, però usciamo in amicizia.

Alcuni biascicano una risposta a caso perché non sanno cosa dire, altri si arrabbiano e fanno notare ogni singolo segnale che lei gli ha dato.

Pochissimi hanno la freddezza per “fregarsene” e cambiare prontamente discorso.

Usciamo in amicizia: test, verità, o cosa?

Con la sua aria sbarazzina e un po’ da Lolita imbronciata ti colpisce con una randellata mortale e tu rimani impalato di fronte a lei, non sai se essere contento oppure se suicidarti sul posto, magari impiccandoti con i lacci delle scarpe.

Cosa le rispondi?

  1. Ok, in amicizia, mi pare ovvio!
  2. Piangi.
  3. Ridi nervosamente.
  4. Cerchi il primo cavalcavia.

Insomma, questa sua affermazione ti tramortisce e rincoglionisce come non mai.

Ma è lei a non sapere cosa dire

Anni fa io stesso non sapevo che dire e il più delle volte accettavo l’uscita in amicizia solo perché non sapevo come affrontare questo presunto test.

Nella mia mente ipotizzavo che la ragazza sapesse lucidamente cosa fare e che quindi mi metteva in difficoltà apposta, oppure che era convinta che non potessimo essere altro che amici e che quindi l’unica cosa che, da subito, mi offriva, era la sua amicizia.

Partivo quindi dal malsano e forviante presupposto che lei sapesse sedurre, essere sedotta, e che fosse convinta e consapevole di quello che diceva, ERRORE!

Madornale e gigantesco errore di gioventù e inesperienza.

Le ragioni per cui una ragazza ti risponde “usciamo in amicizia” non solo non le puoi sapere (forse intuire al massimo). Ma non te ne deve fregare nulla poiché il più delle volte neanche loro sanno cosa rispondere. A meno che non si tratti di una donna sposata, in questo caso ti serve saperlo, per gestire la situazione ed evitare problemi con il marito!

E’ una sorta di salvagente, di risposta di base che ti buttano lì perché non sanno cosa dire e non sanno cosa vogliono, le donne sono così.

Alcune possibili ragioni per cui ti ha risposto “usciamo in amicizia”

Se proprio vogliamo capire quali possono essere le vere ragioni c’è da dire che la verità non la sapremo mai, possiamo solo fare delle ipotesi più o meno giusto che in fin dei conto, però, non servono proprio a nulla.

Plausibili motivi per cui ti ha risposto “usciamo da amici”:

  1. Ti vede davvero già come un amico. Di solito capita se la consoci da tempo e non hai mai fatto nulla per sedurla, in questo caso ti consiglio di leggere Conquista la ragazza che ti piace, prima di fare altri danni.
  2. E’ fidanzata. Così dicendoti non si preclude la possibilità di capire come sei e conoscerti senza fare la figura della ragazza facile.
  3. Le hai così martellato l’anima con diecimila inviti che alla fine, presa dalla disperazione ha accettato.
  4. Non sa cosa vuole. Così ti ha buttato lì una risposta preconfezionata che la mette al sicuro, perché se non le piaci può dirti che ti aveva avvertito e se invece le piaci allora…
  5. Sei di fronte a una ragazza confusa.
  6. Varie ed eventuali risposte più o meno sensate.

Per esperienza personale nella maggior part dei casi la risposta più vicina alla verità è la 6. ma non sempre!

Fregatene della ragione e da vero maschio alfa vedi il lato positivo della risposta “usciamo in amicizia“, che esce con te e quindi tu hai una possibilità di sedurla e mostrarle quanto vali, di farla stare bene.

E’ assai probabile che anche se piaci ad una ragazza moltissimo lei ti proporrà questo cliché per un’infinito numero di sue personali ragioni e che tu non devi fare altro che accettarlo.

Ti dice usciamo in amicizia, e poi?

Le rispondi semplicemente che per te va bene e cambi discorso, sereno e rilassato, tu sai che quella risposta significa poco e nulla e che non può una ragazza, con due parole buttate lì, deprimerti.

Il tuo obiettivo in questo momento non è che ti risponda: usciamo e poi andiamo a scopare perché ti desidero come non ho mai desiderato nessuno sei l’uomo della mia vita e voglio fare tanto sesso ecc.

Il tuo scopo, in questo preciso istante, è uscire con lei. Come, il modo e i tempi sono secondari. Proprio durante un’uscita, anche se a parole ha preso le distanze, puoi davvero giocarti le tue carte.

In generale, dovresti sedurla prima, e se ti ha detto così forse non lo hai fatto al punto di allentare un po’ le sue paure. Ma ormai le hai proposto un appuntamento, quindi non puoi più tirarti indietro.

Goditi il tempo con lei e non parlare MAI di voi (nel senso della vostra amicizia, rapporto o quello che è) perché lei tenderebbe a ritrarsi. Meglio invece che le fai provare emozioni con contatto fisico, simpatia, empatia e dialogo.

Conclusioni

Come avrai notato in questo articolo ho voluto sottolineare e ripetere più volte alcuni concetti. Questo perché si tende a voler vedere solo ciò che si vuole: o che le piaci o che non le piaci.

La realtà, in ambito seduttivo, è sempre molto più sfumata. Le ragioni di aver aggiunto “in amicizia” sono molte, ma in fondo poco importa.

Se l’hai presa per sfinimento, allora è probabile che l’uscita non andrà come sperato, ecco perché dovresti abbassare le aspettative e goderti l’appuntamento per divertirti. Se vai focalizzato solo sulla conquista commetterai tanti errori.

Nel caso in cui ti vede come un amico, la scelta migliore è fare un appuntamento piacevole, sedurla un po’ con le armi a tua disposizione e poi fare un Reset.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *